11 mesi fa 24/10/2018 13:50

Ciaran Fitzgerald: dov'è il vostro orgoglio?

Il capitano che ha guidato l'Irlanda alla conquista di due Triple Crown.

"Dov’è il vostro fottuto orgoglio?" (Ciaran Fitzegarld ai suoi uomini quando l’Irlanda ha sconfitto l'Inghilterra conquistando la seconda Triple Crown in tre anni)

Tallonatore grintoso e di classe, Ciaran Fitzgerald è stato il capitano dell'Irlanda che ha conquistato la Triple Crown nel 1982 e nel 1985 e durante il Cinque Nazioni del 1983. Fitzgerald ha anche capitanato i Lions nel loro tour del 1983. Dopo la conclusione della sua carriera da giocatore, Ciaran è stato allenatore della nazionale in verde, che ha condotto ad un passo dalla semifinale alla Coppa del Mondo del 1991.

Ciaran Fintan Fitzgerald è nato il 4 giugno 1952 a Loughrea, cittadina nella contea di Galway. Prima di optare per la palla ovale, Fitzgerald è stato un pugile di talento, che ha vinto due campionati per l'All-Ireland. Il ragazzo ha giocato anche a Hurling per Galway, la squadra con cui ha raggiunto la finale contro Cork nel 1970.

Ciaran ha iniziato il suo rugby al Garbally College di Ballinasloe ed è stato scelto per giocare nel ruolo di tallonatore dal maestro e sacerdote John Kirby. Il ragazzo ha in seguito fatto parte del XV dell’University College Galway R.F.C., per poi entrare nel rugby senior tra le fila del St. Mary's College di Dublino.

Fitzgerald è salito alla ribalta quando è entrato a far parte della squadra provinciale del Connacht e ha fatto il suo debutto in nazionale contro l'Australia il 3 giugno 1979 a Brisbane, durante il tour che l’Irlanda ha intrapreso nel paese dei canguri. Quel giorno il XV guidato da Noel Murphy è riuscito a battere i Wallabies con il risultato di 27 a 12, grazie a una doppietta del mediano di mischia Colin Patterson e al favoloso piede di Ollie Campbell. Una settimana più tardi gli uomini capitanati da Fergus Slattery hanno ripetuto l’impresa anche a Sydney, dove sono usciti vittoriosi per 9 a 3. Durante quel tour l’Irlanda ha vinto pure cinque incontri non ufficiali su sei, perdendo solo con il Sydney.

Il tallonatore ha disputato tutti i match del Cinque Nazioni 1980, con il XV del Trifoglio, ora allenati da Tom Kiernan, che ha vinto i propri incontri casalinghi contro Scozia e Galle. In quest’ultima gara Fitzgerald ha realizzato la sua unica meta internazionale.

Dopo un anno di stop causato di alcuni guai fisici, Ciaran è riapparso in nazionale per il Cinque Nazioni del 1982 investito del ruolo di capitano. L’Irlanda quell’anno ha vinto le prime tre partite del torneo con Galles, Scozia e Inghilterra, conquistando in quel modo la prima Triple Crown dal 1949. Incredibile il successo ottenuto a Twickenham per 16 a 15. Purtroppo, il XV di Tom Kiernan non è riuscito ad espugnare il Parco dei Principi di Parigi e ha mancato per un soffio il Grande Slam. I verdi hanno comunque conquistato un titolo che mancava loro da otto anni.

Nel 1983 sulla panchina dell’Irlanda si è seduto Willie John McBride, il quale ha confermato il ragazzo di Loughrea capitano del Trifoglio. Ciaran ha ringraziato conducendo i suoi ragazzi di nuovo in vetta al torneo, anche se questa volta sono stati costretti a condividere il titolo con la Francia. L’unica sconfitta dei verdi è arrivata per mano del Galles a Cardiff, ma un grande giorno lo hanno vissuto a Dublino quando il loro skipper li ha portati alla vittoria per 25 a 15 sull'Inghilterra. Il XV della Rosa aveva chiuso il primo tempo avanti 12 a 10, ma l’Irlanda, spronata dalle notizie che la Francia aveva battuto il Galles, ha aumentato il ritmo e con 12 punti di Ollie Campbell nei primi 16 minuti del secondo tempo è riuscita a suggellare la vittoria. L'unico aspetto negativo è stato il disperato arbitraggio di Brian Anderson, che ha permesso infrazioni continue e concesso la meta a Fergus Slattery nonostante fosse arrivata da un passaggio in avanti.

In primavera Fitzy è partito con i British & Irish Lions alla volta della Nuova Zelanda, dove il coach Jim Telferlo ha insignito del ruolo di capitano grazie al suggerimento del manager Willie John McBride, il quale era rimasto colpito dall’imponente leadership di Ciaran nei successi irlandesi del Cinque Nazioni. Il tallonatore ha disputato tutti quattro i test match, legato in prima linea ai piloni Ian Stephens nel primo test, poi sostituito da Staff Jones nei rimanenti, e Graham Price. Purtroppo, i britannici hanno perso tutti gli incontri contro gli All Blacks di Andy Dalton, fatto questo che non accadeva dal tour del 1966, sempre nel Paese della Lunga Nuvola Bianca. Dei quattordici incontri non ufficiali, Ciaran ne ha disputati la metà.

Fitzgerald è stato capitano dei verdi anche nel 1984, sotto la guida del nuovo coach Mick Doyle. Quell’anno, però, ha visto gli irlandesi terminare il Cinque Nazioni senza alcuna vittoria. Ciaran ha disputato solo le prime due partite del torneo prima di essere costretto a fermarsi a causa di un infortunio. Il ragazzo ha ritrovato il suo posto di tallonatore, e di skipper, a novembre, quando l’Irlanda ha affrontato i Wallabies al Lansdowne Road perdendo 9 a 16.

Nel 1985 la nazionale capitanata da Fitzgerald è passata dal Whitewash al primo posto del Cinque Nazioni (la Scozia, invece, è passata dal Grande Slam dell’anno precedente al Whitewash). L’Irlanda ha vinto le tre sfide con le squadre britanniche, portando in bacheca la seconda Triple Crown in tre anni, e ha mancato lo Slam solo a causa del pareggio 15 a 15 conseguito contro la Francia di Philippe Dintrans a Dublino. È stato nel match contro l’Inghilterra che Ciaran ha lanciato il suo grido di battaglia “Dov’è il vostro fottuto orgoglio?”. Con il risultato in bilico sul 10 a 10 e le speranze irlandesi della Triple Crown appese ad un filo, il capitano, con un ruggito primordiale, ha dato alla squadra la forza di reagire e portare a casa una sofferta vittoria. La sfida è terminata 13 a 10 grazie al drop all’ultimo secondo di Michael Kiernan, nipote di Tom. L’Irlanda, per conquistare la successiva Triple Crown, ha dovuto attendere sino al 2004.

L’anno seguente è stato l’ultimo a livello internazionale del tallonatore di Loughrea. Ancora da capitano ha condotto gli uomini in maglia verde in un Cinque Nazioni incredibilmente terminato con zero vittorie. L'ultimo test di Fitzy è arrivato a Dublino contro la Scozia, il 15 marzo 1986.

In totale, Fitzgerald ha guadagnato 29 caps nella prima linea dell’Irlanda e 4 con i British Lions. Di queste 33 sfide internazionali, il tallonatore ne ha giocate 27 come capitano. Ciaran ha rappresentato Connacht 29 volte, dieci delle quali nel ruolo di skipper.

Dopo il suo ritiro dal gioco, Ciaran ha prestato servizio come primo allenatore dell'Irlanda tra il 1990 e il 1992, portando la squadra ai quarti di finale della Coppa del Mondo del 1991. I verdi sono arrivati ​​a pochi minuti dalla semifinale, fermati solo a causa dell'australiano Michael Lynagh, che ha negato loro una meta già fatta a Lansdowne Road.

Giocando nell'era amatoriale, Fitzgerald ha anche mantenuto una carriera nell'esercito irlandese.

 

TORNA ALLA PAGINA INIZIALE

notizie correlate

Tony Stanger: cornamuse nel vento

Tony Stanger: cornamuse nel vento

Il più prolifico metaman di Scozia
Jack Matthews: il dottore di ferro

Jack Matthews: il dottore di ferro

Il trequarti centro gallese soprannominato Iron Man
Denis Charvet: l’ultimo passaggio

Denis Charvet: l’ultimo passaggio

Il talentuoso trequarti centro francese degli anni ottanta.
Gregor Townsend: tocco di classe

Gregor Townsend: tocco di classe

La migliore apertura del rugby scozzese.
Mike Teague: Iron Mike

Mike Teague: Iron Mike

L'uomo più duro del rugby inglese
Rob Wainwright: ordinary hero

Rob Wainwright: ordinary hero

Uno degli eroi scozzesi degli anni '90
Tom Kiernan: rugby a passo di reel

Tom Kiernan: rugby a passo di reel

Il leggendario capitano di Irlanda e Lions degli anni'60.
Conor O’Shea: fratello d’Italia

Conor O’Shea: fratello d’Italia

Conosciamo meglio l'attuale coach degli Azzurri

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Miti del Rugby

notizie più cliccate di Miti del Rugby

  •    0 commenti   5 anni fa

    Ivan Francescato: placcato dal destino

    Ivan Francescato, talentuoso giocatore della Benetton Treviso e della nazionale azzurra, stroncato da un destino crudele a soli 31 anni.

  •    0 commenti   2 anni fa

    Andrea Masi: duro come la roccia

    In una carriera durata sedici anni Andrea Masi ha vestito tutte le maglie che vanno dalla numero 10 alla numero 15, ha partecipato a quattro edizioni della Coppa del Mondo e ad oggi è l’unico italiano ad essersi meritato il titolo di “miglior giocat

  •    0 commenti   2 anni fa

    Massimo Mascioletti: una vita al massimo.

    La leggenda aquilana.

  •    0 commenti   6 anni fa

    Zinzan Brooke: il numero uno dei numeri 8

    Il fisico da avanti, abbinato ad una tecnica da trequarti, hanno reso il neozelandese Zinzan Brooke il numero 8 più forte nella storia del rugby.

  •    0 commenti   6 anni fa

    Jonny Wilkinson: condannato alla perfezione

    Jonny Wilkinson sarà sempre ricordato come l'uomo che col suo calcio ha fatto entrare l'Inghilterra nell’elenco dei vincitori della Coppa del Mondo di rugby, ma quel momento è solo il punto culminante di una carriera straordinaria.