22 giorni fa 15/11/2019 12:15

Sono passati 10 anni dalla storica Italia-All Blacks di San Siro

Ricordo positivo per l’intera nazione e per il mondo del rugby in generale

Precisamente 10 anni fa la nazionale italiana ha affrontato gli All Blacks stellari a San Siro con 80mila persone che hanno riempito uno degli stadi più storici, calcisticamente parlando, e più capienti della storia dello sport mondiale. Un ricordo veramente indimenticabile con la nostra nazionale allenata da Nick Mallett sfiorò l’impresa di sconfiggere i famigerati All Blacks andando a perdere solo per 6-20 grazie ad una mischia e con una meta tecnica che probabilmente Perugini, Rouyet e Ongaro stanno ancora aspettando. Il rugby italiano è cambiato, raggiungere 80000 persone oggi sembrerebbe davvero esagerato, ma è stato proprio così. La Nuova Zelanda aveva presentato giocatori del calibro di Cory Jane, Luke McAlister, Sivivatu, Andy Ellis, Liam Messam, Wyatt Crockett e l’esordiente Ben Smith tanto per dire, ma nonostante questo non era riuscita a mettere sotto del tutto una nazionale compatta e solida, però si parla di passato. Ricordare è bene, ma ora è il momento di provare a tornare a crescere. 

Gli highlights:

Matteo Biasio  22 giorni fa

Più che rischiato di perdere hanno rischiato di prendere una meta. Certo era un altro rugby con altri atleti. E pure noi avevamo un gioco povero mischia mischia e mischia. Non eravamo gli i Books ma qualcuno lo pensava.

Massimiliano Trianni  22 giorni fa

Ho visto cose che oggi non saprei se sono così regolari. Grande lezione dai tutto neri, se non riesci a fare meta, calcia, calcia, calcia. Noi ce la siamo dimenticati subito questa lezione...

Aldo Nalli  22 giorni fa

Bene, da quel dì, ci siamo organizzati per bene eeeee..... Siamo rimasti al palo.... Che tristezza

Michele Morra  22 giorni fa

All'epoca il nostro era un rugby "ignorante",fatica fisica,sportellate e sfacciati abbastanza da giocarcela con chiunque.Certo,si perdeva lo stesso,ma in questo sport è importante anche COME si perde,e noi oggi perdiamo malissimo.Quello che fa pensare è quanti giocatori hanno cambiato le altre squadre in dieci anni e quanti invece dei nostri ancora giocano..

notizie correlate

In edicola Allrugby numero 142

In edicola Allrugby numero 142

Riflessioni a bocce ferme della spedizione italiana e delle grandi deluse, in primis la Nuova Zelanda
Steve Hansen riparte dalla Top League giapponese

Steve Hansen riparte dalla Top League giapponese

Ritroverà Kiran Read e ci sono nuove indiscrezioni sul futuro della panchina All Blacks
Spagna-Classic All Blacks in campo al Wanda Metropolitano di Madrid

Spagna-Classic All Blacks in campo al Wanda Metropolitano di Madrid

Le due selezioni si affronteranno il 29 maggio 2020 in un incontro di beneficienza
Aaron Cruden tornerà in Nuova Zelanda per il Super Rugby 2020

Aaron Cruden tornerà in Nuova Zelanda per il Super Rugby 2020

Pronto per lui il ritorno agli Chiefs, in vista della prossima stagione
I ringraziamenti di Sonny Bill Williams agli All Blacks [VIDEO]

I ringraziamenti di Sonny Bill Williams agli All Blacks [VIDEO]

Prima della partenza per il Canada SBW ringrazia gli All Blacks
All Blacks: la fine di un'Era

All Blacks: la fine di un'Era

Si chiude un glorioso capitolo della storia dei tutti neri

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2019/2020  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale