x

x

Gran risultato dell’Italia Under 20 di coach Brunello, che chiude il suo 2022 magico inaugurando il nuovo ciclo con una prestazione importante a Dublino, imponendosi contro l'Irlanda per 50 a 47.

Gli Azzurrini dimostrano di avere l’approccio giusto di fronte ad una squadra comunque pronta a battagliare: la meta immediata in apertura di gara incanala il confronto su buoni ritmi, con botta e risposta che alla mezz’ora portava lo score sul 19 a 12 per l’Italia, costruito su una maggiore efficacia nel breakdown e su una fisicità a tratti soverchiante in mischia chiusa. Un passaggio a vuoto dal punto di vista della disciplina difensiva consentiva però alle maglie verdi di bucare per due volte nel giro di pochi minuti prima del riposo, fissando la frazione sul 26 a 19 per i padroni di casa.

Nella ripresa ottimo gioco dei nostri, con la meta di Gallorini che rompe il gap, poi in sequenza a segno Quattrini e Battara, con Sante preciso nelle conversioni e protagonista di una buona lettura complessiva del match dal punto di vista tattico. Con gli Azzurrini scappati molto in avanti nel punteggio l’Irlanda alza i ritmi e trova all’ingresso nell’ultimo quarto la marcatura del -7, poi la partita si fa più ruvida, con il XV del trifoglio a trovare il momentaneo pareggio sul 40 a 40 al minuto 65. Un penalty di Sante e la meta di Passarella a 5’ dalla fine spostano nuovamente l’equilibrio verso gli Azzurrini, che non rischiano più nulla fino agli ultimi secondi, regalando per un malinteso con l’arbitro l’ultima touche agli avversari, poi sviluppata nella meta che chiude la sfida sul definitivo 47 a 50.

 

Soddisfatto, ma come sempre misurato nell’analisi dell’incontro, il tecnico degli Azzurrini Massimo Brunello: “Peccato per le due mete prese nel finale di primo tempo, che devo dire mi hanno fatto davvero arrabbiare, perché per il resto la squadra si è espressa molto bene, a tratti dominando un’Irlanda che a livello sia tecnico che caratteriale non ha mai avuto alcuna intenzione di fare regali”.

Nel secondo tempo si vedeva che avevamo un passo diverso, senza qualche leggerezza nella gestione del possesso avremmo potuto sfruttare alcune situazioni per chiuderla molto prima, anche se va detto che l’ultima meta loro è scaturita dal mancato allineamento tra il tempo segnato sul tabellone e quello sul cronometro dell’arbitro: abbiamo calciato fuori convinti fosse finita, invece hanno potuto giocare l’ultima touche e lì sono andati dentro chiudendo sul 47 anziché sul 40”. 

A parte questo, ci sono sicuramente molte cose positive da portarci a casa, soprattutto in mischia chiusa e sulla consistenza fisica generale, ma anche situazioni da migliorare, in difesa, nella gestione del possesso. Contro la Francia a Roma vedremo di fare tesoro di questa esperienza cercando ulteriori passi in avanti, con l’obiettivo di arrivare al Sei Nazioni nelle migliori condizioni competitive”.

Il Team Manager Andrea Saccà ha voluto ringraziare in modo particolare la IRFU per il supporto garantito nell’avvicinamento e nello svolgimento dell’amichevole, superando le notevoli difficoltà logistiche ed ambientali determinate dalle condizioni meteo decisamente avverse che stanno interessando l’area della capitale in questi giorni.

 

 

Marcatori: PT  2’ m. Gesi, nt (0-5); 9’ m. IRE, t. IRE (7-5); 14’ m. Odiase, t. Sante (7-12); 27’ m. IRE, nt (12-12); 29’ m. Odiase, t. Sante (12-19); 36’ m. IRE, t. IRE (19-19); 40’ m. IRE, t. IRE (26-19)

ST 44’ m. Gallorini, t. Sante (26-26); 46’ m. Battara, t. Sante (26-33); 55’ m. Quattrini, t. Sante (26-40); 59’ m. IRE, t. IRE (33-40); 65’ m. IRE, t. IRE (40-40); 66’ cp Sante (40-43); 74’ m. Passerella, t. Sante (40-50); 80’ m. IRE, t. IRE (47-50)

 

IRLANDA U20: Telfer; Nicholson, Cooney, Berman, Oji; Lynch, Oliver; McNabney, Quinn, Dunne; O’Connell,, Irvine; Barrett, McCarthy, Hadden. Head Coach: Richie Murphy

A disposizione (rolling subs, tutti entrati): Sheahan, Morris, McCarthy, Hopes, Gleeson, Cawley, Prendergast, Gavin, McErlean, O’Tighearnaigh, Mangan

 

ITALIA U20: Simoni; Gesi, Elettri, Passarella, Douglas; Sante, Battara; Odiase, Rubinato, Berlese; Mattioli, Pontarini; Gallorini, Quattrini, Taddei. Head Coach: Massimo Brunello

A disposizione (rolling subs, tutti entrati tranne Di Stefano): GasperiniAminu, Artuso, Turrisi, Di Stefano (N.E.), Bozzoni, Brisighella, Bozzo, Ruaro, Scalabrin, Botturi 

 

 

 

Foto Federugby

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi