2 mesi fa 17/07/2020 21:32

Consiglio Federale: sul tavolo questione tesserati e ripartenza dei campionati

Nel pomeriggio il Consiglio FIR presieduto da Alfredo Gavazzi ha presentato le proposte per la prossima stagione 2020/2021

Nel pomeriggio si è svolto il Consiglio Federale FIR in streaming. Argomenti del giorno sono stati il tesseramento per i giocatori di formazione straniera e la ripresa dei campionati italiani.

Per quanto riguarda la questione tesseramento, sollevata dalla dirigenza del Femi-CZ Rovigo, il Consiglio Federale ha confermato quanto previsto dalla carta federale, deliberando al contempo di accordare la possibilità per tutte le Società del massimo campionato di concedere quattro permessi di soggiorno per i giocatori di formazione straniera, fermo restando il limite a tre giocatori stranieri nelle formazioni iniziali.

La FIR ha comunicato la volontà di valorizzare i giocatori di formazione italiana, considerando anche il momento delicato che stiamo attraversando.

 

Per quanto riguarda la ripartenza dei campionati, il consiglio non ha potuto non tener conto della situazione legata al COVID-19 e ad una eventuale evoluzione della pandemia nei prossimi mesi.

Per quanto attiene la ripartenza del TOP12 sono stati presentati tre piani:

a) Data di inizio: 26 settembre. Data di conclusione: 30 maggio.
Coppa Italia con quattro gironi da tre squadre ciascuno a partire dal 26 settembre, semifinali di andata e ritorno e Finale per un totale di sei giornate.
Campionato con girone unico all’italiana con partite di andata e ritorno, semifinali di andata e ritorno e Finale, per un totale di venticinque giornate. 

b) Data di inizio: 7 novembre. Data di conclusione: 30 maggio.  
Non viene disputata la Coppa Italia.
Campionato con girone unico all’italiana con partite di andata e ritorno, semifinali di andata e ritorno e Finale, per un totale di venticinque giornate.

c) Data di inizio: 9 gennaio. Data di conclusione: 30 maggio.
Non viene disputata la Coppa Italia.
Riparitizione in conference, con due gironi all’italiana di sei squadre ciascuno con partite di andata e ritorno tra le componenti dello stesso girone e di sola andata con le componenti del girone opposto, con semifinali di andata e ritorno e Finale per un totale di diciannove giornate.

Resta il rischio di eventuali contagi da COVID-19, che obbligherebbero le squadre alla quarantena e al rinvio di alcune partite.

Per quanto attiene i campionati di Serie A e Serie B, si prevede una ripartenza con date d'inizio comprese tra il 18 ottobre e il 6 dicembre (Serie B il 29 novembre) ma la questione verrà discussa in occasione del prossimo Consiglio Federale.

Relativamente alla Serie A Femminile, la definizione di un planning stagionale attendibile non può prescindere dalla definizione dell’attività internazionale 2020/21, ed in particolare dalla programmazione dei recuperi delle gare del Sei Nazioni e del torneo di qualificazione alla Rugby World Cup 2021, nonchè dal numero delle Società che effettueranno l’iscrizione. FIR resta in attesa della ricalendarizzazione dell’attività della Squadra Nazionale Femminile per poter procedere a ufficializzare le ipotesi per il calendario del massimo campionato femminile. 

 

 

 

notizie correlate

Rugby: elezioni si, elezioni no

Rugby: elezioni si, elezioni no

Il botta e risposta tra Gavazzi e Innocenti
Italia: Franco Smith "costruiremo il nostro DNA su tre aspetti"

Italia: Franco Smith "costruiremo il nostro DNA su tre aspetti"

Il Presidente Gavazzi risponde alle critiche sulle nomine dello staff tecnico
Franco Smith: “i risultati si conquistano con il duro lavoro”

Franco Smith: “i risultati si conquistano con il duro lavoro”

Il Presidente Gavazzi “impressionati dalla cultura del lavoro e dall’entusiasmo di Franco”
È uscito Allrugby 147: rugby in stand by

È uscito Allrugby 147: rugby in stand by

Interviste al presidente Fir Alfredo Gavazzi, Edoardo Gori, Guido Pattarini, Alfredo Biagini, Alberto Marusso, Alessandro Corbetta e Nicolò Pagotto
Presentato a Roma il Sei Nazioni 2020

Presentato a Roma il Sei Nazioni 2020

Il sindaco Virginia Raggi: “Il terzo tempo del rugby deve essere esempio per altri sport”
Conor O'Shea si è dimesso

Conor O'Shea si è dimesso

Il commissario tecnico della Nazionale Azzurra ha rassegnato le sue dimissioni

ultime notizie di Fir

notizie più cliccate di Fir