1 mese fa 20/06/2021 11:25

Paolo Garbisi dopo la finale: "Questo è per chi diceva che ci avrebbero distrutto!"

Al termine della vittoriosa finale di Treviso, le parole di Kieran Crowley, Paolo Garbisi e Michele Lamaro

La semplicità e la laconicità di Kieran Crowley, chiuso dietro la sua espressione impenetrabile, dice tanto. È la vittoria vista con normalità da uno che nel rugby era abituato a vincere, a differenza nostra, che vediamo in ogni successo con le grandi, un'impresa storica da incorniciare.

Forse lui stesso non immagina quello che ha saputo fare in questi cinque anni a Benetton, e quello che potrà dare alla Nazionale:

"Abbiamo giocato bene in tutti i reparti, difesa, mischia, touche. La performance è stata eccellente, sapevo che i ragazzi sarebbero stati in grado di giocare così, abbiamo gestito bene la gara intera."

"Sicuramente, dopo una stagione in Pro14, la squadra si è ricompattata e ci siamo ripresi. Per i giocatori non è facile ottenere buone performance, specie quando non si gioca come si vuole. Oggi abbiamo gestito bene le situazioni, abbiamo chiuso i Bulls in fase difensiva, non gli abbiamo concesso nulla!"

 

Parla anche Paolo Garbisi, man of the match e astro nascente della nostra mediana:

"I punti lasciati, in una finale, sono tanti. La performance è stata incredibile, e questa finale in casa ci poteva mettere sotto pressione. La squadra ha reagito bene e sono felice perché in tanti ci davano per spacciati, dicendo che i Bulls ci avrebbero distrutto e che non era giusto che rappresentassimo l'Emisfero Nord!"

"Abbiamo retto bene in queste partite in Rainbow Cup. L'aspetto fisico è stato fondamentale, soprattutto contro una squadra che fa della fisicità la sua arma principale."

"Il pubblico è stato fantastico, era da parecchio che non vedevamo gli spettatori, sembravano molti di più. Ringrazio i tifosi e il supporto che ci hanno dato."

 

Infine le parole di Michele Lamaro, autore di una delle mete:

"Sapevamo che i Bulls sarebbero venuti qui per fare una battaglia. Il nostro primo obiettivo era quello di affrontarli e disunirli. La battaglia in mischia è stata fondamentale, e pian piano siamo riusciti a aprire la loro difesa

 

 

Foto Alfio Guarise

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

Visita il nostro shop online!

notizie correlate

Paul Gustard e l’assetto difensivo della Benetton Treviso

Paul Gustard e l’assetto difensivo della Benetton Treviso

“La mentalità deve essere chiara, sarà importante guadagnare metri in ogni punto d’incontro”
Andrea Masi e la filosofia da allenatore

Andrea Masi e la filosofia da allenatore

“Benetton ha una rosa molto ampia, ciò ci permette di alzare gli standard”
Duvenage e Lamaro nuovi capitani di Benetton

Duvenage e Lamaro nuovi capitani di Benetton

Nomina a sorpresa di Marco Bortolami, che rinnova la leadership della squadra
Benetton Rugby: I primi giorni del ciclo Marco Bortolami

Benetton Rugby: I primi giorni del ciclo Marco Bortolami

Coach Bortolami su obiettivi della nuova stagione, nuovo staff e rosa giocatori
Cinque giovani firmano il contratto centralizzato con FIR

Cinque giovani firmano il contratto centralizzato con FIR

Andreani, Marin, Neculai, Pani e Lucchesi si legano alla Federazione
British & Irish Lions: casi covid, mezza squadra in isolamento

British & Irish Lions: casi covid, mezza squadra in isolamento

Bulls indisponibili, programmata una seconda partita con gli Sharks
Benetton-Bulls 35-8, gli highlights [VIDEO]

Benetton-Bulls 35-8, gli highlights [VIDEO]

Tutte le mete della finale di Rainbow Cup

ultime notizie di Rainbow Cup

notizie più cliccate di Rainbow Cup