2 anni fa 01/08/2017 11:08

Guinness Pro14: lo schema del nuovo campionato

La composizione delle due conference

La formula del nuovo Pro14 è una delle più complicate mai viste, d’altra parte non poteva essere altrimenti con 14 squadre di 5 nazionalità e provenienti da 2 emisferi. Lo schema generale prevede tre livelli. Il primo è la conference, ovvero la poule da 7 in cui sono divise le 14 franchigie, dove ogni squadra gioca 6 partite di andata e ritorno con le avversarie. Quindi l’extra "conference", dove ognuna affronterà una volta sola le 7 squadre dell'altro girone. E all'interno di questo, il terzo livello, quello dei “derby”, ovvero lo scenario nazionale. Siccome irlandesi e gallesi giocheranno almeno 3 partite con le loro connazionali, ecco che anche italiane e scozzesi devono pareggiare questa soglia, con 3 sfide appunto in stagione.
Risultato: ogni squadra giocherà 12 + 6 + 3 match, dunque 21 partite (1 in meno di adesso, erano 22), di cui 11 o 10 in casa. E tutti i punti faranno classifica!

 

Riassumendo il Guinness Pro14: 2 nuove squadre (Cheetahs e Southern Kings), 2 nuove conferenze, 152 partite. Ogni squadra giocherà 12 partite nella propria conference (tra casa e trasferta) e 7 partite contro squadre dell’altra conferenze (tra casa e trasferta).

Fasi Finali: si qualificheranno alle fasi finali 6 squadre, tre per girone come nell’attuale Super Rugby.

Coppe Europee: Si qualificheranno alla Champions Cup le prime 7 squadre, tre per girone più la 4° con più punti in classifica. Le rimanenti 5 squadre accederanno alla Challenge Cup.

 

La composizione delle due Conference (2 irlandesi, 2 gallesi, 1 scozzese, 1 italiana e 1 sudafricana per girone):

Conference A: Munster, Ospreys, Glasgow Warriors, Cardiff Blues, Connacht, Zebre Rugby Club, Cheetahs.

Conference B: Scarlets, Leinster, Ulster, Edinburgh, Benetton Rugby, Dragons, Southern Kings.

Tommaso Dassi  2 anni fa

potenzialmente è buono per le italiane in quanto si trovano a giocare con pari livello (altre italiane) 4 match su 21 invece che 2 su 22.. importante fonte di punti e di fiducia per le altre partite

Samuele Bartolini  2 anni fa

Sicuramente cresce l'interesse verso il torneo, inserire due sudafricane solo perché verranno messe fuori dal super rugby snaturalizza il torneo nato per le celtiche. A questo punto potrebbero entrare anche squadre USA come si era parlato. Sono comunque molto curioso di vedere le sudafricane confrontarsi con le europee e il numero di derby accrescerà gli introiti di benetton e zebre si spera

Ettore Adriano  2 anni fa

Il torneo, una volta, si chiamava Celtic League. Era nato sulla base di un concetto di vicinato e metteva insieme la squadre di tre paesi affini, per cultura, lingua e rugby: il Galles, la Scozia e l’Irlanda. Le trasferte più lunghe prevedevano al massimo un’ora di volo, decollo e atterraggio compresi, tra Cardiff e Edimburgo ci sono poco più di 600 km di distanza, come da Roma e Treviso. Lo scopo era creare una massa critica che potesse in qualche modo contrastare il peso economico dei due giganti del rugby europeo, l’Inghilterra e la Francia. Poi l'ingresso delle due italiane sulla scia del 6 nazioni.... Ma adesso che senso ha questo torneo? Perché due Sudafricane? Nel Super Rugby ora stanno facendo un passo indietro per aumentare la qualità e far tornare interesse nel torneo. La soluzione migliore sarebbe stata escludere le due italiane, ne avrebbero giovato sia noi che loro!

notizie correlate

Marco Fuser verso la Premiership

Marco Fuser verso la Premiership

Il seconda linea del Benetton starebbe per iniziare una nuova avventura nel campionato inglese
Benetton Rugby: tre Permit Player in prestito dal TOP12

Benetton Rugby: tre Permit Player in prestito dal TOP12

Si aggiungono tre nuovi giocatori alla rosa del Benetton Rugby
Finale di PRO14 2019/20 in formula ridotta

Finale di PRO14 2019/20 in formula ridotta

Il calendario della ripartenza per Benetton e Zebre, prima partita il 22 agosto
Alessandro Zanni dice addio al rugby giocato

Alessandro Zanni dice addio al rugby giocato

Zanni vanta il record di 58 partite consecutive per la Nazionale tra il 2008 e il 2014
Dean Budd dice addio al rugby internazionale

Dean Budd dice addio al rugby internazionale

L’equiparato neozelandese è stato capitano del Benetton per due stagioni
Dean Budd, Ian McKinley e Nasi Manu lasciano Benetton e tornano a casa

Dean Budd, Ian McKinley e Nasi Manu lasciano Benetton e tornano a casa

Ecco tutte le partenze dal Benetton Treviso. Zanni entrerà a far parte dello staff
Dieci anni fa nascevano gli Aironi, un volo durato due stagioni

Dieci anni fa nascevano gli Aironi, un volo durato due stagioni

Melegari “tradito dalle parmigiane, la Fir non ci ha voluto aiutare”

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Pro14

notizie più cliccate di Pro14