8 mesi fa 31/03/2020 01:05

Noemi Galavotti, la rugbista che suona la cornamusa scozzese

“Più che una meta preferisco fare 10 placcaggi”

Noemi Galavotti, modenese di Mirandola, da due stagioni gioca nelle Furie Rosse del Rugby Colorno in Serie A Femminile. La 19enne studia Scienze Motorie all'Università di Parma e fa parte della squadra allenata da Plinio Sciamanna, ex pilone viadanese oggi tecnico del Colorno Femminile, che sta facendo giocare Noemi trequarti centro in sostituzione delle due nazionali Maria Grazia Cioffi e Michela Sillari (la prima è diventata mamma, la seconda è passata in estate alle rivali del Valsugana Rugby).

 

“E’ una grande responsabilità ma la vivo molto bene - esordisce Noemi intervistata dalla Gazzetta di Parma -. Il mio fisico sta rispondendo bene, fortunatamente senza infortuni; sono molto contenta, mi sento decisamente cresciuta rispetto all’anno scorso.”

Il suo forte dicono sia il placcaggio: “più che una meta preferisco fare 10 placcaggi, mi diverte tantissimo. Mi esalta. Ho l’ambizione di giocare flanker, più avanti, se il mio fisico sarà un pò più costruito perché sento che potrebbe darmi delle soddisfazioni”.

 

Noemi però ha un’altra grande passione oltre al rugby: la cornamusa. Uno strumento musicale che vediamo spesso inquadrato a Murrayfiled, durante le partite della Scozia al 6 Nazioni.

Quest’anno la Scozia ha fatto visita all’Italia, all’Olimpico di Roma il 22 febbraio Noemi era presente in campo, rigorosamente in kilt, per suonare l’inno scozzese. “Un’esperienza incredibile, un’emozione pazzesca. Il mio grande sogno è suonare la cornamusa in Scozia: l’apoteosi”.

 

Noemi ci svela che esiste anche la cornamusa irlandese: “in quella irlandese l’aria nella sacca viene pompata col braccio e ha un suono più da ballata. Totalmente diverso da quella scozzese. nata come strumento da guerra praticamente, affascinante e potente.”

Come è nata questa passione?
“Da quando avevo 10 anni volevo suonare la cornamusa. Alla scuola di musica non l’avevano e mi hanno dato una tromba, ma a me non piaceva. Ora ne ho una mia con cui suono in una band a Nonantola”.

 

L’ultima domanda di Paolo Mulazzi della Gazzetta di Parma fa sorridere Noemi: Meglio vincere lo scudetto con le Furie Rosse o suonare la cornamusa a Murrayfield? “Non fatemi scegliere” risponde lei.


 

Foto Alessio Ghiorzi

Aldo Nalli  7 mesi fa

Anche a me piacerebbe molto imparare a suonarla, qualcuno sa dove mi potrei rivolgere?

Michele Morra  7 mesi fa

Prova a guardare qui www. bagpipe. it/wp/ corsi-di-cornamusa-in-italia/ (ovviamente togli gli spazi)a seconda di dove abiti ci sono abbastanza insegnanti.Spero che tu e la tua famiglia stiate bene e che presto potremo tornare a commentare di rugby serenamente.Vale ovviamente anche per gli altri frequentatori e per gli admin del portale.

notizie correlate

Serie A Femminile: i calendari dei gironi 2-3-4

Serie A Femminile: i calendari dei gironi 2-3-4

Al via il 15 novembre i tre gironi territoriali femminili
Serie A femminile: rinviata Cus Torino - Benetton Treviso

Serie A femminile: rinviata Cus Torino - Benetton Treviso

Incontro rinviato al 1° novembre, i comunicati delle società
Serie A Femminile: calendario e composizione dei gironi 2020/21

Serie A Femminile: calendario e composizione dei gironi 2020/21

Girone 1 al via il 17 ottobre, il 15 novembre i gironi 2, 3 e 4
Giada Franco torna a Colorno

Giada Franco torna a Colorno

La terza linea azzurra lascia le Harlequins Ladies dopo una sola stagione
Rugby Colorno Femminile: tre azzurre salutano e partono per la Francia

Rugby Colorno Femminile: tre azzurre salutano e partono per la Francia

Silvia Turani e Francesca Sgorbini si aggiungono a Sara Tounesi tra le Furie Rosse in partenza
La Francia vede rosso e cestina il Grande Slam

La Francia vede rosso e cestina il Grande Slam

Mohamed Haouas la fa grossa, la Francia è sublime ma fa fatica e la Scozia gliele suona

ultime notizie di Femminile

notizie più cliccate di Femminile