1 mese fa 16/01/2020 10:43

L’ingresso dell’Italia nel Sei Nazioni

Le cinque nazioni aprono la porta all’Italia del rugby

16 Gennaio 1998, Parigi.

Molto spesso, quando le cose accadono, non ci si rende realmente conto di che valore abbiano davvero quegli eventi.

Come le vittorie azzurre nell'annata 1997, come la storica vittoria contro la Francia a Grenoble. Nessuno, lì per lì, aveva coscienza di dove quei risultati avrebbero portato.

E portarono, in questo caso, a Parigi, in un bel giorno di 22 anni fa.

Seduti attorno ad un tavolo, due consiglieri per nazione in rappresentanza rispettivamente di Inghilterra, Francia, Galles, Irlanda e Scozia consegnarono all'allora presidente Giancarlo Dondi un invito in busta chiusa, uno di quegli inviti che cambieranno la storia dello sport, non solo del rugby.
Era come se mancasse qualcosa, era come se quel numero dispari desse fastidio, era come se quelle 5 sorelle andassero tutte insieme dalla propria madre chiedendo un'altra sorellina.
E la sorellina, in questo caso, è una penisola dalla storia imponente, una sorellina con la maglia azzurra addosso. L’Italia del rugby.
22 anni fa, l'Italia veniva invitata ufficialmente a prendere parte in quello che sarebbe da li diventato il Sei Nazioni.
22 anni fa nasceva ufficialmente il Torneo di Rugby più importante.

 

Da Romanzo Sportivo

Tomas De Torquemada  1 mese fa

che tempi, che tempi e quante speranze, quante illusioni.

Aldo Nalli  1 mese fa

Avevano visto un occasione di fare crescere i loro interessi economici con una squadra promettente. Ora le promesse sono disattese, ma se siamo ancora lì è perché evidentemente ne ricavano tutti qualcosa.

Massimiliano Trianni  1 mese fa

Che emozioni! Ma era anche un altro tipo di rugby...più "garibaldino" forse, ma anche più umile. Abbiamo perso per strada sia l'entusiasmo sia l'umiltà per ritrovarci a dover rimpiangere quei tempi. Coraggio, c'è sempre modo di risollevarsi

notizie correlate

Tony Stanger: cornamuse nel vento

Tony Stanger: cornamuse nel vento

Il più prolifico metaman di Scozia
Jack Matthews: il dottore di ferro

Jack Matthews: il dottore di ferro

Il trequarti centro gallese soprannominato Iron Man
Ciaran Fitzgerald: dov'è il vostro orgoglio?

Ciaran Fitzgerald: dov'è il vostro orgoglio?

Il capitano che ha guidato l'Irlanda alla conquista di due Triple Crown.
Denis Charvet: l’ultimo passaggio

Denis Charvet: l’ultimo passaggio

Il talentuoso trequarti centro francese degli anni ottanta.
Gregor Townsend: tocco di classe

Gregor Townsend: tocco di classe

La migliore apertura del rugby scozzese.
Mike Teague: Iron Mike

Mike Teague: Iron Mike

L'uomo più duro del rugby inglese
Rob Wainwright: ordinary hero

Rob Wainwright: ordinary hero

Uno degli eroi scozzesi degli anni '90
Emile Ntamack: la pantera nera

Emile Ntamack: la pantera nera

Uno dei migliori trequarti francesi di sempre

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di 6 Nazioni

notizie più cliccate di 6 Nazioni