x

x

Tanta delusione nel volto di Kieran Crowley e Michele Lamaro al termine del test match con l'Argentina, terminato con un passivo probabilmente eccessivo per il morale degli Azzurri che speravano di restare in partita fino all'ultimo minuto.

Kieran Crowley, CT Italia: “Oggi i Pumas sono stati davvero molto presenti durante tutta la partita, fisicamente e mentalmente, e per questo faccio loro i complimenti”, ha esordito il tecnico neozelandese. “Dobbiamo ammettere che ci hanno dominato nel gioco aereo, mettendoci in difficoltà anche in altre aree del gioco. Analizzando il nostro approccio, contro gli All Blacks i ragazzi hanno giocato senza la pressione che invece oggi c’era, e proprio la gestione della pressione è indubbiamente un elemento su cui dobbiamo crescere velocemente. Non penso che con l’Argentina vi sia stato un gap fisico oggi”, ha concluso Crowley, “ma dal punto di vista mentale molte cose vanno analizzate e sistemate, così come certamente la nostra gestione del gioco al piede deve essere diversa sia quando lo usiamo, sia quando lo subiamo”.

Michele Lamaro, capitano Italia: “In ogni momento del match, fino alla meta di Bosch, abbiamo sempre avuto la sensazione di poterla riprendere, ma oggi ci sono stati alcuni passaggi in cui la squadra si è disunita, e su questo dobbiamo certamente lavorare per evitare che la cosa si ripeta. Nel gioco a terra siamo stati abbastanza performanti, non credo ci siano stati passi indietro rispetto alla Nuova Zelanda, mentre è evidente che il nostro gioco in attacco deve alzare il suo standard per risultare competitivo a questi livelli”.

 

 

 

 

Tabellino: 9' meta Kremer tr. Boffelli (0-7), 15' cp. Boffelli (0-10), 28' meta Gonzalez tr. Boffelli (0-17), 32' cp. Garbisi (3-17), 40'+2 cp. Garbisi (6-17), 42' meta Moroni tr. Boffelli (6-24), 48' meta Varney tr. Garbisi (13-24), 50' cp. Garbisi (16-24), 54' meta Cordero (16-29), 63' cp. Sanchez (16-32), 76' meta Bosch (16-37)
Calciatori: 3/3 Paolo Garbisi (Italia), 4/5 Emiliano Boffelli (Argentina), 1/3 Nicholas Sanchez (Argentina)

Italia: 15 Matteo MINOZZI, 14 Edoardo PADOVANI, 13 Juan Ignacio BREX, 12 Luca MORISI, 11 Montanna IOANE, 10 Paolo GARBISI, 9 Stephen VARNEY, 8 Giovanni LICATA, 7 Michele LAMARO, 6 Sebastian NEGRI, 5 David SISI, 4 Niccolò CANNONE, 3 Marco RICCIONI, 2 Gianmarco LUCCHESI, 1 Ivan NEMER
A disposizione: 16 Luca BIGI, 17 Danilo FISCHETTI, 18 Pietro CECCARELLI, 19 Marco FUSER, 20 Federico RUZZA, 21 Giovanni PETTINELLI, 22 Alessandro FUSCO, 23 Federico MORI

Argentina:1 GALLO, Thomas, 2. MONTOYA, Julián (C), 3. GÓMEZ KODELA, Francisco; 4. KREMER, Marcos, 5. LAVANINI, Tomás; 6. MATERA, Pablo, 7. GONZÁLEZ, Juan Martín, 8. ISA, Facundo; 9. CUBELLI, Tomás, 10. CARRERAS, Santiago; 11. CARRERAS, Mateo, 12. DE LA FUENTE, Jerónimo, 13. MORONI, Matías, 14. CORDERO, Santiago; 15. BOFFELLI, Emiliano.
A disposizione: 16. BOSCH, Facundo, 17. CALLES, Ignacio, 18. MEDRANO, Santiago, 19. PAULOS, Lucas, 20. GRONDONA, Santiago, 21. BERTRANOU, Gonzalo, 22. SÁNCHEZ, Nicolás y 23. CINTI, Lucio.

Stadio Monigo, Treviso
Arbitro: James Doleman (Nuova Zelanda)
Assistenti: Paul Williams (Nuova Zelanda), Ben Blain (Scozia)
TMO: Brendon Pickerill (Nuova Zelanda)

 

 

Foto Alfio Guarise

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

 

Visita lo Shop online Rugbymeet 

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi