1 mese fa 10/02/2020 10:10

I commenti di Franco Smith e Luca Bigi dopo Francia - Italia

Smith “c’è stata fiducia nel nostro sistema”. Bigi “non abbiamo mollato”

Nel secondo turno del Guinness Sei Nazioni 2020 la Francia ha superato 35-22 l’Italia allo Stade de France di Parigi in un match caratterizzato dal vento e dalla pioggia che sono via via aumentate con il passare dei minuti. I francesi di Fabien Galthié ottengono vittoria, punto bonus e Trofeo Garibaldi oltre al primato in classifica del 6 Nazioni. La partita però non è stata a senso unico come quella di settimana scorsa a Cardiff giocata contro il Galles, dopo 17 minuti il 13-0 dei francesi poteva far presagire l’ennesima Caporetto ma i nostri hanno avuto una buona reazione con la meta di Minozzi (arrivata grazie a un offload fortunoso su Hayward ndr) tenendo in bilico il match e concedendo pochi spazi. La Francia ha comunque dimostrato una evidente superiorità fisica e ha meritato la vittoria, nota positiva la meta nel finale di Bellini arrivata da una ottima intuizione di Licata.

I dubbi rimangono sull’ultima azione quando Canna ha preferito calciare fuori piuttosto che provare a risalire il campo per segnare la quarta meta, quella che sarebbe valsa il punto di bonus.

 

Al termine della partita hanno commentato così il CT e il capitano dell’Italia Franco Smith e Luca Bigi.

“C’è stato qualche errore di troppo da parte nostra nei primi 15 minuti - esordisce Franco Smith -, poi siamo migliorati soprattuto nei punti d’incontro rispetto a settimana scorsa. C’è ancora tanto su cui lavorare per migliorare, oggi abbiamo creato spazi in attacco, fa piacere l’aver trovato fiducia nel nostro sistema è questo è molto importante.”

Rispetto ai primi minuti è sicuramente migliorato l’aspetto difensivo.

“Non abbiamo mai placcato così tanto - continua Smith -, il nostro piano di gioco consisteva nel metterli velocemente a terra per andare a contestare sulla palla. E’ una nuova tecnica.

La differenza negli ultimi 60 minuti di partita l’ha fatta il nostro possesso, abbiamo attirato più giocatori francesi nei punti d’incontro in modo da creare maggiori spazi all’esterno”.

“Stiamo lavorando, ci sono parecchie situazioni che volgiamo cambiare rispetto a prima. Questa è una delle cose che vanno migliorate.”

Sabato 22 febbraio sarà il turno della Scozia nella 3° giornata del Torneo.

“Contro la Scozia all’Olimpico dovremo iniziare la partita come gli ultimi 60 minuti giocati contro la Francia. Non sarà una partita facile, loro vorranno vincere a Roma”.

 

 

Il capitano e tallonatore dell’Italia Luca Bigi.

“Siamo riusciti a mettere in campo ciò su cui abbiamo lavorato durante la settimana, la velocità nei punti d’incontro è stata fondamentale. Ripartiamo da quello di buono che è stato fatto, dall’immediatezza sulle pulizie dei punti d’incontro per avere palle veloci e creare il nostro gioco.”

“E’ stata una partita che non è iniziata benissimo, l’altezza dei nostri placcaggi non era ottimale e ciò non ci ha permesso inizialmente di rallentare i loro palloni.”

Il pacchetto di mischia azzurro non ha mal figurato.

“Il pacchetto di mischia è migliorato durante la partita, ha risposto bene, le fasi statiche sono state buone e non abbiamo mollato fino alla fine. A differenza della partita di Cardiff dove abbiamo subito due mete nel finale stavolta la meta l’abbiamo segnata noi, questa è una nota positiva che va sottolineata.”

“Abbiamo iniziato un nuovo processo - conclude Bigi -, tra i nostri obbiettivi c’è quello di meritare il rispetto degli avversari, oggi ce lo siamo guadagnato. Rimaniamo umili, oggi nel complesso è stata una prestazione positiva, prendiamo ciò che di positivo è stato fatto e pensiamo alla prossima partita.”

 

Aggiornamenti riguardo al forfait pre partita di Alessandro Zanni, al suo posto ha giocato Dean Budd inizialmente in panchina ed è entrato nei 23 Jimmy Tuivaiti inizialmente in tribuna: il seconda linea del Benetton ha avuto un problema alla schiena ma dovrebbe recuperare in 10 giorni ed essere quindi disponibile per il match contro la Scozia.

 

 

Risultati e classifica della 2° giornata di 6 Nazioni 2020 - clicca sul match per tabellino e statistiche

 

 

 

Visita Rugbymeet Shop e scopri tutte le offerte

 


 

Scopri la nuova liena di palloni RM


 

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU

Michele Morra  1 mese fa

"C’è stato qualche errore di troppo da parte nostra ".Ho l'impressione di averla già sentita questa frase al termine di un incontro dei nostri,il guaio è che se giochi con una tier2 forse te li puoi anche concedere tanti errori,ma se pretendi di competere con le tier1 devi far conto che non riesci a rimontare nemmeno un passivo di 5 punti,figuriamoci di 20 e oltre.In bocca al lupo Smith,colpe non ne hai e chiunque altro al tuo posto non credo farebbe di meglio ma ricordati cosa disse Mallett sul rugby e gli Italiani...

Francesco Venturelli  1 mese fa

Cambiare si può come ho già scritto mille volte e lo ripeto. Facciamo un campionato a squadre Europeo, escluse le squadre del sei Nazioni ovviamente, con sede in Italia assieme a federazioni interessate a fare crescere il rugby nel loro paese. È l'unica soluzione praticabile per aumentare il livello dei nostri giocatori e avere più possibilità di scelta in nazionale. Meditate gente, meditate

Aldo Nalli  1 mese fa

Forse abbiamo perso un treno che non so quando e se ripassa. Il grosso dell'interesse è stato nel periodo di calciopoli, quando la gente era stufa delle porcate del calcio e di riflesso il focus si è riversato sul rugby con i cosiddetti valori millantando che tutto era meglio del calcio... Unito a buoni risultati e sulla scia dell'entrata al 6N. Ma oggi il rugby si è sputtanato che da valori si è scoperto che non è meglio degli altri sport quando poi si parla di soldi investiti nello sport e non ad ingrassare le società, specchiandosi aimé con il calcio. Ora il calcio sta riprendendo piede e di conseguenza il rugby con tutte le sue sconfitte e soggiogata al dio denaro è tornata nell'oblio.... Il cambiamento parte dal vaso, da quando il genitore accompagna il figlio o figlia agli allenamenti ed a vedere le partite di rugby, allargando e sovvenzionando le società, facendo crescere anche il rugby nel sud, con l'innesto di buoni allenatori che allenano altri allenatori e dirigenti che guardano alla realtà del momento, non dire che c'è sempre qualcosa da salvare negando le evidenze, dov'è il valore che tanto si millantava nel rugby! Mah.

notizie correlate

Finale RWC 1987: Nuova Zelanda - Francia 29-9 [VIDEO]

Finale RWC 1987: Nuova Zelanda - Francia 29-9 [VIDEO]

Le grandi finali della Coppa del Mondo di Rugby
FFR: pronti 35 milioni di euro per il rugby francese

FFR: pronti 35 milioni di euro per il rugby francese

Bernard Laporte “Il ruolo di una federazione è quello di aiutare i suoi club quando ne hanno bisogno”
Mohamed Haouas squalificato per il pugno a Jamie Ritchie [VIDEO]

Mohamed Haouas squalificato per il pugno a Jamie Ritchie [VIDEO]

Il pilone della Francia era stato espulso contro la Scozia nell’ultimo turno del 6 Nazioni
Tutte le mete di Scozia-Francia 28-17 [VIDEO]

Tutte le mete di Scozia-Francia 28-17 [VIDEO]

Gli highlights della gran sfida tra il Cardo e i Blues, quella che ha annullato il Grande Slam
La Francia vede rosso e cestina il Grande Slam

La Francia vede rosso e cestina il Grande Slam

Mohamed Haouas la fa grossa, la Francia è sublime ma fa fatica e la Scozia gliele suona
Sei Nazioni Femminile: rinviata Scozia-Francia a causa del coronavirus

Sei Nazioni Femminile: rinviata Scozia-Francia a causa del coronavirus

Una giocatrice è stata trovata positiva al test del virus

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di 6 Nazioni

notizie più cliccate di 6 Nazioni