8 giorni fa 13/09/2018 10:46

Ma’a Nonu ricomincia dai Blues

Tana Umaga “ci mancava un giocatore di esperienza in mezzo al campo”

Dopo l’addio al Tolone sembrava andare incontro a un anno sabbatico o addirittura alla fine della sua carriera. Oggi i Blues hanno invece annunciato l’ingaggio del 36enne Ma’a Nonu, il club con base ad Auckland e l’ex All Black hanno firmato un contratto di un anno per il Super Rugby 2019.

Dopo tre anni al Tolone in Top 14 (77 presenze) Nonu è tornato in Nuova Zelanda con la moglie Andrea e i tre figli a fine Luglio, questo prima di fare il turista per mezza Europa, Italia compresa. Nonu (1,82 m x 106 kg) con gli All Blacks ha collezionato 103 caps e segnato 31 mete diventando campione del mondo nel 2011 e nel 2015. Un profilo di questo livello potrebbe giocare un ruolo chiave nei Blues, aggiungendo l'esperienza di un trequarti centro che forse è mancata nelle ultime stagioni.

“La nostra backline, nonostante fosse giovane e talentuosa, mancava regolarmente di esperienza in mezzo al campo a causa di infortuni”, ha detto il capo allenatore dei Blues Tana Umaga.

“La prossima stagione sarà impegnativa a causa del nuovo formato senza la pausa internazionale. E i giocatori in lista per la Coppa del Mondo, come Sonny Bill Williams, saranno probabilmente monitorati più da vicino” commenta Umaga.

Le dichiarazioni di Ma’a Nonu dai media neozelandesi: “So che i Blues hanno vissuto momenti difficili nelle ultime stagioni, ma sono entusiasta di giocare con alcuni giovani e promettenti giocatori che avranno una lunga carriera sia nei Blues che negli All Blacks.”

 

 

Visita Rugbymeet Shop e scopri tutte le offerte

notizie correlate

L'All Black George Moala firma con Clermont

L'All Black George Moala firma con Clermont

Il centro dei Blues lascerà il Super Rugby a fine stagione
Piri Weepu si ritira [VIDEO]

Piri Weepu si ritira [VIDEO]

Campione del mondo nel 2011, fu lui a guidare la Kapa O Pango finale
Brian Lima: il chiropratico

Brian Lima: il chiropratico

Il trequarti samoano Brian Lima è diventato famoso per avere preso parte a ben cinque edizioni della Coppa del Mondo e per i placcaggi devastanti, che gli hanno regalato il soprannome di Chiropratico.
Bryan Williams: ira di Dio

Bryan Williams: ira di Dio

Bryan Williams è considerato uno dei più grandi giocatori che la Nuova Zelanda abbia mai prodotto. Il trequarti ala di Auckland ha indossato la maglia degli All Blacks dal 1970 al 1978, disputando 113 partite, tra cui 38 test internazionali, realizzand
Ma’a Nonu: lo scardinatore di difese

Ma’a Nonu: lo scardinatore di difese

Due titoli di campione del mondo, altrettanti slam conquistati in tour nel Regno Unito, 103 caps e 31 mete fanno di Nonu uno dei più grandi atleti ad avere vestito la maglia degli All Blacks.
Mils Muliaina: il volo del calabrone

Mils Muliaina: il volo del calabrone

Estremo dinamico e affidabile, Mils Muliaina ha giocato un ruolo chiave nel recente predominio della Nuova Zelanda sulla scena internazionale, inserendosi tra i migliori giocatori che gli All Blacks hanno avuto in quella posizione.
Doug Howlett: sulle ali del vento

Doug Howlett: sulle ali del vento

Doug Howlett è il trequarti ala più prolifico nella storia degli All Blacks e vanta titoli sia nell'Emisfero Sud, con gli Auckland Blues, sia per l'Emifero Nord, con il Munster.
Joe Rokocoko: vi presento Joe Black

Joe Rokocoko: vi presento Joe Black

Il trequarti ala Joe Rokocoko è stato il degno erede di Jonah Lomu tra le fila degli All Blacks, dove si è dimostrato uno dei finisher più letali del rugby moderno

ultime notizie di Mercato

notizie più cliccate di Mercato