1 anno fa 02/12/2016 16:16

Martin Castrogiovanni dice addio al Rugby alla sua maniera

Castro giocherà per l’ultima volta nella sua Paranà in un torneo a Sette per “ciccioni”

Castro non poteva lasciare il rugby che così, giocando la sua ultima partita in un torneo di rugby seven per “ciccioni”. Nessuna standing ovation al termine di una partita con la nazionale per l’ex pilone destro azzurro, lui che ha sempre vissuto il rugby come un gioco, nonostante il suoi 15 anni da atleta professionista. 

Martin Castrogiovanni, secondo notizie in arrivo dall’Argentina da Tercer Tiempo, ha deciso di appendere le scarpe da rugby al chiodo e di farlo giocando per l’ultima volta con la maglia del suo club di origine, l’Estudiantes de Paranà. Il “Seven de gordos”, torneo dedicato esclusivamente a giocatori di mischia sopra i 100 kg di peso, si terrà il prossimo 17 dicembre a Paranà (Argentina) nella cornice del 10º Seven del Plumazo.

Martin Castrogiovanni (1,88 m x 119 kg), 35 anni, ha abbandonato il rugby professionistico dopo l’allontanamento dal Racing Paris, il club parigino ha rescisso il contratto dopo essere venuto a conoscenza del suo weekend a Las Vegas

 

La carriera professionistica:

Nel 2001 Castro approda in Italia nel Rugby Calvisano, l’anno dopo indossa per la prima volta la maglia della Nazionale italiana contro gli All Blacks, era l’8 giugno 2002. 

Nel 2006 passa in Inghilterra nei Leicester Tigers, nel 2013 in Francia a Tolone e nel 2015 sempre in Top14 nel Racing Metro. 

Nella sua carriera da pilone destro Castrogiovanni ha vestito anche la prestigiosa maglia dei Barbarians oltre ai 119 caps e 4 coppe del mondo con l’Italia.

 

Attualmente Castro sta lavorando in un programma TV su DMax con l’amico e lottatore Alessio Sakara. Che sia veramente l’addio al rugby di Castro? Imprevedibile.

 

notizie correlate

Le Zebre sono indisciplinate, Dragons vincono 16-5

Le Zebre sono indisciplinate, Dragons vincono 16-5

Un giallo ai gallesi non aiuta i bianco-neri a rimontare nel risultato, poche emozioni al Rodney Parade
Vietati i tatuaggi alla Rugby World Cup 2019

Vietati i tatuaggi alla Rugby World Cup 2019

Il governo giapponese pone il fermo sui tatuaggi: "devono essere coperti"
Un anno alla Rugby World Cup: i numeri dell’edizione 2019

Un anno alla Rugby World Cup: i numeri dell’edizione 2019

Bill Beaumont: “sarà una Coppa del Mondo speciale e rivoluzionaria”
Il Sudafrica sale nel ranking, l’Australia scivola in basso

Il Sudafrica sale nel ranking, l’Australia scivola in basso

Ecco cosa è cambiato nella classifica mondiale dopo la sconfitta degli All Blacks
Che vittoria in rimonta delle Zebre! Cardiff battuto 26-24

Che vittoria in rimonta delle Zebre! Cardiff battuto 26-24

I bianco neri iniziano con il piede sbagliato, ma poi sono autori di una performance superlativa

ultime notizie di Eventi

notizie più cliccate di Eventi