4 mesi fa 23/05/2019 17:27

Serie B: il Cus Ferrara è salvo, retrocedono Riviera e Reno Bologna

La situazione spareggi in Serie B

Cus Ferrara salvo, Riviera e Reno Bologna retrocesse in C1, Civitavecchia Centumcellae allo spareggio promozione con il Romagna Rfc, che si giocherà domenica 2 giugno a Perugia. L’appendice del campionato di Serie B ha emesso i suoi primi verdetti domenica scorsa 19 maggio, in cui sono decisi i destini di tre formazioni che lottavano per mantenere la categoria.

Sul campo del Roccia Rubano era in programma lo spareggio salvezza tra Cus Ferrara e Riviera 1975, arrivate affiancate al penultimo posto con 39 punti. Una soglia molto alta se confrontata con gli altri gironi, quella per evitare la retrocessione nel Girone 3, che ha portato allo scontro decisivo due squadre ben organizzate e che probabilmente in altri gruppi non avrebbero sfigurato.

Il match, tiratissimo dal primo all’ultimo minuto, si è giocato su un manto erboso bagnato ma in ottime condizioni considerando le forti piogge cadute nei giorni precedenti oltre che in mattinata. E’ stata la classica partita a braccio di ferro, con difese in forte evidenza, mischie in sostanziale equilibrio ed un Riviera più bravo a capitalizzare per primo al piede grazie a una bordata dell’esperto Nicola Pavin (ex Petrarca, Rovigo e Calvisano) da 55 metri. I bianconeri di Ferrara, che nel primo tempo hanno avuto il predominio territoriale, si sono portati in vantaggio con due piazzati dell’estremo Bondoni, fallendone un terzo e al ritorno in campo dopo il riposo hanno allungato sul 9-3. A metà della ripresa i veneziani allenati da Mario Pavin hanno ribaltato la situazione, trovando l’acuto con un tuffo di capitan Martignon sugli sviluppi di un calcio in attacco battuto velocemente dopo vari tentativi di sfondare in spinta. Ancora il piede di Bondoni ha riportato avanti il Cus Ferrara ma un nuovo forcing del Riviera ha permesso al suo cecchino di infilare i pali con un drop chirurgico a sette minuti dal termine. La squadra allenata da Dardani non si è però lasciata andare, reagendo fino a conquistare in ruck un altro calcio di punizione piazzabile, realizzato dal solito Bondoni per il 15-13 con cinque minuti da giocare. Tornati in attacco i bianconeri estensi hanno quindi coronato i loro sforzi segnando da rimessa laterale, con Aboulfath, tra i migliori in campo, che si è sganciato sulla linea dal carrettino avanzante. L’ultimo assalto per pareggiare tentato nel recupero del Riviera si è invece arenato a una decina di metri dall’obiettivo, perdendo palla in avanti. Il Cus Ferrara ha così dovuto solo attendere il via libera dall’arbitro Vedovelli prima di calciare la palla in tribuna e iniziare i festeggiamenti per il 20-13 conclusivo che gli vale la salvezza. Al Riviera rimane invece tanto rammarico per le occasioni perse nello spareggio ma soprattutto per i punti scialacquati nel corso di una stagione dai risultati altalenanti.

Al centro sportivo Barca di Bologna erano invece in bilico i destini dei padroni di casa del Reno e del Civitavecchia Centumcellae, chiamati a recuperare il match sospeso per maltempo il 5 maggio. Un vero e proprio testa-coda, tra la seconda e la penultima in classifica, che vedeva gli ospiti laziali nettamente favoriti, con l’obiettivo di fare cinque punti per agganciare in vetta il Romagna Rfc, e i padroni di casa pronti a giocarsi le ultime carte per tentare di agganciare o scavalcare l’Arieti Rieti. Il pronostico della vigilia è stato rispettato, con il Civitavecchia che ha preso subito di petto la partita prendendo un ampio margine di vantaggio già nel primo tempo. Nella ripresa, sia per il desiderio di riscatto dei bolognesi allenati da De Rossi sia per il tentativo di evitare cartellini e infortuni da parte dei tirrenici, le sorti del match si sono un po’ riequilibrate ma senza mai mettere in discussione la supremazia dei biancorossi di Granatelli e Tronca, che hanno amministrato senza troppi patemi fino al 24-45 finale grazie alle mete di Nastasi (2), De Gaspari, Giancarlini, Carabella e Fiorini, tutte trasformate da Calandro, autore anche di un piazzato. Per il Centumcellae, che ha così chiuso con 95 punti, sarà spareggio con il Romagna Rfc per stabilire chi potrà salire in Serie A. L’atteso testa a testa si giocherà il 2 giugno, sul campo neutro di Perugia, e metterà il punto finale su una stagione di B particolarmente intensa e ricca di colpi di coda. Per i gialloblù del Reno Bologna invece va in archivio con la discesa in C1 al termine della seconda stagione di difficoltà dopo quella chiusa all’ultimo posto del Girone 3 un anno fa (in cui non c’erano retrocessioni).

Oltre alle due partite decisive per promozione e salvezza si è giocata una terza gara, il recupero della terza giornata di ritorno tra Varese e Lecco (Girone 1), che ha visto la netta affermazione degli ospiti, che hanno chiuso su un rotondo 0-34. La vittoria vale al Tutto Cialde il quinto posto finale in classifica, scavalcando il Bergamo di un punto, mentre Varese rimane in ottava posizione.

 

 

Risultati e classifiche di Serie B

 

 

 

notizie correlate

Serie B: due situazioni ancora aperte nei gironi 2 e 3

Serie B: due situazioni ancora aperte nei gironi 2 e 3

Promessa di matrimonio a Piacenza dopo la vittoria con la capolista Centurioni
Serie B: i Centurioni risalgono in Serie A in tempo record

Serie B: i Centurioni risalgono in Serie A in tempo record

Retrocedono in Serie C1 Reno Bologna e Frascati Union
Serie B: Napoli Afragola promosso in Serie A, retrocede l’Amatori Genova

Serie B: Napoli Afragola promosso in Serie A, retrocede l’Amatori Genova

Sale a quattro il numero delle squadre retrocesse in Serie C1 a due giornate dalla fine
Serie B: Rugby Casale promosso in Serie A, quattro le retrocesse

Serie B: Rugby Casale promosso in Serie A, quattro le retrocesse

L’analisi del campionato di Serie B a tre giornate dalla fine
Serie B: passo falso di Livorno e Villorba

Serie B: passo falso di Livorno e Villorba

Luci e ombre nel campionato di Serie B

ultime notizie di Serie B

notizie più cliccate di Serie B