1 anno fa 01/04/2020 17:17

Michael Fatialofa “camminare è solo la punta dell’iceberg”

Fatialofa parla dei terribili momenti passati in ospedale

La seconda linea dei Worcester Warriors Michael Fatialofa sa di avere ancora molta strada da fare per riprendersi completamente dal grave infortunio, una brutta botta presa in partita che, inizialmente, ha fatto temere al giocatore che non avrebbe mai più camminato.

Il 27enne ha subito una grave lesione spinale a causa di una botta presa in partita contro i Saracens a gennaio in un match di Premiership inglese, dopo l’intervento chirurgico Fatialofa ha trascorso più di due settimane in terapia intensiva al St Mary's Hospital di Paddington, a Londra

Dopo oltre tre mesi passati in ospedale Michael ha mosso i primi passi, la sua fidanzata aveva addirittura gridato al miracolo (leggi qui), ora il gigante neozelandese (1,99 m x 118 kg) è in grado di camminare senza aiuto.

“Camminare è solo la punta dell'iceberg quando si ha a che fare con questo tipo di lesioni”, ha detto Fatialofa a 1 NEWS. “riprendere l’uso normale delle mani probabilmente sarà la cosa più difficile. La mia mano sinistra praticamente non si muove.”

“Prima dal collo in giù non potevo sentire e muovere nulla. E’ stato spaventoso, facevo fatica anche a respirare perché l’infortunio ha compresso il midollo spinale e qualsiasi cosa al di sotto del midollo spinale, polmoni compresi, ne ha risentito” aggiunge Michael parlando dei brutti momenti passati in terapia intensiva. “È stato un momento difficile. Ho visto persone morire accanto a me in ospedale. È stato traumatizzante. Tutto quello che ho potuto sentire è stato un segnale acustico, tutti si precipitano dentro la stanza…. Poi il giorno successivo avevo un nuovo compagno di fianco al mio letto.”

Solidarietà:

I Saracens hanno annunciato di aver raccolto la somma di 6,710.57 £ (circa 7.600€) da donare a Michael Fatialofa. Il club si è preso carico di questa raccolta fondi proprio perché il giocatore si era infortunato all’Allianz Park a gennaio durante la partita tra Saracens e Worcester Warriors. In occasione della successiva partita di Premiership tra Saracens e Sale Sharks sono stati raccolti 2.710,57 £ donati dai tifosi, a questa somma i Sarries hanno aggiunto di tasca loro altre 4.000 £ per un totale di 6,710.57 £.

“Con la continua incertezza sulla prognosi, sulla durata della riabilitazione e sulle future prospettive di carriera / lavoro, abbiamo deciso di procedere con questa raccolta fondi. Le donazioni aiuteranno Mike a coprire le necessità immediate, i costi e le spese impreviste del ragazzo e della sua famiglia” si legge dal comunicato del club.

Il 27enne ex giocatore degli Hurricanes in Super Rugby sta continuando il suo percorso riabilitativo con accanto la sua famiglia. Non mollare Mike!

 

Foto Worcester Warriors 

notizie correlate

All Blacks: Beauden Barrett a rischio per la Francia

All Blacks: Beauden Barrett a rischio per la Francia

Infortunio anche per la star del test di sabato Gibson-Park
Top10: tra infortunati e sfide molto attese

Top10: tra infortunati e sfide molto attese

Marcato “a Colorno sarà durissima”
All Blacks: Liam Squire si ritira a 30 anni

All Blacks: Liam Squire si ritira a 30 anni

La terza linea ha dovuto fare i conti con i problemi fisici
Sergio Parisse operato alla mano

Sergio Parisse operato alla mano

Tre mesi di stop per il capitano di Tolone
La RFU investe fondi per prevenire le concussion

La RFU investe fondi per prevenire le concussion

Un nuovo studio spaventa i giocatori, in Inghilterra corrono ai ripari

ultime notizie di Premiership

notizie più cliccate di Premiership