4 mesi fa 27/02/2020 01:26

Giamba Venditti torna all’Avezzano Rugby

L’ex ala azzurra giocherà in Serie B

A dicembre Zebre Rugby e Giovanbattista Venditti annunciavano la risoluzione anticipata del contratto. Dopo un paio di stagioni difficili “Giamba”, ormai uscito dal giro della Nazionale, salutava così l’alto livello lasciando presupporre la fine anticipata della carriera a nemmeno 30 anni compiuti. Oggi un post dell’Avezzano Rugby e dello stesso Venditti annunciano il ritorno a casa del 44 volte azzurro.

Giovanbattista Venditti (1,88 m x 108 kg) è nato nel 1990 ad Avezzano, cresciuto rugbisticamente nella locale società, nel 2006 si trasferisce a Roma sponda Capitolina per poi vestire le maglie di Gran Parma (TOP10), degli Aironi (Celtic League), Newcastle Falcons (Premiership) e Zebre (Pro14), registrando 44 presenze nella nazionale italiana con 8 mete realizzate (di cui una rimasta iconica contro il Sudafrica nel 2016).

L’Avezzano Rugby con Venditti ora può puntare con maggiore convinzione alla promozione in Serie A, gli abruzzesi allenati da coach Rotilio sono attualmente al secondo posto del Girone 4 di Serie B a soli 4 punti dalla Primavera Rugby, squadra prima in classifica.

Le parole dell’ala apparse sul comunicato del club giallo nero:

“Sono felice della scelta che ho fatto; era una cosa a cui avevo pensato già da tempo, tornare dove ho cominciato da bambino e poter dare qualcosa indietro alla società che mi ha accompagnato nei miei primi passi è un piccolo sogno che si realizza.
Le alterne vicende che hanno contraddistinto il mio recente percorso sportivo, hanno reso possibile questo mio desiderio. L’attuale società dell’Avezzano rugby, che condivide i miei principi e i miei valori, sportivi e non, ha uno staff tecnico e un gruppo di giocatori che stanno già facendo un’ottima stagione; nel mio piccolo cercherò di aiutare i ragazzi ma soprattutto restituire all’ambiente cittadino tutto quello che la mia carriera mi ha insegnato. Stare a contatto con i ragazzi giovani e passare un po’ della mia esperienza è una responsabilità che sento molto vicina.
Sarà emozionante tornare nello stesso impianto dove mio padre quasi tutti i giorni mi accompagnava da bambino per gli allenamenti e per le partite; rimettere finalmente una maglia giallo nera con l’orso sul petto, lo dico con il cuore… non ha prezzo.”

 

Giamba Venditti dal suo profilo Instagram:

“Qualche mese fa ho detto basta con il rugby, volevo passare più tempo con la mia famiglia e e avevo detto che questo sport, il mio sport, vissuto in quel modo non era più la mia priorità. Dopo alcuni mesi fuori sono stato tentato di concludere il campionato con squadre straniere ma non ho sentito quella spinta sufficiente a farmi salire su un aereo e farmi tornare in campo...eppure quelle proposte avevano lasciato una traccia dentro di me!
Forse avevo ancora voglia di scrivere un ultimo pezzettino di storia con questa palla ovale che tanto mi ha dato.
Accettare una di quelle proposte era probabilmente la scelta più corretta da prendere, ma come sappiamo, non sempre le scelte più logiche sono quelle giuste. La vera moneta dello sport è emotiva e passionale, le nostre scelte più importanti hanno radici talmente profonde che a volte neanche noi le comprendiamo fino in fondo; e questo ragionamento mi ha fatto domandare: “che stemma vorrei vedere cucito sul mio petto?”
Ho quindi deciso di tornare a vestire la maglia della società che mi ha permesso di scoprire questo splendido mondo. La maglia della mia città, della terra in cui sono nato e in cui vivono i miei genitori e la mia famiglia.

Sono felice della scelta che ho fatto; era una cosa a cui avevo pensato già da tempo; tornare dove tutto è cominciato e poter dare qualcosa indietro alla società che mi ha accompagnato nei miei primi passi è un piccolo sogno che si realizza.
Stare a contatto con i ragazzi giovani e passare un po’ della mia esperienza è una responsabilità che sento molto vicina.
Sarà emozionante tornare nello stesso impianto dove mio padre quasi tutti i giorni mi accompagnava da bambino per gli allenamenti e le partite; rimettere finalmente una maglia giallo nera con l’orso sul petto, lo dico con il cuore...non ha prezzo.”

 

Risultati e classifiche di Serie B

 

 

 

Visita Rugbymeet Shop e scopri tutte le offerte


 

Scopri la nuova liena di palloni RM


 

Scopri i nuovi paradenti Sisu:

Paradenti SISU

Aldo Nalli  4 mesi fa

È quello che auspico per il rugby abruzzese e non solo. Se molti ex campioni si mettessero ad allenare, anche magari nelle under, ci sarebbero molti più bambini/ragazzi che si avvicinano a questo sport, oltre ad essere spinti a fare meglio. Ma pare che invece di trasmettere le loro esperienze, preferiscono fare le mascherine in televisione.... Il loro talento e la loro esperienza potrebbe fare molto bene al rugby italiano

Massimiliano Trianni  4 mesi fa

In bocca al lupo Giamba!!! Resti una delle ali più forti che abbia mai visto!

notizie correlate

Fermo Rugby Club: come rimanere uniti grazie ai campioni azzurri

Fermo Rugby Club: come rimanere uniti grazie ai campioni azzurri

Il Fermo Rugby entra in casa dei suoi atleti portando come ospiti i giocatori della Nazionale
Zebre Rugby e Giovanbattista Venditti rescindono il contratto

Zebre Rugby e Giovanbattista Venditti rescindono il contratto

Risoluzione anticipata con il giocatore che nelle ultime stagioni era sparito dai fogli gara
Giovanbattista Venditti convocato con l’Italia Sevens

Giovanbattista Venditti convocato con l’Italia Sevens

I 12 convocati per il Rovigo Rugby Festival e i 15 per il raduno di Milano
Da Maci Battaglini a Michele Campagnaro, quanti italiani all'estero!

Da Maci Battaglini a Michele Campagnaro, quanti italiani all'estero!

Le leggende Azzurre che hanno portato il tricolore nei grandi club stranieri
La formazione di Munster-Zebre e Benetton-Scarlets

La formazione di Munster-Zebre e Benetton-Scarlets

I XV delle italiane che scenderanno in campo in Pro14
Zebre tornano alla vittoria! Connacht battuto 24-10!

Zebre tornano alla vittoria! Connacht battuto 24-10!

Grande partita per gli uomini di Bradley al Sergio Lanfranchi, a segno Meyer e Venditti
Alle Zebre tre mete non bastano, Munster vince 19-36

Alle Zebre tre mete non bastano, Munster vince 19-36

I bianco-neri, vuoi il turnover, sono poco brillanti nonostante le tre segnature

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Mercato

notizie più cliccate di Mercato