3 mesi fa 26/10/2019 11:59

Inghilterra troppo efficace, è finale! All Blacks battuti 19-7

Il piano di gioco studiato da Eddie Jones è perfetto, a gioire sono gli inglesi

All Blacks e Inghilterra, è la partita che tutto il mondo rugbistico stava aspettando dai giocatori ai tifosi, questa è una partita che caricherebbe chiunque. Eddie Jones ha scelto di giocare con il doppio play, dopo aver provato Slade con la maglia numero 13, per cercare di calciare e chiudere gli All Blacks nella loro meta campo. Scelta discutibile quella di Hansen di lasciare fuori un giocatore come Sam Cane in terza linea per dare spazio a Scott Barrett forse per avere più sicurezza contro un ottima organizzazione in rimessa laterale come quella inglese. Ci sarà ancora una volta lo stadio pieno per un pubblico giapponese che ha risposto positivamente e in modo sublime facendo spesso il tutto esaurito. Il match:

L’Inghilterra parte al via molto carica andando a segnare con il ball carrier Manu Tuilagi da pick and go, meta trasformata dal Farrell che portagli inglesi sul 7-0 facendo capire ai neozelandesi che non sarà una partita facile. Sono sempre i ragazzi di Eddie Jones a fare la partita mettendo in difficoltà ancora una volta gli All Blacks ma Goodhue riesce a salvare tutto. Il piano di gioco degli inglesi era chiaro sin dall’inizio, ma sono bravi a rispettarlo e ad interpretarlo al meglio continuando a rispedirlo dentro i loro 22. Al 25’ Nigel Owens rischia di commettere un errore enorme dando la meta ad Underhill nonostante ci sia stato un velo da parte del suo compagno in terza linea Curry, il TMO annulla si resta 7-0. I neozelandesi sono in difficoltà e sembrano quasi in bambola ora l’Inghilterra deve sfruttare queste disattenzione perché nel secondo tempo immaginiamo sarà una partita diversa anche se sono la mischia e il breakdown inglese per ora a fare la differenza e vedremo se riusciranno a resistere per 80’. Da capire è la scelta di Barrett a flanker visto che in rimessa laterale stanno soffrendo come non mai, lenti i movimenti e lanci non perfetti per il tallonatore, campione in carica del Super Rugby, Cody Taylor. Curry recupera l’ennesimo pallone causando un tenuto, Ford centra i pali portando il risultato all’intervallo sul 10-0. 

Ricomincia il secondo tempo con un cambio, dentro Sam Cane fuori Scott Barrett. La spinta di Whitlock condanna la sua squadra a subire un calcio di punizione a metà campo, Daly sbaglia si resta 10-0. Youngs va a segno ma la meta viene ancora annullata, questa volta per un in avanti in maul dopo che Jamie George ha perso il pallone. Ancora All Blacks fallosi, questa volta è Sam Cane a placcare senza palla regalando 3 punti facili per Ford, 13-0. 

Folata neozelandese con Reece portato fuori da Slade giudicato regolare. Lancio lungo e sbagliato di George il pallone arriva preciso in mano ad Ardie Savea che vola in meta, Mo’unga trasforma e al 59’ si va sul 13-7. È ancora Cane solo 3’ più tardi a commettere un altro fallo da posizione centrale dentro i 22 e Ford riporta gli inglesi sopra break 16-7. Il XV di Hansen è troppo falloso, questa volta viene punito Retallick per un entrata laterale in ruck e Ford allarga ancora di più il punteggio, 19-7. La nazionale inglese raggiunge la sua quarta finale mondiale! Domani alle 10 italiane si giocherà la seconda semifinale con gli inglesi che guarderanno molto interessati per vedere chi tra Galles e Sud Africa incontreranno in finale.  

Tabellino: 3’ m. Tuilagi tr. Farrell (7-0), 40’ c.p. Ford (10-0); 50’ Ford (13-0), 59’ m. Savea tr. Mo’unga (13-7), 62’ c.p. Ford (16-7), 70’ c.p. Ford (19-7).

Inghilterra: 15 Elliot Daly, 14 Anthony Watson, 13 Manu Tuilagi, 12 Owen Farrell (c), 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Sam Underhill, 6 Tom Curry, 5 Courtney Lawes, 4 Maro Itoje, 3 Kyle Sinckler, 2 Jamie George, 1 Mako Vunipola

Panchina: 16 Luke Cowan-Dickie, 17 Joe Marler, 18 Dan Cole, 19 George Kruis, 20 Mark Wilson, 21 Willi Heinz, 22 Henry Slade, 23 Jonathan Joseph

All Blacks: 15 Beauden Barrett, 14 Sevu Reece, 13 Jack Goodhue, 12 Anton Lienert-Brown, 11 George Bridge, 10 Richie Mo’unga, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read (c), 7 Ardie Savea, 6 Scott Barrett, 5 Sam Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Nepo Laulala, 2 Codie Taylor, 1 Joe Moody

Panchina: 16 Dane Coles, 17 Ofa Tu’ungafasi, 18 Angus Ta’avao, 19 Patrick Tuipulotu, 20 Sam Cane, 21 TJ Perenara, 22 Sonny Bill Williams, 23 Jordie Barrett

International Stadium, Yokohama

Arbitro: Nigel Owens (Wales)

Assistenti: Romain Poite (France), Pascal Gaüzère (France)

TMO: Marius Jonker (South Africa)

 

Michele Morra  3 mesi fa

Gli Inglesi hanno demolito fisicamente gli AB,li hanno sovrastati in ogni istante della partita e li hanno messi sotto senza tregua.Vedere i neozelandesi in deficit d'ossigeno non è cosa da tutti i giorni,roba inimmaginabile fino a pochi anni fa,tecnica e strategia di gioco valgono fino a quando sono supportati dal fitness e l'Inghilterra di oggi ha alzato l'asticella all'inverosimile.Se in finale dovessero incontrare il SA come minimo ne viene fuori una partita da leggenda.

notizie correlate

Sydney 7s, le Fiji battono il Sudafrica in finale

Sydney 7s, le Fiji battono il Sudafrica in finale

Gli isolani si aggiudicano la quarta tappa delle World Series. Quarto successo per le Black Ferns
Kobe Bryant, il cordoglio delle stelle del rugby

Kobe Bryant, il cordoglio delle stelle del rugby

Da Dan Carter a Bryan Habana, i rugbysti che hanno salutato il campione NBA con un tweet
Hamilton 7s, doppio successo per la Nuova Zelanda

Hamilton 7s, doppio successo per la Nuova Zelanda

Nella terza tappa delle Seven World Series vincono sia gli All Blacks che le Black Ferns
Dan Carter miglior giocatore degli ultimi dieci anni

Dan Carter miglior giocatore degli ultimi dieci anni

Carter ha battuto nella finale di World Rugby Richie McCaw
Problemi per Jordie Barrett, espulso durante un match di cricket

Problemi per Jordie Barrett, espulso durante un match di cricket

Il giocatore All Blacks è stato espulso dal Melbourne Cricket Ground durante Australia-Nuova Zelanda
Cosa ci è piaciuto del rugby mondiale in questo 2019

Cosa ci è piaciuto del rugby mondiale in questo 2019

Il meglio e il peggio di Ovalia, un resoconto dell'ultima annata
L'ex All Black Sam Strahan ha passato la palla

L'ex All Black Sam Strahan ha passato la palla

È deceduto nella sua casa di Kiwitea, aveva 74 anni
Ardie Savea giocatore dell'anno ai New Zealand Rugby Awards

Ardie Savea giocatore dell'anno ai New Zealand Rugby Awards

Premiati i migliori giocatori dell'anno secondo New Zealand Rugby

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Rugby World Cup

notizie più cliccate di Rugby World Cup