8 giorni fa 23/06/2020 17:21

Arthur Conan Doyle: il rugby in un'opera con Sherlock Holmes

Da giornalista alle Olimpiadi fino a "L'avventura del giocatore scomparso" con il suo pupillo Sherlock

Il padre del romanzo giallo, assieme ad Edgar Allan Poe. Metà inglese, metà irlandese, nato in Scozia. Arthur Conan Doyle aveva tutti gli elementi per farsi amare nel Regno Unito, in barba ai conflitti nazionali. Ecco perchè il suo Sherlock Holmes ha saputo rompere le barriere britanniche, entrando nel cuore dei grandi appassionati del romanzo giallo. E non ditelo agli inglesi, ma il gran detective del 221B di Baker Street è ispirato ad un professore scozzese che Conan Doyle conobbe alla facoltà di medicina dell'Università di Edimburgo. Il suo nome era Joseph Bell.

Nella sua carriera fu anche giornalista sportivo! Nel 1908 lavorava come corrispondente per il Daily Mail, in occasione delle Olimpiadi di Londra. Uno dei pezzi più celebri, da lui redatti, fu quello in cui commentava la storica squalifica del maratoneta italiano Dorando Pietri, che tagliò il traguardo del White City Stadium... sorretto dai giudici di gara. E Doyle non potè che ammirare il sacrificio di Pietri, giunto primo... ma giudicato ultimo: "La grande impresa dell'italiano non potrà mai essere cancellata dagli archivi dello sport, qualunque possa essere la decisione dei giudici".

A riguardo si raccontano varie leggende: quella secondo cui Doyle avrebbe fatto una colletta, e raccolto 300 sterline per l'atleta italiano (fatto realmente accaduto), e quella secondo cui Doyle fu tra le persone che aiutarono Pietri a tagliare il traguardo (fatto presunto, mai confermato).

Nella sua vita non si limitò a parlare soltanto di sport... ma lo praticò anche. Tra cricket, pugilato, golf e rugby... trovò il suo pane proprio nella palla ovale. Lo praticò al liceo, ma anche durante l'Università, giocando per la Edinburgh Medical School. Era talmente appassionato di rugby che viaggiò in lungo e in largo, tra Sudafrica, Nuova Zelanda, Francia e Australia per vedere partite. Lo riteneva in assoluto il miglior sport collettivo.

E il rugby divenne anche parte delle sue opere letterarie. Perchè il buon Sherlock Holmes, tra le sue 56 apparizioni letterarie, ha trovato il tempo di risolvere anche il caso di un trequartista scomparso. È l'agosto del 1904, quando Doyle pubblica il racconto L'avventura del giocatore scomparso, che verrà inserito nella raccolta Il ritorno di Sherlock Holmes.

La storia narra di un tale Cyril Overton, che incarica il buon Sherlock di trovare il trequartista della squadra di rugby di Cambridge Godfrey Staunton. Senza di lui, lo storico match universitario verrà vinto dalla squadra di Oxford.

Ma il rugby non trovò spazio soltanto nelle opere di Sherlock Holmes. Lo scrittore citò la palla ovale in altre occasioni: ad esempio, nel 1890, inserì il commento di una partita di rugby nel lavoro The Firm of Girldestone, mentre nel racconto The Adventure of Sussex Vampire viene affermato che Watson abbia giocato come ala nella squadra del Blackheath.

 

Foto Notte di Fiaba

notizie correlate

Richard Cockerill confida nella ripresa del PRO14

Richard Cockerill confida nella ripresa del PRO14

Partite a porte chiuse? Il primo ministro scozzese ha seri dubbi
Due espulsioni in Tolone-London Irish di Challenge Cup

Due espulsioni in Tolone-London Irish di Challenge Cup

Tra gli italiani in campo Sergio Parisse e Pietro Ceccarelli, tutti i risultati di Challenge Cup
Edinburgh Rugby: alla ricerca dell'x-factor

Edinburgh Rugby: alla ricerca dell'x-factor

La sfida tra Edimburgo e Glasgow è il più antico derby del mondo
Tiziano Pasquali dopo il match con Edinburgh: "Ottimo lavoro in touche e in mischia"

Tiziano Pasquali dopo il match con Edinburgh: "Ottimo lavoro in touche e in mischia"

Le dichiarazioni dei Leoni al termine del match vinto con Edinburgh per 18-16
Benetton batte Edinburgh sotto la pioggia di Monigo

Benetton batte Edinburgh sotto la pioggia di Monigo

Match durissimo tra le due squadre, tanti errori commessi dai Leoni, ma alla fine arriva il successo
Benetton Rugby: Tommaso Allan dal primo minuto contro Edinburgh

Benetton Rugby: Tommaso Allan dal primo minuto contro Edinburgh

Le formazioni della 5° giornata di Guinness Pro14
Esordio da dimenticare per le Zebre, Edinburgh vince 50-15

Esordio da dimenticare per le Zebre, Edinburgh vince 50-15

I bianco-neri si svegliano nell'ultimo quarto, mostrando qualcosa di buono. Per il resto troppa indisciplina e troppi placcaggi sbagliati

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale