2 mesi fa 02/04/2019 11:05

L’impressionante stagione di Nick Timoney

Un giovane prospetto irlandese chiamato Nick Timoney

Nato a Dublino il 1° agosto 1995, questo ragazzo di 192 cm per 113 kg di peso, Nick Timoney si sta facendo largo in Guinness Pro14 a suon di placcaggi e ottime prestazioni indossando la maglia del suo Club, l’Ulster. La sua carriera rugbistica iniziò al Blackrock college di Dublino (stagione 2013-2014), dove fu capitano e vinse la Leinster Schools Senior Cup. Passò poi a giocare in prima divisione irlandese presso il St.Mary's RFC, nella stagione 2014-15. Nel 2015 entrò a far parte dell'Academy del Leinster che lasciò a fine stagione quando non li fu offerto un contratto da professionista per l’anno dopo. Decise però di non lasciare l'Irlanda, rifiutando addirittura un contratto da un club francese di Top 14, spostandosi quindi nella stagione 2015-16 all'Academy dell’Ulster dove giocò talmente bene da guadagnarsi il tanto ambito contratto da professionista e l'esordio in prima squadra l'8 aprile 2017 contro Cardiff ( finì 24 a 24, Timoney entrò dalla panchina giocando 17’ minuti). Il suo vero esordio da titolare lo fece  il 22/09/17 ,la prima giornata della stagione successiva, contro Newport segnando ben due mete, giocando 80 minuti e guadagnando il titolo di man of the match (la partita finì 52 a 25 per Ulster). Nei suoi “honours" troviamo 8 caps con l'Irlanda u20 , tra il 2014 e il 2015, e nel 2017 la convocazione con la nazionale Seven dei “folletti" irlandesi a cui va aggiunta la vittoria del Seven di Mosca sempre nello stesso anno. Durante la sua carriera si è molto ispirato a giocatori del calibro di Stephen Ferris e Schalk Burger. Al di fuori del campo da rugby studia presso la Queen’s University Belfast. Ma veniamo un po' a qualche statistica di questa forza della natura.

 

Solo in questa stagione sportiva di Guinness Pro 14 e di Champions Cup ha giocato 23 delle 25 partite disputate dal proprio club. Ecco qui alcuni dati:

Nick Timoney STAGIONE 2018/2019 (Champions Cup e Pro 14)

Mete: 1 (vs Connacht)

Passaggi completati: 49

Metri guadagnati:  423

“Carries” (palloni portati): 167

Turnover vinti: 5

Difensori battuti: 26

Placcaggi: 292

Offloads: 4

 

Queste statistiche fanno capire quanto sia completo questo giocatore, ma in particolar modo sottolineano le sue grandi qualità come portatore di palloni (media di 7 palloni portati a partita) e di instancabile placcatore. Infatti nel 18esimo round di Pro 14 ha messo a segno 27 placcaggi contro i Sud Africani del Southern Kings, fino ad ora il picco più alto raggiunto dal terza linea di Ulster. Invece nei quarti di finale di Champions Cup, persi con i campioni in carica del Leinster, è risultato il 4° miglior placcatore avendone realizzati 21 su 22 tentati. Con l'Ulster invece a partire dalla stagione 2017-18, ha totalizzato 46 presenze (tra Pro 14 e Champions Cup) realizzando 30 punti (6 mete).

Nonostante la giovane età, questo giocatore è diventato uno dei punti fermi nel suo club e chissà che in un futuro non lo diventi anche della nazionale del trifoglio. Magari Joe Schmidt leggendo questo articolo ci farà un pensierino.

Voi invece cosa ne dite?

 

Di Giovanni Caselli

 

 

 

Risultati della 18° giornata di Guinness Pro14 - clicca sul match per tabellino e statistiche

Foto @ChampionsCup

 

 

 

La cover della tua squadra di rugby solo nello shop di Rugbymeet

notizie correlate

Definite le conference di Guinness Pro14 per la stagione 2019-2020

Definite le conference di Guinness Pro14 per la stagione 2019-2020

Zebre Rugby in Conference A mentre Benetton Treviso in Conference B
Zebre Rugby: Ufficiale il nuovo sponsor tecnico

Zebre Rugby: Ufficiale il nuovo sponsor tecnico

La Macron accompagnerà la franchigia parmigiana
Kieran Crowley: la leadership di un uomo tranquillo

Kieran Crowley: la leadership di un uomo tranquillo

L’intervista di Gianluca Barca al miglior allenatore del Pro14
Leonardo Mantelli ingaggiato dalle Zebre

Leonardo Mantelli ingaggiato dalle Zebre

Il mediano d'apertura toscano prossimo all'esordio in Pro14
Benetton Rugby: Kieran Crowley a tutto campo

Benetton Rugby: Kieran Crowley a tutto campo

L’intervista a Crowley dopo la stagione che lo ha visto premiato come miglior coach del PRO14
Tra privato e pubblico, il caso Benetton Rugby

Tra privato e pubblico, il caso Benetton Rugby

In edicola il numero 137 di Allrugby - l’editoriale di Gianluca Barca
Benetton Rugby: i cinque Permit Player più tre invitati per l’inizio della stagione

Benetton Rugby: i cinque Permit Player più tre invitati per l’inizio della stagione

Pavanello “L’obiettivo sarà quello di lavorare con una rosa che complessivamente conterà circa 60 elementi”
Zebre Rugby: la rosa di 44 giocatori per la stagione 2019/20

Zebre Rugby: la rosa di 44 giocatori per la stagione 2019/20

Cinque Permit Player ufficiali e i cinque invitati

Rugby Win

ultime notizie di Pro14

notizie più cliccate di Pro14