7 anni fa 05/11/2012 18:02

Mantova frena la corsa di Varese

La partita è stata bella, tirata e gradevole da vedere

Mantova – Varese 22-14 (Primo tempo: 13-11)
Marcatori: mt Bobbato, 2 cp De Martino, 1 cp Affri
Varese: Maccarelli (Porcelli); De Cecilia R., Taverna, Salvalajo, Trombetta (Pellumbi); De Martino (Affri), De Cecilia L.; Bobbato (c), Sessarego S. (Bertoni), Contardi; Montalbetti, Lacché (Caputo); Gulisano (Maletti), Verdelli Sessarego G.), Bosoni. Allenatore: Pella.
MANTOVA - Varese è tornato a casa dal "Migliaretto" con un pugno di mosche in mano, neppure il bonus scappato via nei minuti finali e il 14-22 a referto sul taccuino di Russo suona come una beffa.
La partita è stata bella, tirata e gradevole da vedere, le due squadre si sono affrontate a viso aperto mettendo in campo molta aggressività sui punti d’incontro tant’è che entrambe hanno fatto fatica a proporre e cercare di imporre il proprio gioco. Ieri più che mai è stato penalizzante per Varese il metro e mezzo di spinta lecito in serie C, una regola assurda che andrebbe decisamente riscritta. Biancorossi nettamente più forti ma nella mischia chiusa non ha potuto dimostrarlo se non per quel citato metro e mezzo. Questo è il regolamento e bisogna adeguarsi, ma se le lamentele arrivano dall’intero (o quasi) blocco della serie C una riflessione andrebbe quanto meno fatta lassù dove si scrivono le regole. Varese ha avuto il suo momento di gloria in avvio di partita grazie al piede del debuttante De Martino preciso nel trovare la via dei pali per il 3-0. Pari dei virgiliani quindi l’unica meta biancorossa al 19’, autore il capitano Bobbato: ripartenza da mischia chiusa appena dento i "ventidue" e Bobbato è partito alla sua maniera, sportellate a destra e manca e palla oltre la linea di meta per l’8-3. La replica di Mantova (8-13) e di nuovo De Martino (piazzato) hanno portato la gara al riposo sull’11-13, ma l’intervallo, ancora una volta, non ha portato buoni consigli. Alla ripresa venti minuti di apnea e i padroni di casa si sono portati a +8, e la partita da lì non s’è più sbloccata, un piazzato a testa (Affri per Varese) e il finale è stato scritto.
Unica vera occasione a 6’ dal termine, 14-19 e Varese in ruck avanzante vicino alla meta. Però un colpo fortuito in testa ha fatto svenire un giocatore avversario e l’arbitro ha immediatamente fermato il gioco per assicurarsi le condizioni dell’atleta. Giustissimo, anzi guai se non fosse stato così perché l’incolumità dei giocatori va ben oltre una semplice meta.

Fotografia di Parisi Giuseppe www.g2-studio.com

notizie correlate

Consiglio Fir slittato: quando ripartiranno i campionati?

Consiglio Fir slittato: quando ripartiranno i campionati?

Serve il Protocollo per o svolgimento in sicurezza delle gare
Rugby: l’affluenza agli stadi 2019/20

Rugby: l’affluenza agli stadi 2019/20

Quanti spettatori fanno registrare all’estero? Qual’è il gap con le italiane?
Rugby: arriva in Italia il Tetra Tackle bag [VIDEO]

Rugby: arriva in Italia il Tetra Tackle bag [VIDEO]

Rugbymeet è l'importatore ufficiale per l’Italia dell’innovativa “macchina” da placcaggio
Calcio piazzato record da 80 metri [VIDEO]

Calcio piazzato record da 80 metri [VIDEO]

Notate qualche movimento inusuale nel piazzato?
Rugby: online il catalogo RM 2020/21

Rugby: online il catalogo RM 2020/21

Scegli tra la vasta gamma di prodotti certificati Rugbymeet, alta qualità a prezzi davvero convenienti
Rugby: il nuovo protocollo per l’allenamento in sicurezza

Rugby: il nuovo protocollo per l’allenamento in sicurezza

E' possibile tornare a utilizzare gli spogliatoi degli impianti sportivi
Lewis Carroll: l'autore di Alice frequentò la Rugby School

Lewis Carroll: l'autore di Alice frequentò la Rugby School

A Rugby, Carroll visse uno dei momenti meno felici della sua vita
In Veneto via libera agli sport di contatto, rugby compreso

In Veneto via libera agli sport di contatto, rugby compreso

Il governatore Zaia “lo sport di contatto e di squadra è autorizzato”

ultime notizie di Serie C

notizie più cliccate di Serie C