1 mese fa|2 mesi fa 31/01/2019 03:05

Silvia Turani: dalla prima partita di rugby alla Nazionale in soli 11 mesi

Prestera “si allena come una professionista pur non essendolo”

Dalla prima partita in un campo da rugby alla maglia della nazionale in soli 11 mesi. Oggi vi raccontiamo la storia di Silvia Turani, da quel primo allenamento senza scarpette da rugby all’esordio con l’Italia Femminile.

Silvia ha 23 anni ed è originaria di Bergamo (nata a Grumello del Monte ndr), un paio di anni fa si reca in Erasmus a Córdoba in Spagna dove ha avuto il primo approccio con il rugby. “Delle amiche spagnole mi avevano invitato a un torneo di rugby Sevens, il loro campionato era finito perciò mi hanno fatto giocare subito una partitella.”

Nell’estate 2017 Silvia si sposta a Parma per proseguire gli studi di Scienze Gastronomiche e decide che vuole effettivamente provare a giocare a Rugby. “Come prima cosa ho contattato il Rugby Colorno per iniziare a giocare. All’Università mi avevano sconsigliato di farlo perché Colorno era una squadra molto forte, non adatta ad una principiante come me. Alla mia prima mail mandata in segreteria non avevano risposto, probabilmente perché era periodo di ferie estive. Poi a Ottobre ci ho riprovato, ho chiamato in segreteria e questa volta mi hanno risposto dandomi il numero dell’allenatore Cristian Prestera, mi sono presentata al campo la sera stessa con le scarpe da ginnastica - sorride -, non avevo capito ci volessero le scarpette con i tacchetti” racconta Silvia.
“Il Rugby inizialmente mi è piaciuto soprattuto per la preparazione atletica e la palestra, sono sempre stata una amante dello sport e della forma fisica, prima giocavo a Basket.”

Oggi Silvia si è laureata in scienze gastronomiche e sta lavorando in università con una borsa di ricerca in Food Marketing.

“Ho capito subito che aveva fatto sport per come si muoveva - racconta il suo ex allenatore Cristian Prestera - il Basket l'ha aiutata nella manualità con l’ovale. Dopo soli due mesi non gli cadeva più una palla, era cresciuta tantissimo. Aveva un obbiettivo in testa, voleva arrivare in alto ed ha iniziato a fare subito allenamenti extra. Ad un certo punto abbiamo iniziato a lavorare sui lanci in touche per farla giocare tallonatore.”

Cristian Prestera spende buone parole per una delle sue migliori atlete dello scudetto 2018, il primo del Rugby Colorno. “E’ una ragazza che se si propone un obbiettivo fa di tutto per raggiungerlo, è merito della sua perseveranza sul lavoro. Si allena come una professionista pur non essendolo. Inoltre è una ragazza molto disponibile ed organizzata, appena può aiuta le sue compagne meno esperte.”

Silvia Turani gioca la prima partita ufficiale in Serie A Femminile nel Gennaio 2017 contro il Cus Ferrara (103 - 5), la prima da titolare con la maglia delle “Furie Rosse” arriva il primo Ottobre 2017 contro il Cus Torino (vittoria per 0-52). Un mese più tardi, il 19 Novembre 2017, Silvia viene chiamata con l’Italia Femminile per il test match contro la Francia (21-39), a Biella entra dalla panchina facendo il suo esordio in Nazionale dopo soli 11 mesi dalla sua prima partita di rugby.

Come è stato il tuo esordio?

“La prima chiamata è arrivata per il raduno di Biella in preparazione del test match contro la Francia nel Novembre 2017. Sono entrata al 70’ come tallonatore, ricordo di essere stata molto emozionata oltre alla velocità delle avversarie francesi. Quel giorno c’erano i miei genitori allo stadio, era la prima volta che mi vedevano giocare.”

Come hanno preso in famiglia la tua scelta?

“E' stata accettata. Sanno che ci metto tanta passione, per questo sono contenti, ma non gli piace per niente l’idea che io possa farmi male.”

Venerdì affronterete la Scozia a Glasgow. Quali sono i vostri e quali sono i tuoi obiettivi per questo 6 Nazioni?

“Si punta a far meglio dell’anno scorso e a vincere di più, ci sono tante ragazze nuove rispetto all’anno scorso e stiamo sfruttando questi giorni di raduno per integrarci al meglio. A me personalmente piacerebbe giocare titolare e sentirmi più sicura in campo.”

 

Oggi Silvia ha raccolto 5 caps in Nazionale, venerdì sera nell’esordio del Women Six Nations vestirà la maglia numero 16 dell’Italdonne. Le Azzurre debutteranno venerdì 1 febbraio al Scotstoun Stadium di Glasgow (ore 20.30 italiane) contro la Scozia, il match sarà trasmesso in diretta su Eurosport Player e in differita su Eurosport 2 (ore 23.00), arbitra l’inglese Nikky O’Donnell.

 

La formazione dell’Italia Femminile per l’esordio al 6 Nazioni

Il calendario del Sei Nazioni Femminile 2019

Foto Alfio Guarise

 

 

 

La cover della tua squadra di rugby solo nello shop di Rugbymeet

notizie correlate

Serie A Femminile: prima sconfitta per il Villorba

Serie A Femminile: prima sconfitta per il Villorba

Prime conferme nell’accesso ai Playoff del campionato Femminile
L'Italdonne va in bianco, l'Inghilterra vince 55-0

L'Italdonne va in bianco, l'Inghilterra vince 55-0

Le Azzurre possono poco contro la corazzata inglese a Exeter
Rugby Academy Femminile di Stanghella: ecco Stephen Mark Harries

Rugby Academy Femminile di Stanghella: ecco Stephen Mark Harries

Il gallese è il primo consulente esterno della prima Women's Rugby Academy italiana
La prima Accademia di rugby Femminile d’Italia nasce a Stanghella

La prima Accademia di rugby Femminile d’Italia nasce a Stanghella

Rugby Women’s Academy: il programma inedito del progetto
Michela Sillari: “noi donne non possiamo ancora vivere di rugby”

Michela Sillari: “noi donne non possiamo ancora vivere di rugby”

Dalla ginnastica artistica al rugby: “ho cambiato perché mi divertivo molto di più”
Coppa del Mondo Femminile 2021: i criteri di qualificazione

Coppa del Mondo Femminile 2021: i criteri di qualificazione

World Rugby stabilisce I criteri di qualificazione

Rugby Win

ultime notizie di Femminile

notizie più cliccate di Femminile