x

x

Non è stata sicuramente la stessa Italia vista con la Francia nonostante l’Inghilterra ce ne abbia segnati 40 alla seconda del 6 Nazioni.

Sul piano del ritmo e del gioco si è vista una bella partita, nei minuti iniziali addirittura gli azzurri aprono le marcature con Monty Ioane che segna la prima meta con l’Italia a conclusione di un multifase degno delle migliori nazionali.

Farrell inizialmente ci rispetta, piazza alla prima occasione ma poco dopo gli inglesi vanno in vantaggio con la meta da pick and go del seconda linea Hill (8-5). L’Italia tiene botta per 25 minuti poi Antony Watson taglia le gambe ai nostri con una meta di intercetto (8-15). Sullo scadere del primo tempo Jonny May in tuffo sulla bandierina ci manda negli spogliatoi sull’8-20.

 

Nel secondo tempo le squadre continuano a battersi a viso aperto, Garbisi riporta sotto i nostri con un piazzato (11-20) ma con il passare dei minuti sale in cattedra la mischia inglese, in particolare nelle situazioni da mischia ordinata dove il pack britannico guadagna qualche calcio di punizione di troppo. Da qui l’Inghilterra trova anche più spazio al largo, Watson segna sotto i pali la seconda meta personale (27-11), la marcatura che vale il punto di bonus. Il neo entrato terza linea dei Wasps Willis la schiaccia ancora da pick and go (34-11) e poco dopo si infortuna alla caviglia. Al 66’ il lampo degli azzurri con una bellissima meta da prima fase, una giocata partita da mischia chiusa con Allan che raccoglie l’offload di Mori e segna sotto i pali (34-18). Purtroppo per noi l’Inghilterra segna immediatamente con Daly che entra quasi camminando in meta tanto era il sovrannumero alla chiusa (41-18).

 

Finisce così, oltre quaranta punti marcati dagli inglesi che non possono ritenersi pienamente soddisfatti della loro prestazione colma di errori di handling. Lato Italia si è visto un certo tipo di miglioramento, soprattuto a livello del gioco espresso dove siamo stati sicuramente più avanzanti e quindi più pericolosi rispetto a settimana scorsa. Lieve miglioramento anche nelle fasi ordinate.

Le statistiche dicono 29 sconfitte consecutive per l’Italia nel 6 Nazioni.

 

 

Tabellino: 3’ meta Ioane (0-5), 9’ c.p. Farrell (3-5), 14’ meta Hill (8-5), 20’ c.p. Garbisi (8-8), 26’ meta Watson tr. Farrell (8-15), 40’ meta May (8-20), 44' c.p. Garbisi (11-20), 49’ meta Watson tr. Farrell (27-11), 60' meta Willis tr. Farrell (34-11), 66' meta Allan tr. Allan (34-18), 68' meta Daly tr. Farrell (41-18).

Calciatori: 2/3 Garbisi, 1/1 Allan (Italia). 5/7 Farrell (Inghilterra)

Man of the match: Sinckler (Inghilterra)

 

Inghilterra: Daly; Watson, Slade, Farrell (cap), May; Ford, Youngs; B. Vunipola, Curry, Lawes; Hill, Itoje; Sinckler, Cowan-Dickie, M.Vunipola
A disposizione: George, Genge, Stuart, Ewels, Earl, Willis, Robson, Malins

All. Jones

Italia: Trulla; Sperandio, Brex, Canna, Ioane; Garbisi, Varney; Lamaro, Meyer, Negri; Sisi, Lazzaroni; Riccioni, Bigi (cap), Lovotti
A disposizione: Lucchesi, Fischetti, Zilocchi, Cannone, Ruzza, Palazzani, Allan, Mori

All. Smith

 

Arb.  Mike Adamson (SRU)

 

Risultati e classifica del 6 Nazioni 2021 - clicca sul match per tabellino formazioni e statistiche 

 

Il programma delle dirette TV e web del 6 Nazioni 2021

 

 

 

 

 

Consulta il catalogo palloni RM: 

Linea palloni da rugby RM Rugbymeet

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi