16 giorni fa 19/11/2019 00:30

Capitani in Finale di Coppa del Mondo di Rugby

Il sogno, nel sogno, del sogno

Inception, un film del 2010 scritto e diretto da Christopher Nolan, racconta la storia di un gruppo di “ladri” che hanno la capacità di rubare segreti agli sconosciuti addormentandosi con loro ed infiltrandosi, fino a tre gradi di profondità, nei loro sogni. Tre livelli di sogno, esattamente quello che accade a tantissimi giovani che fanno sport. Si può sognare di diventare uno sportivo professionista, di vestire la maglia della propria nazionale e di partecipare, magari, alla Coppa del Mondo, oppure di essere i capitani della squadra della propria nazione.

Un incarico delicato da ricoprire, ma non tutti ci arrivano dopo anni ed anni di desiderio; molti lo fanno per il semplice egocentrismo che fa parte della natura umana, tanti altri lo diventano quasi involontariamente.
Per dote naturale.

Nelle nove edizioni fin qui disputate, sono stati otto i capitani che hanno potuto alzare al cielo la Web Ellis Cupmentre in nove hanno visto passare la gloria eterna senza riuscire ad afferrarla.
Il neozelandese Richie McCaw, ad oggi, è l’unico giocatore ad aver vinto per ben due volte - per di più consecutivamente - la Coppa del Mondo da capitano (2011 e 2015). Il suo connazionale Sean Fitzpatrick è uno dei due giocatori (l’altro è l’inglese Phil Vickery) ad aver vinto la Coppa senza essere capitano (1987 - Vickery la vinse nel 2003) e ad averla persa quando si è trovato ad esserlo (1995 - Vickery la perse nel 2007).

L’australiano John Eales ha avuto l’onore di vincerla sia da giocatore “semplice” (1991) che da capitano (1999).
La nazione con più capitani Campioni del Mondo è il Sudafrica (François Pienaar, 1995, John Smith, 2007, e Siya Kolisi 2019) ed è seguita sia dall’Australia (Nick Farr- Jones, 1991 e John Eales, 1999), che dalla Nuova Zelanda (David Kirk, 1987, e Richie McCaw, 2011 e 2015).

L’Inghilterra è rappresentata solamente da un giocatore: Martin Johnson, 2003.
C’è poi la classifica dei capitani sconfitti, nessuno di loro, ad oggi, ha avuto una seconda possibilità di riscatto.
La classifica vede in testa l’Inghilterra (Will Carling, 1991, Phil Vickery, 2007, ed Owen Farrell, 2019) e la Francia (Daniel Dubroca, 1987, Raphaël Ibañez, 1999, e Thierry Dusautoir, 2011).
I francesi, però, al contrario degli inglesi non hanno mai vinto la Web Ellis Cup. L’Inghilterra è la squadra con più capitani ad aver disputato una finale (quattro, un vincitore e tre sconfitti); il Sudafrica è seconda (tre vincitori) insieme alla Nuova Zelanda (due vincitori e uno sconfitto) e all’Australia (due vincitori e uno sconfitto).

La Francia attende ancora di vedere un proprio capitano alzare la Coppa del Mondo ed è ultima con tre giocatori sconfitti.
Questo non vuol dire, però, che non ci siano stati uomini capaci di lasciare un segno e di coprirsi di gloria nonostante la sconfitta.

Thierry Dusautoir, ad esempio, nonostante abbia perso la finale contro la Nuova Zelanda di Richie McCaw, fu nominato “Giocatore dell’anno” proprio nell’anno della sconfitta: il 2011.
Da quando esiste il premio (dal 2001) ad oggi, è l’unico giocatore ad aver vinto tale titolo nello stesso anno in cui ha disputato la finale; nessun’altro ci è riuscito, sia che abbia vinto la Web Ellis Cup, sia che l’abbia persa.

Richie McCaw è stato insignito di tale titolo per ben tre volte (2006, 2008 e 2010), mai nell’anno della Coppa del Mondo.
La lista dei Capitani vincitori è la seguente.
David Kirk (Nuova Zelanda, 1987), Nick Farr-Jones (Australia, 1991), François Pienaar (Sudafrica, 1995), John Eales (Australia, 1999), Martin Johnson (Inghilterra, 2003), John Smith (Sudafrica, 2007), Richie McCaw (Nuova Zelanda, 2011 e 2015) e Siya Kolisi (Sudafrica, 2019).

La lista degli sconfitti, invece, è questa.
Daniel Dubroca (Francia, 1987), Will Carling (Inghilterra, 1991), Sean Fitzpatrick (Nuova Zelanda, 1995), Raphaël Ibañez (Francia, 1999), George Gregan (Australia, 2003), Phil Vickery (Inghilterra, 2007), Thierry Dusautoir (Francia, 2011), Stephen Moore (Australia, 2015) e Owen Farrell (Inghilterra, 2019).
Siya Kolisi ha ancora la possibilità di raggiungere il record di Richie McCaw ed essere uno dei due capitani capaci di vincere la Coppa per due volte (magari anche consecutivamente) e vedremo se il destino sarà gentile con Owen Farrel, dandogli la seconda opportunità.

 

 

di Simone Ciancotti Petrucci

 

 

 

 

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU
 

Scopri la nuova liena di palloni RM

notizie correlate

L’ex capitano di Inghilterra e Northampton Dylan Hartley si ritira con effetto immediato

L’ex capitano di Inghilterra e Northampton Dylan Hartley si ritira con effetto immediato

Il tallonare più presente della storia inglese dice addio al professionismo a 33 anni
Jacopo Sarto a Colorno per sorprendere

Jacopo Sarto a Colorno per sorprendere

“Il Rugby Colorno è una società ambiziosa”
Alessandro Troncon si racconta “il rugby giocato è come una droga”

Alessandro Troncon si racconta “il rugby giocato è come una droga”

L’intervista all’ex capitano azzurro oggi allenatore dei 3/4 delle Zebre Rugby
Italdonne: Manuela Furlan nuovo capitano

Italdonne: Manuela Furlan nuovo capitano

Di Giandomenico “siamo in una fase di profondo ricambio generazionale”

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Rugby World Cup

notizie più cliccate di Rugby World Cup