3 mesi fa 17/05/2019 10:16

Israel Folau è stato ufficialmente licenziato dalla federazione australiana

Costa caro il post social all’estremo dell’Australia

Il giocatore dell’Australia e dei Waratahs Israel Folau (1,93 m x 102 kg) è stato ufficialmente licenziato oggi a causa della pubblicazione di una serie di post controversi sui suoi canali social.

Folau settimana scorsa è stato giudicato da una commissione indipendente che ha ritenuto il giocatore colpevole di una violazione del codice di condotta di alto livello, oggi è stata confermata dalla ARU (federazione australiana di rugby) la chiusura anticipata del suo contratto quadriennale da diversi milioni di dollari.

Folau ha 72 ore per fare ricorso su questa decisione, in tal caso potrebbe essere innescata una seconda audizione sul codice di condotta con le stesse prove ma con una nuova giuria, la battaglia giuridica a questo punto potrebbe essere portata davanti alla Corte Suprema.

“La ARU accetta la decisione del comitato di chiudere il contratto di Israele Folau per la sua violazione ad alto livello del Codice di condotta, ma vogliamo sottolineare che questo risultato è una situazione dolorosa per il rugby australiano” ha detto la CEO di Australian Rugby Union Raelene Castle.

“La ARU non ha scelto di trovarsi in questa situazione, ma la nostra posizione è ferma. Israel, attraverso le sue azioni, non ci ha lasciato altra scelta che seguire questa linea d’azione.”

“Voglio che il messaggio dell’Australian Rugby Union sia chiaro: è nostro impegno tener fede ai valori di inclusione, passione, integrità, disciplina, rispetto e lavoro di squadra” chiude la Castle.

 

A Israel Folau era stato prolungato il contratto con Australian Rugby di altre quattro stagioni alla fine dello scorso anno, tutto ciò senza una clausola formale sull’utilizzo dei social media, la clausola non era stata aggiunta al suo contratto nonostante una simile polemica per un post analogo pubblicato lo scorso anno.

Niente Rugby World Cup dunque per l’estremo dei Warathas, uno dei giocatori più forti e pagati al mondo nel suo ruolo. Questa potrebbe essere la fine della carriera di Israel Folau, oggi 30enne, a meno che in Europa o in Giappone qualche club “sorvoli” sulla scottante vicenda per ingaggiare il fenomeno ex Wallabies.

 

Questo il post apparso sul profilo Instagram di Israel "Izzy" Folau

 

 

 

 

 

Visita Rugbymeet Shop e scopri tutte le offerte

notizie correlate

Bledisloe Cup: All Blacks, rivincita servita! Australia battuta 36-0

Bledisloe Cup: All Blacks, rivincita servita! Australia battuta 36-0

Unica nota negativa l’infortunio alla spalla di Richie Mo’unga
Le formazioni di All Blacks-Australia

Le formazioni di All Blacks-Australia

All'Eden Park il grande match del fine settimana, con la Nuova Zelanda che ha sete di riscatto
All'Eden Park big match tra All Blacks e Australia

All'Eden Park big match tra All Blacks e Australia

Il palinsesto del fine settimana ovale, con il secondo match di Bledisloe Cup
Scott Barrett squalificato per tre settimane

Scott Barrett squalificato per tre settimane

Il giocatore tornerà disponibile dal 1° settembre, in tempo per andare in Giappone
Caso Folau, due milioni di dollari donati al giocatore

Caso Folau, due milioni di dollari donati al giocatore

La prima udienza fissata per il prossimo febbraio. Donazioni ad una lobby cristiana per le spese legali
Michael Cheika "Un lavoro a metà", Steve Hansen "Il rosso ha cambiato tutto"

Michael Cheika "Un lavoro a metà", Steve Hansen "Il rosso ha cambiato tutto"

Le dichiarazioni dei due coach al termine della sfida Australia-All Blacks di Rugby Championship
Israel Folau contro la ARU: mancata segretezza dell'udienza

Israel Folau contro la ARU: mancata segretezza dell'udienza

Il giocatore australiano vuole appellarsi ai problemi procedurali del suo caso

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale