notizie in primo piano di Miti del Rugby

   0 commenti   13 ore fa

Murray Mexted: questione di classe

L'istrionico Numero 8 degli All Blacks di fine anni '70.

Personaggio istrionico, sia in campo che fuori, Murray Mexted ha giocato 34 test consecutivi con la maglia numero 8 degli All Blacks, dalla fine degli anni ’70 sino alla metà degli ‘80: un record quando si è ritirato.
   0 commenti   14 giorni fa

Denis Charvet: l’ultimo passaggio

Il talentuoso trequarti centro francese degli anni ottanta.

Il francese Denis Charvet ha formato assieme a Philippe Sella la migliore coppia di trequarti centro in circolazione nella seconda metà degli anni ottanta.
   0 commenti   28 giorni fa

Andrew Sheridan: lo chiamavano Bulldozer

Il potente pilone del pack inglese ai mondiali del 2007.

Pilone anomalo, in quanto più alto della media per quel ruolo, Andrew Sheridan era dotato di una strabiliante forza fisica, che lo ha fatto paragonare ad un Bulldozer
   0 commenti   1 mese fa

Gregor Townsend: tocco di classe

La migliore apertura del rugby scozzese.

Gregor Townsend è considerato il miglior mediano d’apertura mai nato in Scozia, anche se la sua versatilità gli ha permesso di giocare spesso come centro. Nel suo palmares Gregor vanta un tour di successo con i British & Irish Lions e l …
   0 commenti   1 mese fa

Dylan Mika: il gigante gentile

L'All Black che ci ha lasciato a soli 45 anni

L'All Black Dylan Mika è stato costretto a passare l’ovale troppo presto, dopo una vita complicata da problemi di salute. Conosciuto come il Gigante Gentile, di questo enorme terza linea si ricorda anche una stagione tra le fila del Brescia.
   0 commenti   2 mesi fa

Storia e origini del Rugby Sevens

Tra leggenda e realtà: la storia del rugby a sette

Non ci sono documenti ufficiali a dimostrarlo ma la leggenda narra che tutto iniziò nel 1883 quando il Melrose Football Club, cittadina di circa un migliaio di abitanti situata a sud della Scozia, stava cercando idee per aiutare le finanze del Club. 
   0 commenti   2 mesi fa

Da Che Guevara a Papa Francesco, tutti quelli che hanno giocato a rugby

Le personalità di spicco della storia che hanno praticato il rugby a livello amatoriale

La passione ovale non conosce limitazioni e tante sono le personalità del mondo dello spettacolo, sport, politica che hanno dedicato gli anni della gioventù a questo sport
   0 commenti   2 mesi fa

Curiosità, i palloni ufficiali dei Mondiali di rugby

Tutti gli ovali ufficiali dal 1987 al 2019

Così come eventi di portata mondiale come i Mondiali di Calcio anche la Rugby World Cup ha legato la sua immagine ad un elemento simbolico: il pallone. Dietro al “pallone ufficiale” vi è un forte impatto commerciale e promozionale, e World …

ultime notizie di Miti del Rugby

  •   0 commenti   2 mesi fa

    Dean Greyling: l’indimenticabile pilone Springboks [VIDEO]

    Quei terribili 30 minuti di Greyling contro gli All Blacks

    Era il 15 settembre 2012 e a Dunedin si stava giocando All Blacks - Sudafrica di Rugby Championship. L’allora allenatore Heyneke Meyer decide di sostituire il già famoso pilone& …
  •   0 commenti   2 mesi fa

    Curiosità, perchè il pallone è ovale?

    Il motivo di quella forma... e dei 15 giocatori

    A questa domanda in molti risponderanno "per una presa migliore". Si, indubbiamnete la forma oblunga agevola il possesso palla e i passaggi, ma non è questa la ragione per cui i pallo …
  •   0 commenti   3 mesi fa

    Mike Teague: Iron Mike

    L'uomo più duro del rugby inglese

    Capace di giocare tanto flanker quanto terza linea centro, Mike Teague, soprannominato iron Mike, ha totalizzato 27 presenze con la nazionale inglese tra la fine degli anni ’80 e l’inizio  …
  •   0 commenti   3 mesi fa

    Rob Wainwright: ordinary hero

    Uno degli eroi scozzesi degli anni '90

    Abile saltatore in touche, Rob Wainwright ha guadagnato 37 caps con la nazionale soczzese, 13 dei quali in veste di capitano e ha preso parte al tour con i British Lions in Sudafrica nel 199 …
  •   0 commenti   3 mesi fa

    Anton Oliver: il giocatore di rugby pensante

    Il tallonatore più intellettuale degli All Blacks

    Tallonatore e capitano, Anton Oliver era considerato una sorta di rarità tra gli All Blacks e alcuni dei suoi contemporanei per il fatto di essere un intellettuale, interessato all'art …
  •   0 commenti   3 mesi fa

    James Small: bad boy

    L'ala degli Springboks campione del mondo nel 1995

    Il trequarti ala James Small è stato il primo sudafricano a subire un’espulsione a livello internazionale, ma anche uno dei giocatori fondamentali per gli Springboks durante il vittorioso …
  •   0 commenti   4 mesi fa

    Emile Ntamack: la pantera nera

    Uno dei migliori trequarti francesi di sempre

    Trequarti versatile, in grado di giocare indistintamente estremo, ala e centro. Emile Ntamack ha guadagnato 46 caps con la nazionale francese, dalla metà degli anni ’90 sino all&rsqu …
  •   0 commenti   4 mesi fa

    Bernard Gadney: cuore coraggioso

    Il primo capitano inglese che ha sconfitto gli All Blacks

    Nel 1936 il mediano di mischia Bernard Gadney ha condotto da capitano l'Inghilterra alla prima vittoria contro gli All Blacks, quando ha dato inizio all’azione che ha portato alla  …
  •   0 commenti   4 mesi fa

    Ignacio Corleto: una meta per fare la storia

    L'estremo dei Pumas che ha piegato la Francia ai mondiale del 2007.

    Estremo dotato di notevole velocità, Ignacio Corleto ha realizzato la meta che ha permesso all'Argentina di battere la Francia nella partita inaugurale della Coppa del Mondo del 2 …
  •   0 commenti   4 mesi fa

    Toutai Kefu: zona di collisione

    Il Numero 8 dei Wallabies campione del mondo nel 1999

    Grosso, veloce e potente, Toutai Kefu aveva il corpo benedetto dalle naturali caratteristiche atletiche di molti tongani, affinato con l’abilità ed il talento tipico del rugby a …

notizie più cliccate di Miti del Rugby

  •    0 commenti   4 anni fa

    Ivan Francescato: placcato dal destino

    Ivan Francescato, talentuoso giocatore della Benetton Treviso e della nazionale azzurra, stroncato da un destino crudele a soli 31 anni.

  •    0 commenti   1 anno fa

    Andrea Masi: duro come la roccia

    In una carriera durata sedici anni Andrea Masi ha vestito tutte le maglie che vanno dalla numero 10 alla numero 15, ha partecipato a quattro edizioni della Coppa del Mondo e ad oggi è l’unico italiano ad essersi meritato il titolo di “miglior giocat

  •    0 commenti   1 anno fa

    Massimo Mascioletti: una vita al massimo.

    La leggenda aquilana.

  •    0 commenti   2 mesi fa

    Da Che Guevara a Papa Francesco, tutti quelli che hanno giocato a rugby

    Le personalità di spicco della storia che hanno praticato il rugby a livello amatoriale

  •    0 commenti   5 anni fa

    Zinzan Brooke: il numero uno dei numeri 8

    Il fisico da avanti, abbinato ad una tecnica da trequarti, hanno reso il neozelandese Zinzan Brooke il numero 8 più forte nella storia del rugby.

  •    0 commenti   5 anni fa

    Jonny Wilkinson: condannato alla perfezione

    Jonny Wilkinson sarà sempre ricordato come l'uomo che col suo calcio ha fatto entrare l'Inghilterra nell’elenco dei vincitori della Coppa del Mondo di rugby, ma quel momento è solo il punto culminante di una carriera straordinaria.

  •    0 commenti   1 anno fa

    Elio Fusco: l’oro di Napoli

    La leggenda degli scudetti della Partenope.

  •    0 commenti   10 mesi fa

    Conor O’Shea: fratello d’Italia

    Conosciamo meglio l'attuale coach degli Azzurri

  •    0 commenti   2 anni fa

    Marco Bollesan: nel nome del rugby

    ( di Roberto Vanazzi) Marco Bollesan è il monumento del rugby italiano. Vincitore di due scudetti, con la Partenope e il Brescia, il flanker ha vestito la maglia della nazionale per dieci anni, di cui sei da capitano. Da allenatore Bollesan ha guidato g

  •    2 commenti   6 mesi fa

    Da Maci Battaglini a Michele Campagnaro, quanti italiani all'estero!

    Le leggende Azzurre che hanno portato il tricolore nei grandi club stranieri

  •    0 commenti   1 anno fa

    Corrado Pilat: il fango sotto i piedi

    Corrado Pilat è stato un giocatore dotato di tecnica brillante, notevole intelligenza tattica, e una precisione nei calci che lo hanno posizionato all’attuale ottavo posto nella classifica dei migliori realizzatori nella storia del campionato italiano

  •    0 commenti   7 mesi fa

    Bakkies Botha – Il distruttore

    Il cattivo degli Sprinboks, tra successi e squalifiche