23 giorni fa 04/11/2020 14:37

La Russia bussa alle porte del rugby europeo e mondiale

Kirill Yashenkov candidato alla presidenza di Rugby Europe

“Uno dei modi più efficaci per attirare le persone al rugby è quello di dare loro una palla e lasciarli giocare.”

Mentre le nazioni più importanti del rugby mondiale sono tornate in azione tra Tri Nations, 6 Nazioni e imminente Autumn Nations Cup, presto potrebbe farsi avanti una nuova realtà nel panorama ovale mondiale. Dopo aver assistito all’escalation del Giappone tra le grandi nazionali rugbystiche ecco bussare alla porta dei grandi la Russia.

I russi sono in lizza per l’assegnazione dell’organizzazione della Rugby World Cup 2027, a contendere loro il grande evento c’è l’Australia, già paese ospitante del mondiale 2003.

Come antipasto per la corsa a “Russia 2027”, in vista delle elezioni di dicembre, ecco l’inizio della campagna del vice presidente della federazione russa Kirill Yashenkov, candidato  come prossimo presidente di Rugby Europe.

L'Australia farebbe bene a trattare la Russia come un avversario serio nella corsa al Mondiale 2027, in precedenza gli est europei hanno dimostrato di saper vincere le campagne organizzative di importanti eventi sportivi.

 

“Uno dei modi più efficaci per attirare le persone allo sport del rugby è quello di dare loro una palla e lasciarli giocare. Ma non tutti sono pronti a mettersi alla prova nel gioco di contatto, quindi lo stereotipo che il rugby è uno sport violento è ancora abbastanza forte. Per cambiare questo, World Rugby sta implementando attivamente pratiche di no-contact rugby to nei programmi Get into Rugby e Rugby X. Credo che dovremmo contribuire il più possibile allo sviluppo di tali progetti, perché ci permettono di coinvolgere molte persone senza una formazione specifica, che è particolarmente importante per lo sviluppo delle unioni di rugby.” Inizia così il piano elettorale di Kirill Yashenkov.

 

Yashenkov espone nel suo programma diversi punti interessanti, dal rugby sevens al rugby femminile prestanto particolare attenzione al beach rugby e allo snow rugby, varianti del rugby a 15 particolarmente popolari nei paesi dove il rugby è già sviluppato, ma con l'ottica di aprire eccellenti prospettive per lo sviluppo del gioco in regioni dal clima rigido. 

 

Ecco i principali punti del programma elettorare di Yashenkov: 

 

Rugby Seven:

Questa competizione nel suo formato attuale è sopravvissuta e, di fatto, non è altro che una piattaforma per qualificarsi per la Coppa del mondo e le Olimpiadi. Ho intenzione di riformare il Rugby Europe Sevens e rebrand il torneo in analogia con il World Rugby Sevens Series. A partire dal 2022, dobbiamo aumentare il numero di turni a cinque e, su base competitiva, determinare le città che ospiteranno le fasi del torneo in modo permanente, ad esempio Amsterdam, Roma, Benidorm, Berlino, Mosca o Barcellona.

 

Rugby Femminile:

Ogni anno sempre più donne iniziano a giocare a rugby e scoprono nuove sfaccettature del gioco realizzando se stesse come atlete e come individui. Dobbiamo fornire condizioni più confortevoli per le competizioni femminili per incoraggiare l'afflusso di giocatori. Ciò significa che dobbiamo migliorare la qualità dell'organizzazione del Campionato europeo e ampliare il numero di partecipanti in modo coerente

 

 

 

Il programma completo del candidato di Kirill Yashenkov

 

 

 

 

Consulta il catalogo palloni RM: 

Linea palloni da rugby RM Rugbymeet

 

 

notizie correlate

La storia del Rugby Rovato al debutto online

La storia del Rugby Rovato al debutto online

“Il divertimento è una cosa seria”
Primo Torneo minirugby “Zebre Family”

Primo Torneo minirugby “Zebre Family”

Aperte le iscrizioni al grande appuntamento dedicato al minirugby lombardo
New Zealand 2021: la composizione dei gironi del Mondiale Femminile

New Zealand 2021: la composizione dei gironi del Mondiale Femminile

Rugby World Cup 2021 al via a settembre in Nuova Zelanda
Rugby: il nuovo protocollo di ottobre su allenamenti e attività agonistica

Rugby: il nuovo protocollo di ottobre su allenamenti e attività agonistica

Allenamenti e partite di sport di contatto collettivi sospesi almeno per un mese
Maxime Mata Mbandà ottiene il Cavalierato in Hotel

Maxime Mata Mbandà ottiene il Cavalierato in Hotel

“Il rugby mi ha insegnato a rimanere al fianco dei compagni, perciò ho scelto di non presenziale alla cerimonia del Quirinale”
Switch parte 2: i calciatori che hanno iniziato con il rugby

Switch parte 2: i calciatori che hanno iniziato con il rugby

I protagonisti del calcio che iniziarono con la palla ovale
Il nuovo Dpcm non ferma il rugby

Il nuovo Dpcm non ferma il rugby

Stop solo al rugby amatoriale

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale