11 giorni fa 08/10/2019 13:26

De Carli: “il nostro pacchetto sarebbe stato all’altezza nella sfida in mischia”

Sudafrica - Italia: l’infortunio a Riccioni è stata una mossa voluta?

Sud Arica - Italia. Dopo pochi minuti sia Simone Ferrari che Marco Riccioni, i due piloni destri azzurri, hanno dovuto abbandonare il campo per infortunio costringendo l’arbitro Wayne Barnes ad optare dal quel momento in poi per le mischie no-contest. Simone Ferrari ha avuto un infortunio muscolare alla prima mischia, Riccioni, subentrato poco dopo, ha lamentato problemi al collo, probabilmente dopo un placcaggio, ma in realtà i fisioterapisti dello staff sono intervenuti in campo sul suo costato. Sta di fatto che Riccioni è poi uscito dal campo sotto il protocollo della concussion per salvaguardare eventuali problemi alla testa.

Qualcuno ha avanzato ipotesi sul volontario infortunio dei nostri piloni destri contro il Sudafrica in modo di avere più chances di vincere la partita. Forse qualche risposta la possiamo trovare nelle parole dell’allenatore della mischia italiana Giampiero De Carli:

“Abbiamo avuto due infortuni importantioccorsi a Ferrari e Riccioni durante il primo tempo di Sudafrica-Italia, fattore che ci ha costretto a giocare mischie no-contest in corso d’opera. Abbiamo lavorato tutta la settimana con un determinato tipo di gioco che non comprendeva questa eventualità. Il nostro pacchetto di mischia è competitivo e sono sicuro che lo avrebbe dimostrato anche in questa occasione”.

 

In effetti la mischia chiusa negli scorsi anni è sempre stato un punto di forza per noi, ultimamente meno, va detto. Contro gli Springboks però si è notata fin da subito una certa supremazia del pacchetto avversario.

 

Chiuso l’amaro capitolo Sudafrica ora c’è da pensare ai Campioni del Mondo All Blacks. Nel frattempo nel gruppo azzurro sono stati aggregati Giosuè Zilocchi e Danilo Fischetti con Simone Ferrari e Marco Riccioni che hanno già fatto rientro in Italia.

“In rosa abbiamo giocatori validi che sapranno mostrare il proprio valore in campo, oltre ai due nuovi arrivati Zilocchi e Fischetti che ci daranno una mano sia con le loro qualità, sia con la loro voglia di mettersi in gioco in una partita importante come quella contro gli All Blacks. Sarà importante avere una grande concentrazione durante la settimana” ha concluso l’allenatore della mischia De Carli.

 

Nuova Zelanda - Italia, quarto match del Girone B, è in programma sabato 12 ottobre al Toyota City Stadium alle 13.45 locali (6.45 italiane), la partita sarà trasmessa in diretta TV su Rai 2 con telecronaca di Andrea Fusco e Andrea Gritti.

 

 

Risultati e classifiche dei gironi della Rugby World Cup 2019 - clicca sul match per tabellino e statistiche

Clicca qui per tutte le dirette (in Italia) della Rugby World Cup 2019

 

 

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU

Domenico Zanni  11 giorni fa

Mtawarira èstato fortunato che non c'eraun terzo pilone destro in panchina altrimenti avrebbe visto i sorci verdi.........

Michele Morra  11 giorni fa

Ovviamente De Carli lotta per la sua personale pagnotta,è ovvio che dica queste cose.Nell'incontro abbiamo visto un paio di "arature" da parte dei sudafricani che nulla di buono lasciavano presagire,ma se De Carli è ottimista va bene.

Federico Perazza  11 giorni fa

Io non capisco perchè , se non per politica pura , non si sia cambiato anche lui e goosen allenatore di mischia e difesa ...

Bjarne Melani  11 giorni fa

Io lo dico online da qualche anno: la mischia italiana non è più un punto di forza della nazionale più o meno da quando c'è De Carli. C'è stato in quel periodo anche un cambio generazionale sia in prima che, forse ancora più importante, in seconda linea. Forse quindi è un caso e non responsabilità di De Carli, ma sarebbe una valutazione da fare perché i risultati delle mischie sono insoddisfacenti da 6-7 anni.

Aldo Nalli  11 giorni fa

Beh, se come ha giustamente detto Stefano Nicoletti la "psicologia comportamentale applicata allo sport...." Si conclude con certe affermazioni, apposto siamo! Secondo me si chiama illusione e tracotanza. Scusate, ma sono proprio stufo di ste frasi politicamente corrette. Io vorrei cuttitta e della sana competizione interna, no il posto sicuro, con un po' di fuoco sotto il sedere tutti produciamo di più.

Michele Morra  11 giorni fa

Al finale si tirano le somme,e se la spedizione è stata un fallimento,e dubito che la valutazione possa cambiare dopo l'incontro con gli AB,credo sia giusto azzerare tutto lo staff perchè le responsabilità vanno condivise (magari anche rimettendo in discussione i vertici federali).Io spero vivamente che si azzeri tutto,si guardi ai giovani e si mettano fuori rosa quelli che hanno già dato o che non hanno dimostrato di valere la maglia azzurra.Senza rincorrere inutili record di presenze alla Totti (e magari anche con tanto di partita di addio con lacrimuccia annessa).

Fernando Cimini  10 giorni fa

I misteri dello staff Italiano. Il suo reparto non funziona? Va tutto bene, stiamo progredendo. Vero che hanno cambiato le regole della mischia e della maul verso il 2013, e da li in poi più i ricambi generazionali, non abbiamo fatto vedere niente di speciale in quelli reparti.

notizie correlate

Giampiero De Carli torna a parlare del match con l'Irlanda

Giampiero De Carli torna a parlare del match con l'Irlanda

Le dichiarazioni del coach della mischia Azzurra: "Dobbiamo essere più precisi e migliorare l'esecuzione"
Giampiero De Carli "Sabato dobbiamo abbassare il ritmo dell'Australia"

Giampiero De Carli "Sabato dobbiamo abbassare il ritmo dell'Australia"

L'allenatore della mischia Azzurra commenta la partita con Fiji e guarda alla sfida con i Wallabies
Italrugby: De Carli guarda alla Scozia e ripete “è un lavoro che richiede tempo”

Italrugby: De Carli guarda alla Scozia e ripete “è un lavoro che richiede tempo”

“Non basta un 6 Nazioni per portare a termine la nostra crescita”
Italia al lavoro per la Francia, sabato torna il 6 Nazioni

Italia al lavoro per la Francia, sabato torna il 6 Nazioni

De Carli “Stiamo lavorando tutti duro per continuare il nostro cammino”
Conor O'Shea parla al termine del Mondiale: "C'è speranza per il futuro"

Conor O'Shea parla al termine del Mondiale: "C'è speranza per il futuro"

Il coach della Nazionale dice la sua sulla squadra al termine della Rugby World Cup

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Rugby World Cup

notizie più cliccate di Rugby World Cup