x

x

Foto Gloucester
Foto Gloucester

L'andamento dei sette azzurri impegnati in squadre straniere nel 3°turno delle coppe europee. Stephen Varney entra dalla panchina al 71' e 42", alla prima azione pericolosa buca con un break la difesa avversaria e trasmette il pallone fino a Zach Mercer che al 73' segna la meta decisiva, trasformata al 74' da Adam Hastings. È la favola vissuta dal mediano di mischia azzurro nella vittoria per 21-20 del Gloucester a Edimburgo, che consegna alla squadra inglese la qualificazione con un turno d'anticipo agli ottavi di finale della Challenge Cup.

L'azione di Varney, il gestaccio di Hastings

«Varney taglia profondo nel cuore della difesa di Edimburgo portando la sua squadra in zona rossa - descrive l'azione decisiva Andy Burke di Bbc Scotland, presente allo stadio Hive di Edimburgo, ribollente di 7.744 spettatori - Poi alcune fasi di pressione preparano la piattaforma a Mercer per concludere di forza. La trasformazione di Hastings chiude la partita con il margine più ristretto possibile (21-20) e quando i tifosi di Edimburgo bacchettano l'apertura scozzese del Gloucester lui risponde con il gesto di zittire il pubblico». Un finale bello caldo, oltre che emozionante. Un viatico per Varney a essere decisivo con i suoi break anche con l'Italia nell'imminente Sei Nazioni. Magari ancora contro la Scozia, dove probabilmente ritroverà Adam Hasting da rivale.

Settebello azzurro in coppa

Oltre a Varney sono stati altri sei gli azzurri all'estero impegnati in questo terzo turno di coppe europee: complessivamente 4 vittorie e 2 sconfitte. In Challenge Cup David Odiase ha fatto la seconda presenza in prima squadra all'Oyonnax sconfitto 38-7 a Durban dagli Sharks. Il terza linea ex nazionale under 20 è entrato al 66' per Pedro Bettacourt e in 14' giocati ha fatto 4 placcaggio contro i 9 in 66' del compagno di squadra. Il pilone Pietro Ceccarelli al Perpignan è entrato al 52' nella sconfitta subita a Swansea contro gli Ospreys nello stesso girone del Benetton. Perpignan eliminato matematicamente.

Garbisi impreciso al piede

Sempre nella poule 2 dei trevigiani il Montpellier ha sconfitto in casa 13-3 gli Emirates Lions con 3 punti di Paolo Garbisi, che però ha sbagliato altri 4 fra calci e trasformazioni. Garbisi è stato schierato mediano d'apertura, ha giocato per l'intera partita e secondo le cifre è stato uno dei migliori attaccanti. Nel prossimo turno Benetton-Montpellier a Treviso deciderà la vincitore del girone e chi ha diritto a giocare più partite casalinghe dagli ottavi in poi.

I tre vincitori in Champions Cup

Gli altri tre azzurri hanno tutti vinto in Champions Cup. Il terza linea Ross Vintcent è entrato al 57' per Greg Fiselau nel successo di Exeter 19-17 sul Glasgow di Franco Smith. In Lyon-Connacht 34-20, Monty Ioane ha giocato 80' all'ala, una prestazione opaca secondo i numeri: solo 31 metri guadagnati in 13 corse contro i 145 in 13 corse dell'altra ala Thaakir Abrahms e i 108 in 14 corse dell'estremo Alezandre Tchaptchet. Il peggior attaccante del triangolo allargato. Il mediano di mischia Martin Page Relo ha giocato 57' da titolare completando 49 passaggi.

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi