x

x

La Francia si è laureata campione del mondo di rugby seven maschile per la prima volta, da quando è nato il circuito nel 2000, e si candida a uno dei ruoli di favorita all'Olimpiade casalinga di Parigi, con Antoine Dupont a guidarla. «Pensiamo che Dupont sia il migliore giocatore del mondo, quando è sul terreno di gioco con noi abbiamo molta più fiducia» commenta Paulin Riva, capitano della nazionale transalpina.

Circuito Sevens maschile

I francesi hanno vinto le finali delle Hsbc Seven Series (Svns) disputate a Madrid (Spagna) al termine di sette tappe (Dubai, Sudafrica, Australia, Usa, Canada, Hong Khong, Singapore). Per la prima volta il titolo si assegnava in un torneo secco di finale fra le migliori e non con la somma dei punti. La Francia, con la stella Dupont a guidarla pochi giorni dopo la vittoria in Champions Cup con il Tolosa, ha battuto per 19-5 in finale l'Argentina, giunta seconda anche la stagione precedente. Le Isole Fiji, bicampioni olimpiche in carica, sono giunte terze battendo 17-10 la Nuova Zelanda. Semifinali Francia-Fiji e Argentina-Nuova Zelanda concluse con lo stesso punteggio 21-14.

Fra le top 8 del circuito che si sono giocate il titolo c'erano anche Australia, Gran Bretagna, Irlanda e Sudafrica. Parallelamente si è giocato il torneo per la permanenza nel circuito fra la squadre piazzate dal 9° al 12° posto nelle Sevens e le quattro promosse dal Challenge, il circuito di serie B. Le squadre che si sono assicurate un posto per il 2025 insieme alle otto big sono Stati Uniti, Kenya, Uruguay e Spagna.

Circuito Sevens femminile

Nel circuito seven femminile il titolo mondiale è andato all'Australia che ha vinto la finale di Madrid 26-7 sulla Francia. Al terzo posto si sono piazzate le Black Ferns della Nuova Zelanda, campionesse olimpiche in carica, superando 26-14 il Canada. Semifinali decise di stretta misura: Australia-Nuova Zelanda 21-9 e Francia-Canada 19-17.

Fra le top 8 qualificate per la corsa al titolo c'erano anche Stati Uniti, Gran Bretagna, Fiji e Irlanda. Le altre 4 squadre che si sono assicurate un posto per le Svns del 2025 sono Cina, Spagna, Giappone e Brasile.

Torneo di qualificazione olimpica

Il prossimo appuntamento con il seven internazionale è il torneo di qualificazione olimpica il 21-23 giugno a Montecarlo. In lizza 12 squadre maschili e 12 femminili. Va a Parigi 2024 chi vince il torneo, aggiungendosi alle altre 11 squadre maschili e 11 femminili già qualificate. A Montecarlo il duello per il posto negli uomini sarà fra Sudafrica e Gran Bretagna, le altre partecipanti: Cile, Tonga, Messico, Canda, Uganda, Cina, Spagna, Hong Kong, Nuova Guinea, Brasile. La corsa per il posto femminile è più aperta, favorite Argentina e Cina, le altre: Kenya, Nuova guinea, Samoa, Hong Kong, paraguay, Giamaica, Polonia, Repubblica Ceca Messico.

Dell'Italia neanche l'ombra

Come si vede, delle nazionali italiane maschile e femminile neanche l'ombra. Nè al circuito mondiale Sevens, nè al torneo di ripescaggio per la qualificazione olimpica. Il seven nel nostro Paese è ancora troppo arretrato per ambire a questi livelli.

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi