x

x

World Rugby ha respinto l'idea di organizzare un grande torneo internazionale da tenersi in Inghilterra nel 2021, manifestazione voluta per alleviare l'impatto finanziario della crisi del coronavirus.

L'ex amministratore delegato della Rugby Football Union (RFU, la federazione inglese) Francis Baron ha elaborato e presentato a World Rugby un piano di salvataggio finanziario indipendente - i media inglesi l’hanno chiamata "Coronavirus Rugby World Cup" - che prevede un torneo a inviti da 16 squadre che si terrà nel Regno Unito e in Irlanda nei mesi di giugno e luglio, facendo riferimento ai Mondiali 2015 ospitati dall'Inghilterra come modello.

Tuttavia, l'organo governativo ha dichiarato pubblicamente: “World Rugby non intende perseguire tale proposta. Tutte le parti interessate continuano a lavorare su discussioni produttive riguardo l'immediata strategia globale di sostegno finanziario Covid-19 e sull'ottimizzazione del calendario di rugby internazionale, entrambe le iniziative favoriranno il successo della Coppa del Mondo di rugby 2023 in Francia.”

 

I British & Irish Lions rimangono in programma per il loro tour in Sudafrica a luglio 2021. Il mese scorso World Rugby ha annunciato un fondo di assistenza da 80 milioni di sterline (89 milioni di Euro) per aiutare le federazioni nazionali a superare la pandemia. Secondo l'organo ovale del rugby mondiale tali avvenimenti saranno sufficienti a rilanciare il mercato nei prossimi anni.

 

Nel frattempo, l'amministratore delegato degli Exeter Chiefs Tony Rowe ha dichiarato di essere intenzionato a terminare la stagione di Gallagher Premiership dopo che il governo britannico ha dato l’ok per un ritorno agli allenamenti di contatto.

Rowe ha dichiarato sul sito ufficiale del club: “Non mi dispiace dirlo, la scorsa settimana ero piuttosto depresso perché non riuscivo a vedere alcuna luce in fondo al tunnel.”

“Non eravamo sicuri di poter tornare ad allenarci e di cosa sarebbe accaduto in futuro. L’annuncio di questa settimana ha cambiato le cose e ora sono più fiducioso, torneremo a giocare presto.”

 

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi