12 giorni fa 06/09/2019 22:42

L'Italia dura un tempo, a Newcastle vince l'Inghilterra 37-0

Non basta un grande primo tempo, vincono gli inglesi

L’Italrugby scende in campo al St James’Park di Newcastle, contro l’Inghilterra, per la sua ultima partita pre-mondiale. Con una formazione piena di esperimenti si va alla ricerca della prima vittoria storica nella nazione che ha inventato questo sport. La nostra nazionale vede per la prima volta dal primo minuto Calum Braley, ex capitano della nazionale Under 20 inglese, una coppia di centri inedita con Benvenuti e Bisegni e Jimmy Tuivaiti fuori dalla lista dei 31 che partiranno domani per il Giappone. Per gli inglesi un mix tra giovani e prime scelte con il solito Farrell a fare da guida di questa squadra. Sono presenti anche qui 4 giocatori che non prenderanno alla RWC: Ruaridh McConnochie, Joe Marchant, Charlie Ewels e Matt Kvesic.

 

Nel primo tempo è in campo un Italia davvero molto bella, ma a passare in vantaggio sono proprio gli inglesi con il loro capitano Owen Farrell al 9’, 3-0. L’occasione più grande del primo tempo capita a Tommaso Benvenuti dopo un azione da 22 fasi, ma il giocatore della Benetton finisce per perdere il pallone in avanti. L’Italia nonostante continui a giocare una grande partita non riesce ad andare a segno allora è sempre Farrell con il suo piede quasi infallibile, al 23’ e al 40’. 

Il secondo tempo vede la squadra di Eddie Jones partire con un altro passo e guadagnando sempre la linea del vantaggio nei punti d’incontro arriva la meta d’astuzia di Ben Young che parte dalla ruck e con una finta va a schiacciare. Iniziano anche a metterci sotto in mischia chiusa, punto favorevole nei primi 40’. Al 52’ recuperiamo un pallone con un’ottima controruck, ma nel raccogliere il pallone commettiamo in avanti e dalla mischia nascerà la meta di Marchant, dovuta al suo ottimo angolo e anche, probabilmente, alla disattenzione di Bisegni e di tutta la difesa italiana permettendo al centro degli Harlequines di andare a segnare in mezzo ai pali, non sbaglia Farrell, 23-0. Dopo un ottima difesa in maul, la squadra di O’Shea non riesce a ripetersi ed arriva la segnatura del pilone dei Leicester Tigers Charlie Ewels. Con la trasformazione di Farrell il risultato diventa tondo, 30-0. Arriva anche la meta di Watson, vincendo sempre ogni impatto il pallone esce alla perfezione e sull’ottimo pop giocato da Farrell l’ala, oggi estremo, di Bath va a segnare punendo la mancanza di comunicazione tra Padovani e Ruzza. 

La nota positiva che spicca in questo test è stata la partita di Sebastian Negri, migliore in campo degli azzurri fino all’infortunio subito. Buono anche l’esordio dal primo minuto di Braley.

 

Marcatori: p.t. 4’ c.p Farrell (3-0); 19’ c.p. Farrell (6-0); 40’ c.p. Farrell (9-0); s.t. 45’ m. Youngs tr. Farrell (16-0); 53’ m. Marchant tr. Farrell (23-0); 69’ m. Genge tr. Farrell (30-0); 75’ m. Watson tr. Farrell (37-0)

Inghilterra: Watson; McConnochie (52’ Cokanasiga), Marchant, Francis (47’ Ford), May; Farrell (cap), Youngs (61’ Heinz); Vunipola (58’ Kvesic), Wilson, Curry; Lawes, Launchbury (33’ Ewels); Cole (33’ Sinckler), George (57’-72’ Conwan-Dickie), Marler (33’ Genge)

All. Jones

Italia: Hayward; Bellini, Bisegni, Benvenuti, Padovani; Canna (72’ Allan), Braley (54’-64’ Palazzani) (72’ Palazzani); Tuivaiti (41’ Mbandà), Steyn, Negri (48’ Ruzza); Budd (cap), Sisi (69’ Zanni); Ferrari (46’ Riccioni), Fabiani (54’ Zani), Quaglio (46’ Lovotti)

All. O’Shea

Arb. Ben O’Keeffe (NZL)

Calciatori: Farrell (Inghilterra) 7/8

Note: Serata tipicamente autunnale con circa 10 gradi. Campo in perfette condizioni. Presenti 50.157 spettatori.

 

 

Il programma e le coperture TV dei Test Match Pre Mondiale dell’Italia:

Sabato 10 agosto
Ore 15.00 Irlanda v Italia 29-10

Sabato 17 agosto
Ore 18:25 Italia v Russia 85-15

Venerdì 30 agosto
Ore 21.10 Francia v Italia 47-19

Venerdì 6 settembre
Ore 20:45 Inghilterra v Italia (Newcastle) 37-0

 

I gironi e il calendario della RWC 2019

Il prezzo dei biglietti per la Rugby World Cup

 

Foto Twitter England Rugby

Valter Camisa  12 giorni fa

Scusate ma gli avversari dell'Italia chi li sceglie? Non si può continuare a fare figuracce contro formazioni che ci usano per fare allenamento. Non sarebbe meglio giocare contro formazioni al nostro livello attuale? Romania, Portogallo, Canada, Tonga. ?...... ciao ciao

Aldo Nalli  12 giorni fa

Eh da una parte hai ragione, dall'altra allora per lo stesso concetto dovremmo uscire dal 6N.

Kristian Gatta  10 giorni fa

Gli avversari vengono scelti da world rugby, o meglio WR definisce se devi giocare contro una tier 1 o una tier 2. Ma questo da decenni... non ditemi che non lo sapevate!

Samuele Bartolini  10 giorni fa

L'Italia è unica nel suo genere, è la più scarsa del Tier 1 e (forse) la più forte del Tier 2. Rimango convinto che partite contro USA, Giappone, Georgia, Romania, Canada, Samoa, Fiji e Tonga siano enormemente più utili al rugby italiano. Si giocherebbero partite combattute, con scarti di punteggio minimi, è questo che ci serve prima di sfidare le grandi

notizie correlate

Conor O'Shea "Il nostro obiettivo sono le partite con Namibia e Canada"

Conor O'Shea "Il nostro obiettivo sono le partite con Namibia e Canada"

Gli Azzurri hanno ricevuto il cap Mondiale che contraddistingue l'inizio della Rugby World Cup
Italia: Rob Howley il nuovo allenatore?

Italia: Rob Howley il nuovo allenatore?

Il nuovo staff tecnico dell’Italrugby dal 2020
Dizionario della Coppa del Mondo di Rugby: O di O’Shea

Dizionario della Coppa del Mondo di Rugby: O di O’Shea

Dalla A alla Z aneddoti, personaggi e curiosità sulla Rugby World Cup
Inghilterra - Italia: Conor O’Shea “abbiamo fatto un passo avanti importante rispetto a settimana scorsa”

Inghilterra - Italia: Conor O’Shea “abbiamo fatto un passo avanti importante rispetto a settimana scorsa”

Sale a pressione su Conor O’Shea e l’Italia “Ora pensiamo solo a Namibia e Canada”
Francia - Italia: Parisse: “abbiamo sofferto nei duelli fisici”

Francia - Italia: Parisse: “abbiamo sofferto nei duelli fisici”

O’Shea: “la meta tecnica ha cambiato l’equilibrio dell’incontro”
Eddie Jones sull’allenamento contrapposto tra Inghilterra e Benetton Rugby

Eddie Jones sull’allenamento contrapposto tra Inghilterra e Benetton Rugby

“Benetton prima faticava a vincere una partita, con Kieran Crowley è diventata una delle prime quattro”
Twickeland! L’Inghilterra batte l’Irlanda 57-15  e diverte

Twickeland! L’Inghilterra batte l’Irlanda 57-15 e diverte

A Twickenham dominano gli inglesi, non pervenuti gli irlandesi

ultime notizie di Nazionale

notizie più cliccate di Nazionale