x

x

Un terzo turno di Peroni Top10 caratterizzato da importanti scontri diretti, in primis la classica sfida tra i campioni d’Italia del Rovigo e la grande delusa della passata stagione Calvisano. Poi il remake della semifinale Petrarca - Valorugby ma spostandoci più in basso nella classifica Lazio - Viadana e Lyons - Fiamme Oro. Infine la combattutissima Colorno - Mogliano con i parmensi in evidenza (non solo per le maglie sgargianti) dopo i tre risultati utili consecutivi.

Andiamo allora ad ascoltare le voci dei tecnici al termine degli 80 minuti di gioco.

 

Rovigo vince e convince in trasferta al Patastadium, il commento del soddisfatto Allister Coetzee dal Gazzettino di Rovigo:

“Questa vittoria per noi è davvero importante - sottolinea l'head coach del Rovigo - Sapevamo sarebbe stato un incontro molto fisico, i gialloneri sono una buona squadra. Ma i miei ragazzi stanno prendendo coscienza delle loro potenzialità e hanno portato a casa un grande risultato”.

 

Di umore tutt’altro che allegro l’allenatore del Calvisano Gianluca Guidi, ecco le sue parole dal Giornale di Brescia:

“Purtroppo nel momento in cui bisognava raccogliere il frutto di tutto questo lavoro, siamo stati troppo nervosi ed indisciplinati. Per esempio, in una situazione fondamentale abbiamo preso un cartellino giallo che ci ha distrutti. Il tabellone segnava 14-15, avevamo l'inerzia del gioco dalla nostra parte. Non ci siamo adattati alla direzione di gara — prosegue Guidi —, che ha impedito in certe occasioni la fluidità del gioco, ma resta il fatto che noi possiamo lavorare e controllare solo quello che possiamo cambiare, il resto non ci deve interessare. Non ci possiamo permettere certi cali di concentrazione”.

 

Risultato importante quello del Colorno tra le mura amiche dell’HBS Stadium, i parmensi dalla maglia arcobaleno hanno battuto per la prima volta Mogliano ottenendo così il terzo risultato utile in campionato e il terzo posto in classifica.

“Siamo sicuramente contenti del risultato positivo, tra primo e secondo tempo abbiamo risolto alcune problematiche e siamo rientrati in campo con un piglio diverso nella seconda frazione”, commenta l’allenatore della mischia Cristian Prestera. “Il terzo risultato positivo fa morale per la squadra. E’ un buon segnale che ci ripaga del duro lavoro svolto e ci trasmette fiducia in vista della trasferta di settimana prossima contro i Campioni d’Italia del Rovigo”

Risponde “mister 10 scudetti” Salvatore Costanzo dalla Tribuna di Treviso:

"Dispiace perdere una partita in questo modo dopo un primo tempo davvero buono. Non possiamo permetterci di creare tanto senza concretizzare. Nella ripresa abbiamo subito una meta e perso il filo del gioco, iniziando a sbagliare troppo. Non resta che continuare a lavorare”.

 

Sfida combattutissima quella del Plebiscito tra Petrarca e Valorugby Emilia. Un ping pong punto a punto con i padovani che la sputano grazie a un calcio di Scott Lyle nei minuti finali.

L’allenatore del Petrarca Andrea Marcato dal Gazzettino di Padova:

“Ne avevamo parlato tutta la settimana: quello con Reggio era un test match e l'importante era vincerlo. Sia noi sia loro siamo all'inizio del lavoro, bisognerà farsi trovare pronti più avanti. Ma vincere adesso aiuta a vincere, perché eravamo in casa, la pressione era su di noi, c'è stata battaglia e loro hanno dimostrato grande fisicità. Siamo stati bravi perché è stata una gara ad inseguimento, abbiamo vinto soffrendo e per ora va bene così”.

 

Infine il commento post partita di Roberto Manghi Direttore Tecnico del Valorugby, le sue parole dalla Gazzetta di Reggio.

“Sono deluso per il risultato innanzitutto. Sono arrabbiato perché non abbiamo sfruttato tutte le occasioni, mentre loro sono stati bravi e cinici a capitalizzarle. Dobbiamo credere di più in noi stessi e giocare con più tranquillità nei momenti decisivi. Sabato non è stato così, anche le scelte se calciare o andare in touche per la meta devono essere più lucide, l'ho detto ai ragazzi anche nel `cerchio' di fine partita. Non tutte le cose viste a Padova però sono da buttare. Sono contento per come ha giocato la mischia. Ho schierato Dell'Acqua nell'insolito ruolo di terza linea proprio per dare maggior peso al pacchetto che ha fatto davvero una gran bella partita così come la touche che rispetto alle prime partite è migliorata. Se il Petrarca giustamente è considerata una `corazzata' del rugby italiano, allora noi abbiamo tutte le potenzialità per essere una `contra-aerei', ma dobbiamo capitalizzare di più e sprecare meno evitando di commettere tanti falli come successo in queste prime tre partite”.

 

In casa reggiana si dovrà fare ora i conti con l’assenza di Davide Farolini, il capitano del Valorugby ha riportato la frattura scomposta dello zigomo, un mese di stop. Nel Petrarca a breve torneranno disponibili Ghigo e Catelan. Ci vorrà ancora tempo per Nostran, Bonfiglio e Beccaris.

Settimana prossima altro match di rilievo tra Calvisano e Valorugby, subito in palio punti preziosi. A Roma il derby Lazio - Fiamme Oro mentre venerdì sera Rovigo - Colorno nell’anticipo televisivo di Rai Sport.

 

 

Risultati e classifica di Top10 - clicca sul match per tabellino e statistiche

Foto Alfio Guarise

 

 

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

 

Visita lo Shop online Rugbymeet 

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi