9 mesi fa 15/08/2019 23:45

Gli stemmi della RWC 2019: lo Springbok del Sudafrica

Il doppio simbolo sudafricano ha avuto delle influenze politiche

La nazionale sudafricana di rugby ha come simbolo il famoso springbok, una piccola antilope emblema nazionale del paese. La sua introduzione in ambito rugbystico ha origini non molto recenti.

Il Sudafrica, fino al 1906, non aveva un simbolo ufficiale. In occasione di un tour nel Regno Unito, avvenuto nel 1896, la squadra sudafricana si presentò con una maglia priva di simboli, ad eccezione del capitano, che mostrava un emblema sul lato sinistro del petto. All’epoca non esisteva ancora lo stato sudafricano, e le regioni del Transvaal e dello Stato dell’Orange erano alla vigilia di una guerra con l’Impero Britannico per ottenere l’indipendenza da quest ultimo. La guerra fu vinta dagli inglesi nel 1902 ma i boeri ottennero l’unificazione di Transvaal e Orange, e un certo grado di autonomia. Era logico che, negli anni successivi alla guerra, i sudafricani volessero mostrare il loro distacco dall’Impero Britannico attraverso un simbolismo che li caratterizzasse.

Nel 1906 il team manager del Sudafrica, J.C.Carden, in occasione di una tournèe in Europa, decise che la maglia del Sudafrica sarebbe stata verde, con colletto giallo, e al lato sinistro del petto sarebbe stato ricamato uno springbok. Il 20 settembre, alla vigilia del tour, il capitano Paul Ross e Carden si incontrarono e discussero sul soprannome da dare alla loro squadra. I due erano consapevoli che se non avessero trovato un nome in tempo il Daily Mail ne avrebbe inventato sicuramente uno ridicolo per prendere in giro la squadra. Così venne deciso di chiamarsi Springboks, in riferimento all’antilope presente sulla maglia. Successivamente Paul Ross ricordò all’allenatore che il plurale corretto, in afrikaan, era Springbokken (da qui il diminutivo “Bokke”). Purtroppo il Daily Mail aveva già pubblicato l’articolo sulla squadra.

Lo Springbok è stato l’unico e solo simbolo della nazionale sudafricana. Nel 1963 a fare compagnia all’antilope, nel logo del Sudafrica, venne aggiunto un pallone da rugby. All’inizio degli anni ’90 si iniziò a parlare di sostituire lo springbok, considerato un simbolo dell’apartheid, ma alla fine si decise di aggiungere un nuovo simbolo che rappresentasse il Sudafrica, senza eliminare l’antilope. La Protea, il fiore nazionale del Sudafrica, venne aggiunto nel 1992. Da allora i due simboli sono stati il logo degli Springboks. Nel 1996 venne aggiunta la scritta “SA RUGBY”, che appare ancora oggi.

Nel 2010 la SARU decise di innovarsi. La maglia sudafricana avrebbe presentato due simboli: sul lato destro lo springbok, sul lato sinistro uno scudo con all’interno un fiore di protea. A partire dalla RWC 2011 la maglia ufficiale mondiale presenta sul lato sinistro lo stemma della protea, mentre lo springbok viene messo sulla spalla. La ragione è di natura prettamente politica: lo springbok, pur non essendo un simbolo dell’apartheid, non è considerato un simbolo nazionale a tutti gli effetti. Il fiore di protea, di contro, è il simbolo nazionale ufficiale.

 

 

I gironi e il calendario partite della Rugby World Cup 2019

Clicca qui per i prezzi dei biglietti della RWC2019

notizie correlate

Martin Anayi “finiremo la stagione con derby e playoff”

Martin Anayi “finiremo la stagione con derby e playoff”

La prossima Champions Cup potrebbe allargarsi a 24 squadre
Brad Weber: “eliminare le mischie è una idea ridicola”

Brad Weber: “eliminare le mischie è una idea ridicola”

Tra le proposte spunta anche “lavarsi le mani e il viso a fine primo tempo”
Giada Franco tra le challenge con le Harlequins Ladies e le ansie del passato

Giada Franco tra le challenge con le Harlequins Ladies e le ansie del passato

“Sono molto ansiosa come persona, è un’ansia continua ogni volta che c’è una partita, sia con la nazionale che con il club”
Si ritira Agustin Costa Repetto, il prima linea metaman del campionato italiano

Si ritira Agustin Costa Repetto, il prima linea metaman del campionato italiano

Chiude la sua carriera con ben 410 punti a livello professionistico
World Rugby pensa a delle modifiche del regolamento per la ripresa

World Rugby pensa a delle modifiche del regolamento per la ripresa

Stop a mischie e maul per ripartire più in fretta e in maggiore sicurezza
La classifica del rugby mondiale prima del covid-19

La classifica del rugby mondiale prima del covid-19

Il Ranking di World Rugby aggiornato al 9 marzo 2020
Errol Tobias: il colore del rugby

Errol Tobias: il colore del rugby

Il primo uomo di colore nella nazionale degli afrikaner.
Si ritira Jaque Fourie, il fulmine Springboks [VIDEO]

Si ritira Jaque Fourie, il fulmine Springboks [VIDEO]

Una leggenda del Sudafrica appende le scarpette al chiodo

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Rugby World Cup

notizie più cliccate di Rugby World Cup