2 mesi fa 20/11/2019 00:27

Zebre Rugby: incubatore per giovani di talento e di ambizione

Ripartire dalla consistenza del gruppo

Articolo pubblicato su Allrugby numero 140

 

COSÌ NELLA STAGIONE 2018/2019

7° posto Conference A (3 vittorie, 18 sconfitte). Miglior marcatore 2019: Carlo Canna (83 punti). Mete: Mattia Bellini (4 mete)

 

ALLENATORE

Michael Bradley, irlandese, mediano di mischia del Munster e capitano dell’Irlanda, la cui maglia ha vestito 40 volte tra il 1984 e il 1995, da allenatore ha guidato il Connacht, l’Irlanda A, Edimburgo (che portò alle semifinali di Heineken Cup nel 2012, prima squadra scozzese a raggiungere quel traguardo) la Georgia e il CSM Bucarest. Cinquantasei anni, è alle Zebre dall’estate 2017.

Staff Andrea De Rossi (direttore sportivo), Carlo Orlandi (avanti), Corrado Pilat (tecnica individuale), Alessandro Troncon (trequarti)

 

STAGIONE 2019/2020

arrivi LucaBigi (Treviso),AlexandruTarus (Sale),Paolo Buonfiglio (Mogliano), Junior Laloifi (Manawatu), Michelangelo Biondelli (FFOO), Pierre Bruno, Marco Manfredi, Enrico Lucchin e Danilo Fischetti (tutti Calvisano), Charlie Walker (Harlequins), Mick Kearney e Ian Nagle (Leinster), Lorenzo Masselli (Lyons Pc)
partenze Matteo Minozzi (Wasps),Nicolas de Battista (Cornish Pirates), Dario Chistolini (Valorugby), Marco Ciccioli (Casi), Riccardo Raffaele (Colorno), Maicol Azzolini (Fiamme Oro), James Brown e Luhandre Luus (Valorugby).

 

STORIA

la scorsa stagione le Zebre hanno messo a segno 35 mete, quindici in meno rispetto all’anno precedente quando il club stabilì il proprio record di marcature in PRO14, 50 in 21 partite, con Mattia Bellini miglior marcatore stagionale con 8 mete.

 

Il prezzo degli infortuni

L’estate del 2017 aveva visto la Fir riprendere il controllo del club, la nomina di Andrea Dalledonne ad amministratore unico e quella di Michael Bradley come allenatore capo. Ritrovata stabilità organizzativa e sicurezza economica, la squadra nei 12 mesi successivi seppe mostrare sorprendenti qualità di gioco in attacco, attirando l’attenzione dei tecnici e la simpatia dei tifosi. La scorsa stagione però, il gruppo è stato falcidiato dagli infortuni, il più grave quello di Matteo Minozzi, la prima giornata di campionato. Successivamente sono stati assenti a lungo dal campo Mattia Bellini, Marcello Violi, Tommy Castello, Giovanni Licata, Joahn Meyer e altri. Alla fine la squadra ha pagato l’esiguità della rosa e Bradley spesso si è trovato a dover mandare in campo giovani “permit” con pochissima esperienza internazionale. L’arrivo di un robusto contingente straniero (Nagle, Kearney, Walker etc) si spera ora possa dare consistenza al gruppo, senza che venga meno il suo ruolo di formazione, incubatore per giovani di talento e di ambizione.

 

IL GIOCATORE

Edoardo Padovani, dopo una difficile stagione 2017/2018, vissuta per metà a Tolone (4 partite di cui 2 da titolare) e per metà alle Zebre (5 partite in totale tra PRO14 e Challenge Cup), lo scorso anno è tornato prepotentemente alla ribalta con 18 partite con il club e sei consecutive in Nazionale. Le tre mete nel Sei Nazioni 2019 testimoniano il rilancio di un giocatore che a 26 anni può ancora crescere a livello internazionale.

 

 

Il mensile Allrugby è acquistabile in edicola e nello shop Rugbymeet

 

 

Clicca qui per l'abbonamento annuale alla rivista Allrugby

 

 

Clicca qui per acquistare Allrugby in versione cartacea e in formato pdf

notizie correlate

In edicola Allrugby 144

In edicola Allrugby 144

Dalla A alla Z i 70 nomi per il futuro del rugby italiano. Da Aboud fino a Zatta
Pieter-Steph Du Toit: la saga di Sigfrido

Pieter-Steph Du Toit: la saga di Sigfrido

Il biondone Du Toit flanker è una delle grandi intuizioni di Erasmus
Il "progetto Italia" di Franco Smith

Il "progetto Italia" di Franco Smith

La prima intervista da capo allenatore dell’Italia
Matteo Minozzi: "mi hanno regalato un sogno"

Matteo Minozzi: "mi hanno regalato un sogno"

Quattro anni fa il debutto in Eccellenza con Calvisano, oggi la Premiership con i Wasps... a 23 anni
In edicola Allrugby numero 143: l'intervista a Franco Smith

In edicola Allrugby numero 143: l'intervista a Franco Smith

Riflettori puntati sul 6 Nazioni in compagnia di Franco Smith, Mattia Bellini, Philippe Doussy, Mark Ella, Fabio Roselli, Andrea Di Giandomenico e molti altri
Josh Adams: il metaman dei Mondiali

Josh Adams: il metaman dei Mondiali

“Non devi dare nulla per scontato. Quell’esperienza è stata una spinta per arrivare dove sono arrivato”.
La storia di Siya Kolisi, cresciuto in povertà e diventato capitano del Sudafrica campione del mondo

La storia di Siya Kolisi, cresciuto in povertà e diventato capitano del Sudafrica campione del mondo

“Partire da condizioni di sfavore non ti deve condannare: nel rugby e nella vita”
Ciao Gabbiano

Ciao Gabbiano

Il saluto a Gianfranco Zanchi, storica terza linea del Milano e dell’Italia

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Pro14

notizie più cliccate di Pro14