4 mesi fa 18/01/2022 01:22

Sonny Bill Williams “avrei voluto giocare con Samoa”

La nuova regola di eleggibilità è giusta

L'ex stella All Black Sonny Bill Williams ha affermato che se la modifica delle regole di eleggibilità di World Rugby fosse arrivata prima, avrebbe voluto rappresentare Samoa alla Coppa del mondo di rugby 2019 in Giappone.

La nuova normativa entrata in vigore permette ai giocatori equiparati che hanno ottenuto almeno un 1 cap con una Nazionale, ma non hanno giocato partite internazionali negli ultimi tre anni, di essere liberi di rappresentare la propria Nazionale di origine.

Williams, neozelandese di origine samoana, è apertamente favorevole e patriottico verso le nazioni delle Isole del Pacifico (Samoa, Fiji e Tonga), con che ha ulteriormente rafforzato in un'intervista a Stuff. L'ex mago dell’offload e vincitore di due Rugby World Cup ha affermato con che avrebbe voluto giocare con i Manu Samoa se il cambio di regola fosse arrivato prima.

 

“Al cento per cento — ammette Sonny Bill —, ero ben consapevole di cosa potevamo rappresentare e cosa avremmo potuto ottenere come polinesiani e Maori. Quindi, sì, avrei sicuramente fatto quel passo.”

“Nessuno vuole vedere gli All Blacks battere Tonga di 100 punti, perché non è una vera partita competitiva, non è lo specchio della qualità dei giocatori che Tonga ha prodotto", ha detto.

 

“Se avessimo un gioco più competitivo, con più giocatori di alto profilo in Nazionale, saremmo anche più seguiti. Conosciamo tutti la politica nello sport, soprattutto nelle isole, ma è un passo nella giusta direzione (riferendosi al cambio di regola). Penso alla Coppa del Mondo di Francia (nel 2007), dove le Fiji hanno battuto il Galles e messo in difficoltà l’Australia, sembravano incredibili. Per me, quella era una giusta rappresentazione del loro gioco isolano”.

“Noi isolani quando giochiamo diamo tutto il nostro cuore e la nostra anima. Ma se sentiamo che qualcosa non va, allora ci tireremo indietro. Parlo di allenatori…. So per esperienza che noi isolani rispettiamo prima di tutto l'uomo e poi quello che ha da offrire come allenatore” conclude Sonny Bill riferendosi alle modalità di allenamento vissute nei suoi ultimi anni da professionista.

 

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

 

Visita lo Shop online Rugbymeet 

 

 

notizie correlate

Israel Folau e tre All Blacks giocheranno con Tonga

Israel Folau e tre All Blacks giocheranno con Tonga

Quattro Top Players chiamati in Nazionale tongana
Le vecchie glorie All Blacks vincono in Spagna [VIDEO]

Le vecchie glorie All Blacks vincono in Spagna [VIDEO]

Al Wanda Metropolitano di Madrid i Classic All Blacks vincono 33 a 26
Will Homer segna la meta della perdita di tempo [VIDEO]

Will Homer segna la meta della perdita di tempo [VIDEO]

In Argentina - Inghilterra una meta che farà discutere
World Rugby introduce nuove disposizioni sui portatori d’acqua

World Rugby introduce nuove disposizioni sui portatori d’acqua

Il water boy Rassie Erasmus in Sudafrica - British Lions ha spinto World Rugby a modificare la norma
Milner Skudder e Waisake Naholo in Major League

Milner Skudder e Waisake Naholo in Major League

La performance di Waisake Naholo con i Rugby New York
Rugby: approvate cinque nuove regole

Rugby: approvate cinque nuove regole

Alcune regole sperimentali hanno trovato l’approvazione definitiva di World Rugby
Probabilmente la meta più rocambolesca mai segnata [VIDEO]

Probabilmente la meta più rocambolesca mai segnata [VIDEO]

La palla rimbalza sul giocatore che sta uscendo accompagnato dal fisio

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale