7 mesi fa 09/10/2019 11:05

La Scozia diverte con George Horne e saluta la Russia con un 61-0

Il mediano di Glasgow segna un hat trick e tiene aperta la possibile qualificazione

Se per l’Argentina non è stata una partita da dentro fuori lo è stato per la Scozia, obbligata a fare risultato e a segnare quattro o più mete per guadagnare il punto di bonus che li lancerebbe al massimo verso il match di domenica contro il Giappone. La situazione nel girone è molto chiara, il Giappone è primo ma non ancora sicuro di aver il pass per i quarti di finale, mentre l’Irlanda dovrà battere con il bonus Samoa per essere sicura di passare il turno. Sarebbe clamorosa, per la seconda volta dopo il 2015, l’eliminazione dei padroni di casa dopo 3 vittorie, ma se la nazione allenata da Townsend vincesse tutti e due gli scontri sarebbe lanciata verso i quarti finale. Oggi per l’importanza della partita ha scelto di differenziare la squadra quasi totalmente da quella che  presumibilmente scenderà il campo domenica. Ecco il racconto di Scozia-Russia:

La mischia chiusa scozzese nettamente superiore permette loro di recuperare il pallone poi per Adam Hastings è un gioco da ragazzi fintare il passaggio all’ala e battere la linea difensiva scozzese, al 15’ è 7-0. 3’ più tardi va ancora a segno l’apertura di Glasgow grazie ad una difesa russa tutt’altro che brillante infilata dal calcetto per sé stesso dopo aver recuperato il pallone a metà campo. Al 21’ erroraccio del mediano Perov che da rimessa laterale riceva il pallone scagliando un pessimo passaggio intercettato da George Horne che riceve e schiaccia in meta. Il primo tempo si chiude con una grande difesa russa sui 5 propri 5 metri. Nel secondo tempo gli scozzesi dovranno subito alzare il ritmo per cercare il punto di bonus. 

Al 45’ arriva il punto di bonus grazie alla seconda marcatura di George Horne, ma che bellezza la ripartenza di Darcy Graham che fa tantissimi metri palla in mano e, dopo aver fissato l’estremo, scarica al mediano di Glasgow il pallone del 26-0, Hastings non sbaglia un colpo e si va 28-0. Funziona anche la maul per il XV di Townsend e ad andare oltre la linea stavolta è il tallonatore Turner, 35-0. Alla festa si iscrive anche Tommy Seymour con una grandissima meta, perfetto il grubber di Kinghorne ma il numero vero lo fa l’ala di Glasgow rimanendo in campo nel tuffo che ha portato alla sesta meta dell’incontro. Altro contrattacco gestito alla perfezione dalla Scozia iniziato e concluso da George Horne che si regala l’hat trick. Arriva il primo errore di Hastings, 47-0. Al 75’ arriva la meta del capitano scozzese John Barclay che sfrutta una pessima salita difensiva e va a schiacciare battendo l’estremo con una finta di passaggio, trasforma Hastings il 54-0. Continuano a fare delle belle sgambate e ad allargare il risultato gli scozzesi e stavolta con McInally vanno a marcare sulla bandierina. Risultato finale 61-0. 

Ora come non mai la Scozia dovrà concentrarsi sul match di domenica valido per decidere chi andrà ai quarti di finale. 

Tabellino: 15’ m. Hastings tr. Hastings (7-0), 18’ m. Hastings tr. Hastings (14-0), 21’ m. Horne tr. Hastings (21-0); 45’ m. Horne tr. Hastings (28-0), 51’ m. Turner tr. Hastings (35-0), 57’ m. Seymour tr. Hastings (42-0), 64’ m. Horne (47-0), 75’ m. Barclay tr. Hastings (54-0) 79’ m. McInally tr. Hastings (61-0).

Scozia: 15 Blair Kinghorn, 14 Tommy Seymour, 13 Duncan Taylor, 12 Pete Horne, 11 Darcy Graham, 10 Adam Hastings, 9 George Horne, 8 Ryan Wilson, 7 Fraser Brown, 6 John Barclay (c), 5 Ben Toolis, 4 Scott Cummings, 3 Zander Fagerson, 2 George Turner, 1 Gordon Reid

Panchina: 16 Stuart McInally, 17 Simon Berghan, 18 Willem Nel, 19 Grant Gilchrist, 20 Magnus Bradbury, 21 Jamie Ritchie, 22 Henry Pyrgos, 23 Chris Harris

Russia: 15 Vasily Artemyev (c), 14 German Davydov, 13 Vladimir Ostroushko, 12 Dmitry Gerasimov, 11 Vladislav Sozonov, 10 Ramil Gaisin, 9 Dmitry Perov, 8 Nikita Vavilin, 7 Tagir Gadzhiev, 6 Vitaly Zhivatov, 5 Evgeny Elgin, 4 Andrey Ostrikov, 3 Kirill Gotovtsev, 2 Stanislav Selskii, 1 Valery Morozov

Panchina: 16 Sergey Chernyshev, 17 Azamat Bitiev, 18 Vladimir Podrezov, 19 Bogdan Fedotko, 20 Andrey Garbuzov, 21 Sergey Ianiushkin, 22 Anton Sychev, 23 Yury Kushnarev

 

Risultati e classifiche dei gironi della Rugby World Cup 2019 - clicca sul match per tabellino e statistiche

Clicca qui per il programma di tutte le dirette (in Italia) della Rugby World Cup 2019

 

 

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU

Foto Scottish Rugby Twitter

notizie correlate

Le novità sul regolamento del Super Rugby Aotearoa

Le novità sul regolamento del Super Rugby Aotearoa

Cambia l’espulsione, introdotto il “Golden Point”
Allrugby Podcast: regole temporanee con Andrea Lo Cicero

Allrugby Podcast: regole temporanee con Andrea Lo Cicero

Ospiti Andrea Lo Cicero e Ambrogio Bona, con interventi di Franco Properzi e Francesco Pierantozzi
Mentre l’Union è al tavolo per cercare soluzioni, il Rugby League lancia l’EURO XIII

Mentre l’Union è al tavolo per cercare soluzioni, il Rugby League lancia l’EURO XIII

Nasce un nuovo torneo che vede 32 squadre e 21 paesi coinvolti, compresa la nazionale italiana
Si chiude la storia dei Sunwolves in Super Rugby

Si chiude la storia dei Sunwolves in Super Rugby

La franchigia giapponese ringrazia e saluta, le forze ora saranno concentrate sulla Top League
Dieci minuti di Nigel Owens [VIDEO]

Dieci minuti di Nigel Owens [VIDEO]

Le gag dell’arbitro di rugby più famoso al mondo
Allenamenti in Francia: “fiduciosi nonostante qualche giocatore positivo al covid-19”

Allenamenti in Francia: “fiduciosi nonostante qualche giocatore positivo al covid-19”

I club di Top14 e ProD2 hanno ripreso gli allenamenti, a settembre dovrebbe ripartire la stagione
Martin Anayi “finiremo la stagione con derby e playoff”

Martin Anayi “finiremo la stagione con derby e playoff”

La prossima Champions Cup potrebbe allargarsi a 24 squadre
Brad Weber: “eliminare le mischie è una idea ridicola”

Brad Weber: “eliminare le mischie è una idea ridicola”

Tra le proposte spunta anche “lavarsi le mani e il viso a fine primo tempo”

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Rugby World Cup

notizie più cliccate di Rugby World Cup