x

x

Si tratta della terza edizione in terra australiana. Dopo Melbourne 1956 e Sydney 2000, i Giochi della 35° Olimpiade si terranno a Brisbane. La decisione è stata presa dal CIO, in occasione del 138° Sessione tenuta a Losanna due giorni fa, poco prima dell'inizio di Tokyo 2020. La città del Queensland era l'unica candidata in lizza, e ha ottenuto l'assegnazione con 72 voti a favore e 5 contrari.

La città avrà davanti undici anni per prepararsi ad organizzare l'evento, e di mezzo ci sarà, quasi sicuramente, la Rugby World Cup 2027 (molto vicina all'Australia, a quanto pare). Secondo quanto dichiarato dal Comitato Olimpico Australiano, circa l'80 % delle infrastrutture necessarie sono già esistenti o in fase di ristrutturazione. Saranno necessari circa 900 milioni di dollari di finanziamenti federali e statali per consentire l'organizzazione dell'evento. Tra gli impianti che saranno ampliati, vi è il Gabba, meglio noto come Brisbane Cricket Ground: raggiungerà i 50,000 posti e sarà teatro delle gare di atletica leggera e delle cerimonie.

Un risultato storico: si tratta della prima volta in assoluto che una città, candidata alle Olimpiadi, viene scelta senza dover affrontare altre rivali. La notizia ha colto alla sprovvista un po' tutti, soprattuto i potenziali candidati dalla Germania e dall'Ungheria. Le polemiche non sono mancate, e in tanti hanno puntato il dito contro John Coates, avvocato australiano ex presidente del Comitato Olimpico in Australia, vicepresidente del CIO e presidente del Tribunale Arbitrale Sportivo...

 

 

Foto Deadline

 

 

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

Visita il nostro shop online!

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi