x

x

Italia e All Blacks si affrontano per la 15° volta nella storia. Allo Stadio Olimpico match durissimo quello che si prospetta per i ragazzi di Crowley, che scendono in campo con gran determinazione.

Primo quarto di gara che vede i nostri molto solidi nel gioco, purtroppo per loro dall'altra parte c'è un muro difensivo che rovescia qualsiasi azione offensiva. Al 20' il tabellino è ancora fermo sullo 0-0. La prima meta arriva soltanto al 27' per gli All Blacks, che riescono ad affondare grazie alla mischia: pack Azzurro che subisce la spinta, disattenzione di Varney e Finlay Christie recupera l'ovale per andare a segno (0-7)Al 30' raddoppio dei neozelandesi con Dane Coles, che porta così i suoi sullo 0-14.

Finalmente arrivano i primi punti per i padroni di casa: al 36' All Blacks costretti al fallo, Garbisi va per i pali e non sbaglia (3-14). Negli ultimi minuti di primo tempo subiamo un'altra meta, ancora una volta Dane Coles a segno, ma c'è tempo per la reazione. Arriva una punizione nei 22 avversari, Garbisi non sbaglia dalla piazzola: 6-21.

Nella ripresa Italia che resta sul pezzo: scambio veloce Garbisi, Ioane e poi Steyn, che avanza ma viene portato fuori... Azzurri mostruosi! All Blacks che non trovano spazio, i nostri chiudono qualsiasi spiraglio, lo stesso McKenzie continua a faticare! Al 58' altra punizione e Garbisi ci porta sul 9 a 21. Disattenzione difensiva al 63', Tu'ungafasi trova il break, palla a Christie che accelera, offload per Reece che riesce a marcare la meta del 9 a 28. Ancora meta al 69': touche nei nostri 22, maul perfetta degli All Blacks, Aumua esce disinvolto e va in mezzo ai pali per il 9 a 35. Ormai siamo calati, al 71' Hoskins Sotutu trova la marcatura del 9 a 42. Al 76' arriva una meta da maul, ancora Aumua a segno: il match si chiude sul 9 a 47.

Un risultato prevedibile, ma l'Italia ci fa sognare per quasi un'ora. Una squadra che ha dimostrato di essere in crescita, capace di mettere in seria difficolta i neozelandesi. Alcune leggerezze nel primo tempo e un calo psico-fisico negli ultimi venti minuti ci tagliano le gambe, ma nulla toglie la passione degli Azzurri emersa da questa partita.

 

Tabellino: 27' meta Christie tr. Mo'unga (0-7), 30' meta Coles tr. Mo'unga (0-14), 36' cp. Garbisi (3-14), 38' meta Coles tr. Mo'unga (3-21), 40' cp. Garbisi (6-21), 58' cp. Garbisi (9-21), 63' meta Reece tr. Mo'unga (9-28), 69' meta Aumua tr. Mo'unga (9-35), 71' meta Sotutu tr. Mo'unga (9-42), 76' meta Aumua (9-47)
Calciatori: 3/3 Paolo Garbisi (Italia), 6/7 Richie Mo'unga (All Blacks)

Man of the match: Dane Coles (All Blacks)

 

Italia: 15 Matteo Minozzi, 14 Federico Mori, 13 Juan Ignacio Brex, 12 Marco Zanon, 11 Montanna Ioane, 10 Paolo Garbisi, 9 Stephen Varney, 8 Renato Giammarioli, 7 Michele Lamaro (c), 6 Sebastian Negri, 5 David Sisi, 4 Marco Fuser, 3 Marco Riccioni, 2 Gianmarco Lucchesi, 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Ivan Nemer, 18 Pietro Ceccarelli, 19 Niccolò Cannone, 20 Federico Ruzza, 21 Abraham Steyn, 22 Callum Braley, 23 Carlo Canna

All Blacks: 15 Damian McKenzie, 14 Sevu Reece, 13 Braydon Ennor, 12 Quinn Tupaea, 11 George Bridge, 10 Richie Mo’unga, 9 Brad Weber, 8 Hoskins Sotutu, 7 Sam Cane (c), 6 Luke Jacobson, 5 Josh Lord, 4 Tupou Vaa’i, 3 Tyrel Lomax, 2 Dane Coles, 1 George Bower
A disposizione: 16 Asafo Aumua, 17 Ethan de Groot, 18 Ofa Tuungafasi, 19 Samuel Whitelock, 20 Shannon Frizell, 21 Finlay Christie, 22 David Havili, 23 Jordie Barrett

Stadio Olimpico, Roma
Arbitro: Karl Dickson (England)
Assistenti: Mike Adamson (Scotland), Sam Grove-White (Scotland)
TMO: Tom Foley (England)

 

 

 

Foto Twitter @SpringboksFan

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

 

Visita lo Shop online Rugbymeet 

 

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi