7 mesi fa 16/11/2019 16:35

Conor O'Shea si è dimesso

Il commissario tecnico della Nazionale Azzurra ha rassegnato le sue dimissioni

Il Presidente della Federazione Italiana Rugby Alfredo Gavazzi ha informato oggi il Consiglio Federale, riunito a L'Aquila, che Conor O'Shea, in carica dal giugno 2016, ha dichiarato la sua volontà di risolvere anticipatamente il contratto che lo legava alla Nazionale Azzurra

Il Consiglio ha preso atto con rammarico della decisione, con conseguente applicazione di quanto previsto in proposito dal contratto.

Il Presidente Gavazzi ha dichiarato: "Siamo rattristati dalla decisione di Conor di non concludere il percorso così come contrattualmente previsto. Lo ringraziamo per l’impegno e la passione con cui ha ricoperto in proprio ruolo in questi anni e gli auguriamo i migliori successi professionali negli incarichi che andrà a ricoprire”.

Conor O'Shea ha dichiarato: "Ho amato ogni minuto passato in Italia e credo davvero in quello che abbiamo fatto e in quanto potrà essere raggiunto negli anni a venire. Abbiamo avviato un processo e generato una nuova, fondata speranza, ma credo anche che la fine della Rugby World Cup rappresenti il momento migliore per tutti per fare i cambiamenti in vista del nuovo ciclo. Ho costruito amicizie e fatto esperienze che non dimenticherò mai. Il lavoro di tutti noi è quello di lasciare la maglia in un luogo migliore di quello in cui l'abbiamo trovata, spero sinceramente di aver lasciato il rugby italiano in una posizione migliore. I giovani che stanno arrivando entrano a far parte di un sistema che, continuando con le giuste decisioni, non potrà che migliorare negli anni a venire. Voglio ringraziare Alfredo e tutta la FIR per il supporto che mi hanno sempre dimostrato".

 

Foto Alfio Guarise

Michele Morra  7 mesi fa

E anche O'Shea ce lo siamo giocati,per lui nessun problema visto che ha già pronto un posto di prestigio,per noi,il solito buio pesto.Il lavoro che aveva impostato richiedeva almeno un decennio per portare frutti ma in Italia è un miracolo se resistono qualche anno per poi scappare,costretti, a gambe levate ed essersi bruciati la reputazione.E adesso riparte il toto nomi,tutti a sperare che arrivi il Sommo Sacerdote che con qualche rito propiziatorio ci trasforma in uno squadrone.

Matteo Biasio  7 mesi fa

Non è una novità doveva succedere e per tempo Cos aveva avvisato. Poi i soliti noti si sono presi un po' alla sprovvista. Certo che la fiducia non c'era più basti vedere il post qua sotto di come è stata vista la sfida con il Sud Africa.

Tomas De Torquemada  7 mesi fa

non sarete mica stati presi in contropiede? era scritto a caratteri cubitali. Dall'ultima dichiarazione in Giappone era sparito e nessuno, NESSUNO, sapeva dove fosse il Capo Allenatore della Nazionale Maggiore (mica si parla del custode degli spogliatoi di PizzoMontuoso!). Questi sono gli aspetti "provinciali" che dobbiamo cambiare nel nostro rugby prima di pensare a perfezionare gli off-load!

notizie correlate

Italia: Franco Smith "costruiremo il nostro DNA su tre aspetti"

Italia: Franco Smith "costruiremo il nostro DNA su tre aspetti"

Il Presidente Gavazzi risponde alle critiche sulle nomine dello staff tecnico
Franco Smith: “i risultati si conquistano con il duro lavoro”

Franco Smith: “i risultati si conquistano con il duro lavoro”

Il Presidente Gavazzi “impressionati dalla cultura del lavoro e dall’entusiasmo di Franco”
È uscito Allrugby 147: rugby in stand by

È uscito Allrugby 147: rugby in stand by

Interviste al presidente Fir Alfredo Gavazzi, Edoardo Gori, Guido Pattarini, Alfredo Biagini, Alberto Marusso, Alessandro Corbetta e Nicolò Pagotto
Presentato a Roma il Sei Nazioni 2020

Presentato a Roma il Sei Nazioni 2020

Il sindaco Virginia Raggi: “Il terzo tempo del rugby deve essere esempio per altri sport”
Gavazzi: “con il Sudafrica abbiamo sbagliato tattica”

Gavazzi: “con il Sudafrica abbiamo sbagliato tattica”

In arrivo una trentina di milioni di euro nelle casse federali da parte di Pro14 e 6 Nazioni
Presentato il Peroni Top12 2019/20

Presentato il Peroni Top12 2019/20

Le voci dei capitani alla vigilia della 90° edizione del massimo campionato di rugby

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Nazionale

notizie più cliccate di Nazionale