6 anni fa 30/07/2015 10:18

Serie c: (ri)nasce il college club brescia rugby

Silvio Toninelli: «Per noi si tratta di un nuovo inizio»

ASD Marco Polo RFC e I Bresciani Rugby Football Club insieme con il Rugby Borgosatollo annunciano la (ri-nascita) della ASD College Brescia Rugby Football Club, "College Club Brescia", società fondata nel 1978 da un gruppo di studenti e amici e attiva sul terriorio bresciano fino al 1981, della quale verranno inizialmente adottati anche logo e colori sociali.

Il Marco Polo RFC, dopo aver appreso la notizia dai giornali della sua dipartita dal progetto MarCUS, progetto promosso e fortemente voluto quattro anni fa proprio dalla sua dirigenza, che ha formato la maggioranza assoluta (4 consiglieri su 7) anche del consiglio direttivo della compagine sorta dopo la fusione con il CUS Brescia (capace di assicurarsi due titoli di Serie C e la storica promozione in Serie B del 2012), dalla prossima stagione sportiva si unirà al Rugby Borgosatollo per diventare l'espressione seniores del progetto I Bresciani Rugby Football Club.

ll College Club rinasce, quindi, sulla spinta di tre esperienze di nicchia fortemente attive sul territorio bresciano, sposando in pieno i valori di lealtà, rispetto e amicizia, sui quali aveva posto le proprie fondamenta negli anni di attività. Il Marco Polo, forte della sua esperienza decennale nei campionati di Serie C, il Rugby Borgosatollo, attivo con ottimi risultati nel campionato UISP e soprattutto I Bresciani RFC, club che con circa ottanta ragazzi dagli 8 ai 12 anni rappresenta il cuore pulsante del progetto, lavoreranno così sotto un unico simbolo alla crescita della 'nuova' realtà cittadina.

Il rapporto con la società I Bresciani, splendida realtà bresciana impegnata nel settore propaganda, sarà il perno del progetto di lungo periodo sul quale la dirigenza sarà focalizzata e con la quale ha già instaurato un clima di profonda amicizia e collaborazione.

PERCHE' IL CAMBIO DI DENOMINAZIONE
Il cambio di denominazione nasce soprattutto dalla necessita di sancire una immediata e netta separazione dall'orrendo record sportivo collezionato dal sodalizio nei quattro anni di iscrizione ai campionati della Lombardia come seconda squadra del MarCUS Rugby (la squadra era infatti formalmente iscritta con il nome ASD Marco Polo RFC). In questo periodo, nonostante l'avvicendamento di tre differenti allenatori alla guida tecnica della squadra, il bilancio ha toccato un desolante record di 54 sconfitte e 1 pareggio in 68 gare ufficiali giocate, per un totale di 2.208 punti subiti a fronte dei soli 794 realizzati (vale a dire un saldo negativo nel quadriennio vicino ai 1.500 punti).

CONSIGLIO DIRETTIVO
Profonda conoscenza dello sport provinciale e del mondo ovale lombardo, unita ad un pizzico di esperienza rugbistica internazionale di alto livello, permeeranno il nuovo Consiglio Direttivo che la società svelerà non appena archiviate alcune procedure di giustizia sportiva avviate e legate alle modalità di conclusione del naufragato progetto MarCUS.

CODICE ETICO
Visti i traumatici postumi lasciati dall'esperienza della fusione con il CUS Brescia, la dirigenza si dovrà attenere ad un proprio codice etico, fondato sul rispetto delle istituzioni del club, e sui principi della trasparenza delle informazioni tra i membri del consiglio e tra gli stessi e i giocatori, nonché su una imprescindibile democraticità.

ATTIVITA' 2015/2016
Sul fronte tecnico, la stragrande maggioranza del gruppo che lo scorso anno ha conquistato la promozione in C1 con la maglia del CUS Brescia ha deciso di rimanere unita nel nuovo progetto, pur costretta a rinunciare alla categoria faticosamente, quanto meritatamente, conquistata sul campo. A guidare il gruppo da settembre ci saranno quindi ancora Nicola Bignotti e Valentino Cerri, i due co-capitani della passata stagione.

IL CAMPO
Nella sua prima stagione il College Club si dividerà tra il manto sintetico del Chico Nova di Villaggio Sereno e il centro sportivo comunale Benedetto Pola di Borgosatollo. La sede delle partite interne sarà invece ufficializzata entro la fine di agosto.

OBIETTIVI
Gli obiettivi di una società costretta ad attrezzarsi solo a luglio per affrontare una nuova e impegnativa stagione agonistica non possono che essere improntati al consolidamento del gruppo seniores e allo sviluppo delle attività del settore giovanile. Per il prossimo campionato di Serie C2 si cercherà quindi di percorrere un cammino di medio-alta classifica in modo da costruire le basi per tentare il salto di categoria nella stagione 2016/2017. Durante l'anno sportivo si cercherà di comporre inoltre una seconda squadra che possa puntare alla conquista del campionato UISP mentre sul fronte juniores il focus sarà fissato sul potenziamento delle attività di propaganda, sostenendo attivamente i programmi de I Bresciani e puntando infine alla costituzione di una squadra Under 14 da schierare al via dei campionati nella stagione 2016/2017.

LE DICHIARAZIONI
«Per noi si tratta di un nuovo inizio» ha dichiarato Silvio Toninelli, storico presidente del Marco Polo, «riprendiamo in maniera obbligata da dove avevamo iniziato anni fa ma lo facciamo, oggi, con un importante bagaglio di esperienze che ci ha insegnato tanto soprattutto sulle persone che circolano nell'ambiente ovale bresciano». «Siamo lieti di poter far parte di questo nuovo progetto, l'unico fra quelli che ci sono stati proposti in questi mesi, che rispecchia quanto abbiamo in mente per i nostri giovani rugbisti», ha fatto sapere la presidentessa de I Bresciani Rugby Football Club, Sonia Seravesi Bortolotti, «l'idea di una Under 14 ci preme per dare continuità ai nostri ragazzi che nel 2016 non saprebbero dove giocare. Abbiamo sposato l'idea 'College Club' perchè riteniamo il gruppo che lo compone, moralmente conforme alla nostra idea di rugby e perchè la maggior parte di loro, come noi, è frutto della passione per il rugby del nostro fondatore Silvio Basso, il quale ha trasmesso ad entrambi i valori di rispetto, collaborazione e aiuto che tanto ci pacciono di questo fantastico sport». «Dopo la fine del campionato UISP che ci ha visto classificati al quarto posto, si era profilato un futuro non proprio roseo per la società, in quanto si sono verificate numerose defezioni di giocatori verso altre squadre» ha commentato Giuseppe Salvalai, presidente del Rugby Borgosatollo, «questo accordo pone le basi per un progetto che ci da una carica di fiducia ed entusiasmo per il futuro. Si preannuncia quindi una stagione sportiva intensa e densa di significato per il Rugby Borgosatollo per il quale a breve si insedierà un nuovo consiglio direttivo il cui scopo principale è quello di mantenere l’identità della squadra sul territorio di Borgosatollo. Facciamo i migliori auguri a tutti i giocatori che hanno scelto altre squadre e ringraziamo i giocatori rimasti che hanno dato fiducia al progetto e al nuovo consiglio direttivo. Un ringraziamento particolare va al nostro allenatore Beppe Rolfi, per l’impegno, la dedizione e l’umiltà dimostrata».

 

ISCRIVITI AL SOCIALNETWORK DEL RUGBY!!!

ultime notizie di Serie C

notizie più cliccate di Serie C