3 mesi fa 31/01/2020 11:46

Serie B: Cus Milano, Florentia, Bologna 1928 e Primavera campioni d’inverno

L’aggiornamento sulla Serie B prima della pausa

Cus Milano, Florentia, Bologna 1928 e Primavera sono i campioni d’inverno della Serie B 2019-2020. Le quattro capolista si sono confermate al comando dei rispettivi gironi vincendo tutte le partite con il bonus. L’undicesima giornata ha sancito anche la posizione di ultime in classifica per Sondrio Sertori (Girone 1), Highlanders Formigine (Girone 2), le cadette di Valsugana e Verona (Girone 3) e Ragusa (Girone 4), tutte sconfitte nettamente. Compiuto il giro di boa le 47 formazioni di B potranno ricaricare le batterie con due settimane di sosta, prima di riaprire le ostilità con la prima giornata di ritorno il 16 febbraio.

 

Classifiche e risultati di Serie B

 

GIRONE 1. Successi abbondanti per tutte le squadre di vertice, a partire dal devastante 102-0 con cui il Tutto Cialde Lecco secondo in classifica (46 punti) ha demolito il fanalino di coda Sondrio Sertori, ultimo con 9 punti. Derby lombardo senza storia anche nel caso di Cus Milano-Varese, rispettivamente prima a 52 punti e penultima a quota 10, terminato sul punteggio di 65-5, mentre il Nordival Rovato, terzo a 42, ha messo al tappeto 41-14 l’Amatori Capoterra, che condivide il decimo posto con i varesotti. La partita più combattute è stata Everest Piacenza-Amatori&Union Milano, terminata sul 36-37 dopo la rimonta degli ospiti negli ultimi venti minuti. I meneghini (33 punti) sorpassano in classifica gli emiliani (30) guadagnando il quarto posto davanti al Monferrato (32), che ha espugnato 24-31 l’insidioso stadio del Bergamo, nono a quota 17. L’altra sfida tirata fino all’ultimo, Ivrea-Franciacorta, si è chiusa con la vittoria dei padroni di casa per 16-10: in ogni caso per entrambe le neopromosse c’è la soddisfazione di aver scavallato la prima stagione di B a metà classifica, con 24 punti per i bresciani e 21 per gli eporediesi.

GIRONE 2. Turno con una sola sorpresa nel girone da 11 squadre, ovvero la vittoria con bonus del Lions Amaranto (23 punti), per 32-19, sul più quotato Parma 1931 (20): i neopromossi livornesi si confermano così mina vagante superando in classifica proprio i gialloblù emiliani. Per il resto ampi successi per tutte le favorite, a partire dal Florentia che chiude l’andata imbattuto, a 49 punti (in 10 partite), stroncando 48-14 l’Imola penultimo (7 punti). In seconda posizione rimane il Giacobazzi Modena (41 punti), che ha sconfitto 30-12 il Cus Siena nono a quota 16, in terza il Livorno che ha espugnato il terreno del fanalino di coda Highlanders Formigine (1 punto) con il risultato finale di 5-36. Grande battaglia infine tra Jesi 1970 e la cadetta dell’Unione Capitolina: un match vibrante che si è concluso su un eloquente 19-20. L’Amatori Valorugby Emilia, quarto a quota 30, ha invece osservato il turno di riposo.

GIRONE 3. Hanno chiuso l’andata in bellezza tutte le prime sei ad eccezione del Mogliano, sconfitto dal Villorba nel big match tra formazioni trevigiane. I giallobù secondi in classifica con 43 punti hanno espugnato il terreno sintetico dei cadetti biancoblu con il punteggio di 10-28, mantenendosi ad una lunghezza dalla capolista Bologna 1928 (43 punti), che invece non ha dato scampo al Cus Padova (19 punti, nona posizione) lasciandolo a bocca asciutta 0-33. Notevole il successo esterno del Patavium Union, terza forza del girone con 40 punti, che ha travolto i cugini del Valsugana in un derby padovano senza storia terminato 10-63. Per i cadetti biancazzurri, neopromossi in B, l’andata si chiude all’ultimo posto con 7 punti in coabitazione con Verona, sconfitta dal Castellana, che imponendosi 28-0 si gode la pausa forte di 26 punti e un settimo posto notevole per una neopromossa. Mete a raffica infine tra Mirano e Brescia che hanno lottato fino al 40-30 con cui i veneziani mantengono il sesto posto, a 28 punti, mentre i lombardi si trovano in ottava posizione a quota 21.

GIRONE 4. Ultima d’andata nel segno dei derby della Capitale nel girone Sud. Come da previsioni la Primavera, prima con 53 punti e imbattuta, ha dato poche possibilità alla Roma Olimpic 1930 (19 punti) imponendosi 41-5. Molto più equilibrata è stata l’altra stracittadina, tra Arvalia Villa Pamphili (41 punti) e Us Roma 1947 (29), terminata 27-24 dopo una girandola di emozioni. Doppietta di successi per le abruzzesi, con l’Avezzano (49 punti) seconda forza del girone corsaro sul campo del Frascati 2015 (12 punti, decimo posto) con il risultato di 13-26, e il Polisportiva Paganica, terzo a quota 43, che non ha dato scampo al fanalino di coda Ragusa (4 punti), punito 14-73. Turno di derby anche in Campania e in Sicilia: all’Albricci la Partenope e il Benevento hanno dato battaglia fino al 19-25 conclusivo, che permette ai sanniti di salire a 27 punti, al sesto posto, mentre i napoletani rimangono decimi a quota 12; alla cittadella universitaria di Catania invece il Cus (25 punti) ha prevalso 32-12 sul C.L.C. Messina, che rimane penultimo con 11 punti.

 

Classifiche e risultati di Serie B

Foto Cus Milano Rugby

 

 

 

 

Visita Rugbymeet Shop e scopri tutte le offerte

 

Dai un'occhiata alla nuova liena di palloni RM

 

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU

notizie correlate

Protocollo Fir: “così si allenano i podisti”

Protocollo Fir: “così si allenano i podisti”

Vietato passarsi la palla o condividere scudi da placcaggio
Vittorio Munari a 360 gradi sul rugby italiano

Vittorio Munari a 360 gradi sul rugby italiano

Accademie? Fallimento totale. Nei Media c’è gente che è organo di partito
Si ritira Agustin Costa Repetto, il prima linea metaman del campionato italiano

Si ritira Agustin Costa Repetto, il prima linea metaman del campionato italiano

Chiude la sua carriera con ben 410 punti a livello professionistico
Rugby: il protocollo di ripresa degli allenamenti in sicurezza

Rugby: il protocollo di ripresa degli allenamenti in sicurezza

Le norme da adottare per le società del rugby di base
“Tagliare le Accademie per salvare il rugby italiano” la proposta di Umberto Casellato

“Tagliare le Accademie per salvare il rugby italiano” la proposta di Umberto Casellato

I costi legati al progetto Accademia non sono più sostenibili, bisogna fare un passo indietro
Rugby: riaprono i centri sportivi

Rugby: riaprono i centri sportivi

Le ordinanze regionali riguardanti lo sport
Marco Martello e gli scenari futuri per il rugby italiano

Marco Martello e gli scenari futuri per il rugby italiano

“Bene gli aiuti Fir ma chiaramente non basteranno”

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Serie B

notizie più cliccate di Serie B