4 anni fa 26/02/2017 16:00

Buone Zebre, ma l'Ulster è troppo concreto. Finisce 17-40

Primo tempo di grande livello per i padroni di casa

Sono passati tanti giorni dall’ultima volta in cui si sono affrontati Zebre ed Ulster, difatti l’ultimo incontro tra le due squadre risale ad aprile 2016, con la squadra irlandese uscita vincente con un netto 47-17.

La partita per i padroni di casa si è resa fin dai primi minuti in salita, difatti la prima meta degli ospiti è arrivata soltanto dopo 7’, seguita dalla seconda a pochi minuti di distanza. Questo però non ha fatto arrendere le Zebre, che hanno mantenuto un buon ordine in campo senza mollare, riuscendo in questo modo a trovare un’importante meta di Palazzani, seguita dalla trasformazione dello stesso giocatore italiano.

Da questo momento, fino al fischio finale del primo tempo, l’incontro è risultato molto equilibrato tra le due squadre, con i padroni di casa che sono riusciti anche ad accorciare le distanze grazie ad un calcio di punizione del solito Palazzani, che ha decretato così il risultato definitivo di fine primo tempo, ossia 10-14.

Il parziale equilibrio di questa prima frazione sfortunatamente non è stato riscontrato durante il secondo tempo, difatti un rinvigorito Ulster in poco più di dieci minuti si è portato sul 10-28 grazie alle mete di Olding e Stockdale, entrambe seguite dalla trasformazione di Pienaar.

Nonostante ciò però le Zebre non si sono arrese, difatti al 59’ la meta di Bellini, realizzata sempre da Palazzani, ha ridato vigore a tutti i padroni di casa, che hanno continuato a spingere per provare a recuperare l’ampio ma non impossibile svantaggio.

Sfortunatamente le speranze dei padroni di casa sono però crollate al 71’, quando la meta di Diack, seguita dalla solita trasformazione di Pienaar, ha fatto crollare il morale delle Zebre, che dopo sette minuti hanno permesso a Busby di andare in meta, segnando così gli ultimi 5 punti della partita per il netto e definitivo 17-40 per l’Ulster.

Tabellino formazioni e statistiche di Zebre - Ulster

Risultati e classifiche del Pro12 - Clicca sul match per tabellini e classifiche

notizie correlate

Nigel Owens: il trentunesimo uomo

Nigel Owens: il trentunesimo uomo

Il fischietto più famoso del rugby.
L’Italia dall’ingresso nel 6 Nazioni ad oggi

L’Italia dall’ingresso nel 6 Nazioni ad oggi

Talenti emigrati, sistema Accademie e ingresso nel Pro12
Nicola Belardo lascia il rugby per diventare skipper professionista

Nicola Belardo lascia il rugby per diventare skipper professionista

“Sono come sono perché sono stato un uomo di rugby”
Caos Zebre, giocatori con stipendi arretrati e senza assicurazione

Caos Zebre, giocatori con stipendi arretrati e senza assicurazione

Una situazione kafkiana quella in cui versa la franchigia di Parma, mercoledì l'incontro con Gavazzi
Il rugby italiano ha bisogno di restare in Pro12?

Il rugby italiano ha bisogno di restare in Pro12?

Una riflessione sui mezzi a disposizione del rugby di casa nostra
Arrivano in finale a Dublino Scarlets e Munster

Arrivano in finale a Dublino Scarlets e Munster

La finale di Guinness Pro12 in scena il 27 Maggio all'Aviva Stadium

ultime notizie di Pro12

notizie più cliccate di Pro12