11 giorni fa 05/12/2018 01:53

Quella strana esultanza di Owen Farrell

Dietro quel gesto curioso c’è un significato davvero importante

Ce lo siamo chiesto in tanti, perché Owen Farrell dopo ogni punto segnato con i Saracens e l’Inghilterra fa quello strano gesto con le mani? Che tipo di esultanza è? Cosa significa?

In realtà si tratta di un pensiero rivolto a un amico in difficoltà. “Un omaggio alla loro amicizia. La speranza di trovare una cura alla peggiore delle malattia muscolari. Owen Farrell ha riproposto anche in questa finestra di test match internazionali la sua tipica esultanza seguita ai punti segnati con la maglia della Rosa” scrive Rugby Mercato.

Le mani e le dita in quella posizione riproducono due J, due lettere che non sono altro che le iniziali di Jack Johnson, il figlio di un caro amico ed ex compagno di squadra del padre e affetto dalla terribile distrofia muscolare di Duchenne. Una patologia caratterizzata da una degenerazione progressiva dei muscoli che si manifesta nella prima infanzia e che non conosce cura.

Il gesto simbolico è stato creato dalla famiglia del piccolo sostenitore ovale con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alla ricerca.

Bravissimo Owen Farrell e forza JJ!

 

 

notizie correlate

Guy e Lilian Camberabero: gli elfi de la Voulte

Guy e Lilian Camberabero: gli elfi de la Voulte

I piccoli fratelli che hanno fatto grande la Francia.
Rocco Caligiuri: il rugby del Novecento

Rocco Caligiuri: il rugby del Novecento

Il primo italiano a centrare i pali con tre drop in una sfida internazionale.
Alexandru Penciu: Alessandro il Grande

Alexandru Penciu: Alessandro il Grande

Estremo eccezionale, Alexandru Penciu è sitato il più grande giocatore rumeno di tutti i tempi ed il primo ad essere arrivato in Italia, a Rovigo, per fuggire alla dittatura che vigeva nel suo paese alla fine degli anni '60.
Pierre Albaladejo: l'uomo con i piedi d'oro

Pierre Albaladejo: l'uomo con i piedi d'oro

Figura iconica del rugby francese, Pierre Albaladejo vanta una trentina di presenze con la propria nazionale tra il 1954 e il 1964, giocate soprattutto nel ruolo di apertura. Calciatore preciso con entrambi i piedi, Albaladejo ha fatto del drop la sua ar
Ian McGeechan: il re leone

Ian McGeechan: il re leone

Lo scozzese Ian McGeechan ha eseguito due tour con i British LIons da giocatore e ben cinque nel ruolo di allenatore. Ian ha anche guidato dalla panchina la Scozia alla conquista del Grande Slam nel 1990.
Doug Bruce: il drop come arma vincente

Doug Bruce: il drop come arma vincente

Dotato di mente fredda e notevole abilità, sia per il gioco al piede sia con la palla in mano, l'apertura degli Al Blacks degli anni'70 Doug Bruce ha fatto del drop la sua arma vincente.
Ronan O'Gara: una stella di nome Ronan

Ronan O'Gara: una stella di nome Ronan

Ronan O'Gara è stato uno dei più grandi giocatori dell'Irlanda e del Munster e detiene il record del maggior numero di punti segnati sia in Heineken Cup che per la nazionale irlandese.

Rugby Win

  • Rugbywin Championship 2018/2019  

    RUGBYWIN

    Cos'è RugbyWin?

    RygbyWin è il gioco che mette alla prova la tua conoscenza del rugby nazionale e internazionale!

    Chi vince e chi perde? Ogni settimana testeremo la vostra abilità proponendovi 10 partite a cui darete il vostro pronostico. La classifica settimanale determinerà i migliori Rugbymeeters della giornata mentre la classifica generale di fine stagione decreterà il vincitore dell’anno.

    Cosa aspetti? Gioca con noi, il migliore riceverà a casa il regalo della settimana! 

ultime notizie di Internazionale

notizie più cliccate di Internazionale