5 mesi fa 01/12/2021 14:32

Concussion: World Rugby al lavoro per ridurre il rischio

Nuovi aggiornamenti per il rugby dilettantistico

World Rugby dopo aver ricevuto diverse richieste dovute alla presenza di un numero indefinito di concussion ha scelto di cercare di ridurre il rischio a livello dilettantistico. Con il lancio di “Game on Global” si darà la possibilità ad ogni federazione di scendere tra 10 regole che permetteranno di ridurre il pericolo. 

Il pericolo di concussion si sta rivelando sempre di più un grosso problema a tal punto da ricevere denunce da parte di ex giocatori, per presenza dementa dovuta al ripetersi di questa situazione, presso l’ente organizzativo mondiale. World Rugby dunque ha lanciato questa modalità che ha messo a disposizione di ogni Federazione che, a partire dal primo gennaio 2022, sarà costretta a scegliere una tra queste regole:

1- Il numero di giocatori per squadra può variare da 10 a 15.

2- La durata della partita dipende dal numero di giocatori in campo (40 minuti massimo per due squadre da 10, 70 minuti massimo per due squadre da 14 giocatori).

3- Il sostituito può tornare in campo salvo in caso di infortunio.

4- Le squadre possono concordare di non giocare le mischie o permettere la spinta solo per 1,5 metri.

5- Le squadre possono concordare di non contestare le rimesse laterali degli avversari. Se viene accordata questa cosa tra le due squadre la palla deve essere passata al mediano di mischia, non è possibile costruire un drive.

6- I calci piazzati e calci di punizione possono essere battuti e trasformati solo dall'interno della metà campo dove viene concesso il calcio, al fine di favorire il gioco di mani. Sempre sul gioco dei calci, i calci piazzati dentro i 22 metri possono essere estinti e le trasformazioni devono essere svolte solamente davanti ai pali.

7- Per quanto riguarda il terreno di gioco è preferibile un normale campo in erba piuttosto che altro

8- Saranno ammesse palle da gioco più piccole, misura 4 o 4.5

9- Competizioni basate sul peso del giocatore anziché sull'età.

10- Come è la regola in Francia dal 2019, i placcaggi devono essere fatti all'altezza della vita.

World Rugby spiega: “Questo è il protocollo con le nuove regole attuabili al rugby dilettantistico che ora è disponibile per tutte le federazioni. Ci impegneremo a controllare che queste regole verranno praticate in modo tale da evitare spiacevoli situazioni per salvaguardare la salute dei giocatori dunque prevenendo infortuni di tutti i tipi".

 

 

 

 

Foto Twitter Progressive Rugby

 

 

 

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

 

Visita lo Shop online Rugbymeet 

notizie correlate

Top10: Semifinali al via da Calvisano

Top10: Semifinali al via da Calvisano

Le formazioni di Calvisano - Petrarca semifinale Gara 1
Post carriera: la difficile situazione di Steve Thompson

Post carriera: la difficile situazione di Steve Thompson

“Il rugby ha bisogno di capire il problema e smettere di mentire a se stesso”
Silvia Turani: ritorno con meta dopo 11 mesi

Silvia Turani: ritorno con meta dopo 11 mesi

Il pilone segna la prima meta con l’Italdonne nella vittoria con la Scozia
Infortunio per Stephen Varney, Sei Nazioni finito

Infortunio per Stephen Varney, Sei Nazioni finito

Il mediano azzurro fuori dal torneo dopo un infortunio
Il cartellino rosso a Hame Faiva [VIDEO]

Il cartellino rosso a Hame Faiva [VIDEO]

Mischie “no contest” e Italia in 13 uomini
Ritorni importanti per la prossima del Sei Nazioni

Ritorni importanti per la prossima del Sei Nazioni

Rientra James Lowe nell’Irlanda, Toby Faletau nel Galles e Manu Tuilagi nell’Inghilterra

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale