9 anni fa 15/11/2013 15:24

Parisse: “mischia e touche per tenere fiji sotto pressione”

“L’ESORDIO CON GLI ALL BLACKS AD HAMILTON RIMANE IL MIO RICORDO PIU’ CARO”

IL CAPITANO INSIEME A CASTRO RAGGIUNGE I 100 CAPS ALLO ZINI DI CREMONA

Cremona – Pioggia sulla vigilia di Italia v Fiji, secondo Cariparma Test Match dell’autunno 2013 che domani alle 15.00 (diretta Sky Sport 2), allo “Zini” di Cremona, mette di fronte gli Azzurri di Jacques Brunel reduci dal brusco stop interno di Torino contro l’Australia e le Fiji sbarcate in Italia dopo il 36-13 inflitto al Portogallo a Lisbona sabato scorso. 

Le condizioni meteo hanno indotto l’organizzazione a coprire per tempo il prato dello “Zini”, che ospita il suo primo test internazionale, e l’Italia ha così svolto il Captain’s Run al Centro Sportivo San Zeno dove Parisse e compagni si sono allenati per l’intera settimana.

Concluso l’allenamento, Parisse si è trasferito allo stadio per la conferenza prepartita: a ricevere il capitano azzurro, che domani taglia appena trentenne il traguardo dei cento caps internazionali, l’assessore allo sport del Comune di Cremona Marcello Ventura, il Presidente dell’US CremoneseMaurizio Calcinoni con una rapprentanza di atleti grigiorossi ed il capitano della Vanoli BasketAndrea Conti. Parisse ha regalato le maglie autografate degli Azzurri, ricevendo in campo le divise ufficiali delle due principali espressioni dello sport cremonese. 

Dopo le foto di rito, il numero otto dell’Italia si è concentrato sulla sfida di domani: “I cento caps con l’Italia? Sicuramente sarà un momento emozionante, ma in tutta franchezza penso più alle difficoltà che ci aspettano domani. Per me e Castrogiovanni (anche lui a quota 100 in Nazionale) sarà sicuramente un giorno speciale, ma passa tutto in secondo piano considerando che affrontiamo le Fiji, un avversario imprevedibile e pericoloso che, con le proprie individualità, può creare qualcosa in ogni momento. Non sono certamente la squadra più organizzata che abbiamo affrontato negli ultimi mesi, ma hanno giocatori in grado di fare la differenza. Di certo l’esordio, nel 2002 ad Hamilton, resta il mio ricordo più caro: avevo diciotto anni, partii titolare contro gli All Blacks in Nuova Zelanda, sfidando atleti che sino a pochi mesi prima vedevo in televisione”

“C’è voglia di riscatto nel gruppo dopo la brutta prestazione contro l’Australia – ha detto Parisse – ed in settimana ci siamo concentrati sulla nostra difesa, che a Torino non è stata assolutamente all’altezza concedendo cinquanta punti ai Wallabies. Abbiamo il dovere di essere più efficaci in questa fase di gioco e per questo abbiamo lavorato per correggere gli errori commessi. Fiji come ho detto è una squadra pericolosa, non possiamo permetterci distrazioni”.

Anche la prova della mischia, all’Olimpico di Torino, è stata meno incisiva che in altre occasioni: “Non è andata malissimo, ma comunque al di sotto delle aspettative. Potevamo far meglio ma sappiamo che da parte nostra e degli arbitri c’è bisogno di tempo per adattarsi alle nuove regole. Di certo posso dire che la mischia ordinata, domani, sarà un settore dove puntiamo ad imporci, a mettere Fiji in difficoltà”.

In touche, contro i Wallabies, sono arrivati i migliori possessi italiani: “Cento per cento di possesso su nostro lancio, una rimessa rubata agli avversari: è stato uno dei pochi punti positivi di sabato scorso. Domani dovremo confermarci in quest’area del gioco, togliere loro possessi, mettere molta pressione” ha detto Parisse.

“Fiji viene dalla vittoria sul Portogallo ma ha messo in difficoltà grandi avversarie nel recente passato e gioca contro di noi la gara più impegnativa del proprio tour. Anche per noi è una gara importante, abbiamo cominciato male e dobbiamo vincere per toglierci di dosso la pressione: giocare bene e fare risultato, anche per approcciare nel migliore dei modi la partita del 23 a Roma, contro l’Argentina, che sarà ancora più difficile”

Queste le formazioni in campo domani a Cremona: 

Cremona, Stadio “Giovanni Zini” – sabato 16 novembre, ore 15.00

Cariparma Test Match – diretta Sky Sport 2

Italia: McLean; Venditti, Canale G., Morisi, Iannone; Orquera, Gori; Parisse (cap), Bergamasco Ma., Zanni; Bernabò, Geldenhuys; Castrogiovanni, Ghiraldini, Rizzo

a disposizione: Giazzon, Aguero, Cittadini, Furno,Vosawai, Botes, Allan, Campagnaro

all. Brunel

Fiji: Talebula; Nagusa, Tikoirotuma, Nadolo; Nalaga; Bai, Kenatale; Matadigo, Qera (cap), Waqaniburotukula; Lewaravu, Naikatini; Somoca, Veikoso, Yanuyanutawa

a disposizione: Namaralevu, Ma’afu, Saulo, Koyamaibole, Ravulo, Matawalu, Luveniyali, Delai

all. Male

arb. Hodges (Galles)

g.d.l. Peyper (Sudafrica), Montes (Uruguay)

TMO: Gauzins (Francia)

 

Foto Elena Barbini

Segui tutti i test match di novembre

ISCRIVITI A RUGBYMEET ED ENTRA NEL SOCIAL!!!

notizie correlate

Che rimonta dell'Inghilterra, con gli All Blacks finisce 25 a 25

Che rimonta dell'Inghilterra, con gli All Blacks finisce 25 a 25

Pareggio in extremis della Red Rose, che rimonta negli ultimi dieci minuti di partita
La Georgia espugna Cardiff, Galles battuto 12-13 [VIDEO]

La Georgia espugna Cardiff, Galles battuto 12-13 [VIDEO]

Dopo l'Italia anche i caucasici fanno la storia, vincendo al Millennium Stadium
Sudafrica a valanga, Italia bene nel primo tempo

Sudafrica a valanga, Italia bene nel primo tempo

Gli Azzurri cedono 21 a 63 contro gli Springboks che sono determinati
Test match autunnali, le formazioni della terza giornata

Test match autunnali, le formazioni della terza giornata

Andrea Piardi dirige l'incontro tra Galles e Georgia
Italia: due cambi per il Sudafrica

Italia: due cambi per il Sudafrica

A Genova il terzo test match delle Autumn Nations Series
Sudafrica: la miglior formazione per l’Italia

Sudafrica: la miglior formazione per l’Italia

Sabato al Marassi di Genova l’ultimo test delle Autumn Nations Series

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale