1 mese fa 16/10/2019 11:55

Conor O'Shea parla al termine del Mondiale: "C'è speranza per il futuro"

Il coach della Nazionale dice la sua sulla squadra al termine della Rugby World Cup

Una strana atmosfera ha accompagnato gli ultimi giorni di raduno a Toyota per la squadra guidata da Conor O’Shea, che ha terminato anticipatamente la preparazione al quarto match del Girone B alla Rugby World Cup contro la Nuova Zelanda, a causa dell’annullamento del match contro gli All Blacks ufficializzato nella mattinata di giovedì.

Dopo 51 giorni consecutivi passati insieme, da 44 giocatori utilizzati nella preparazione estiva, e 33 giocatori utilizzati in allenamento (di cui le due riserve straordinarie, Danilo Fischetti e Giosuè Zilocchi, arrivati in Giappone per non giocare), si conclude l’avventura dell’Italia con due vittorie nelle prime due partite contro Namibia e Canada, una sconfitta contro il Sudafrica e un pareggio a tavolino contro la Nuova Zelanda. Tanta amarezza per quest ultimo match non giocato. Unica soddisfazione, la qualificazione alla prossima Rugby World Cup 2023 in Francia.

Un epilogo che non è piaciuto a nessuno, nemmeno a Conor O'Shea, che siederà sulla panchina Azzurra per altri cinque mesi, prima di lasciare la Nazionale (dopo il Sei Nazioni):

“Sono deluso per l’annullamento della partita per il tifone. Non penso al risultato finale ma al fatto che tu non puoi mai sapere cosa succede in un match e ai vari fattori che possono condizionarlo. Mi dispiace per i giocatori perché per loro è giusto finire una competizione del genere sul campo. Vittoria o sconfitta che sia: è arrivata la fine del nostro sogno in Giappone. Ho parlato con i ragazzi e ho detto a loro che sono orgoglioso di loro: abbiamo fatto due buone prestazioni nelle prime due partite e, ovviamente, dopo il match contro il Sudafrica nessuno era contento”.

“Abbiamo una speranza per il futuro. C’è una profondità più ampia e ora siamo saliti al dodicesimo posto nel ranking. Nel passato abbiamo vinto contro Fiji, Giappone e altre squadre che sono sopra di noi nella classifica mondiale. Il prossimo obiettivo di questo gruppo è arrivare all’altissimo livello e scalare posizioni. Ci sono le possibilità per farlo: in questo gruppo da un lato avevamo giocatori come Parisse, Zanni e Ghiraldini che hanno esperienza al Mondiale; dall’altro tanti giocatori – sia giovani che esperti – che erano alla prima Rugby World Cup, fattore su cui si può costruire per i prossimi anni. Guardiamo avanti”.

“Pensiamo a quanti giocatori si sono messi in mostra qui: saranno la base dei prossimi anni e ci sono tanti fattori che ci fanno sperare per un buon futuro. Con questa squadra – staff compreso – dobbiamo fare il tutto sempre al meglio anche per noi stessi per arrivare al livello che noi vogliamo. Non è facile, ma siamo sulla strada per poterlo fare. Una vita senza ambizione non è una vita”.

“E’ un privilegio essere in questo gruppo e poter guidare la Nazionale. Spero tra 10 o 20 anni, così come Parisse, Zanni e Ghiraldini hanno fatto tanto per questo sport, di poter vedere che tanti ragazzi giovani che sono qui oggi possano aver fatto qualcosa di simile per il futuro e avere una buona squadra” ha concluso il Commissario Tecnico Azzurro.

 

Risultati e classifiche dei gironi della Rugby World Cup 2019 - clicca sul match per tabellino e statistiche

Clicca qui per tutte le dirette (in Italia) della Rugby World Cup 2019

Foto Alfio Guarise

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU

Scopri la nuova liena di palloni RM

Francesco Foltran  1 mese fa

cambiamo sempre....la dirigenza non la cambiamo? gavazzi sara' pure per certi una disgrazia ma altri proponenti validi NON SE NE VEDONO

Francesco Foltran  1 mese fa

sarebbe bello arrivasse 3-4 concorrenti con proposte serie.....NON c'e' nessuno..., forse innocenti??? che programma ha???

Michele Morra  1 mese fa

Chissà a quale speranza fa riferimento O'Shea,da questa parte non se ne vedono molte.Uno dei "guai" che abbiamo è il Sei Nazioni,puntualmente arriva un cambio allenatore a ridosso di un torneo e per non sfigurare(eufemismo,raccogliamo figuracce epiche da troppi anni)non si innestano giovani motivati ma si finisce sempre per ripiegare sull'usato sicuro(sì..sicuro di perdere).Invece bisognerebbe davvero rifondare da zero tutto,il lavoro impostato non sta dando risultati apprezzabili,anzi,stiamo pure peggiorando.Non importa se si perdono gli incontri,(uno più uno meno che differenza fa?)quello che conta è creare un gruppo di ragazzi con voglia di imparare e lottare e magari anche vincere.Adesso chi arriva?Cotter?E tutti pronti di nuovo ad acclamare l'ennesimo Messìa che dovrà fare il miracolo di portarci nel rugby del 2020.Ennesimo probabile fallimento.

notizie correlate

Conor O'Shea si è dimesso

Conor O'Shea si è dimesso

Il commissario tecnico della Nazionale Azzurra ha rassegnato le sue dimissioni
In edicola Allrugby numero 140

In edicola Allrugby numero 140

E’ il momento di raccontarvi il Top 12
Italia: il dopo O’Shea potrebbe chiamarsi Vern Cotter

Italia: il dopo O’Shea potrebbe chiamarsi Vern Cotter

Vern Cotter, Dave Rennie e Rob Howley in corsa per la panchina azzurra
Mondiale rugby: Conor O’Shea “sono distrutto, per i ragazzi e per tutta la squadra”

Mondiale rugby: Conor O’Shea “sono distrutto, per i ragazzi e per tutta la squadra”

Il CT dell'Italia “il cartellino rosso a Lovotti ha ucciso la partita”
Sudafrica - Italia: Sergio Parisse “la pressione sarà tutta su di loro”

Sudafrica - Italia: Sergio Parisse “la pressione sarà tutta su di loro”

Il CT Conor O’Shea: “Dobbiamo giocare come se fosse l’ultima partita”

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Nazionale

notizie più cliccate di Nazionale