1 anno fa 03/11/2021 01:01

Rugby e ricerca pediatrica: squadre venete protagoniste di un progetto pilota

Obiettivo migliorare la gestione della concussione cerebrale

Prendere “una botta in testa” è un’esperienza comune, una situazione che coinvolge adulti e bambini e che non desta grande allarme. Tuttavia, in alcuni casi particolari, magari durante una partita di rugby, sbattere la testa può diventare rischioso, causando quella che nel linguaggio medico si definisce concussione cerebrale: una lesione del cervello che porta ad un’alterazione della funzione delle sue cellule e, nel 10% dei casi, i sintomi che ne derivano, come cefalee, vertigini, problemi di equilibrio etc, possono durare anche per mesi.

 

Giocare CON-TESTA” è un ambizioso progetto proposto dai ricercatori della Pediatria di Padova e sostenuto da Fondazione Salus Pueri, in collaborazione con Federazione Italiana di Rugby e Comitato Regionale VenetoRugby, che hanno colto al volo l’importanza di questo progetto per i giovani giocatori e per la loro salute. L’indagine mira a colmare il gap in tema di gestione della concussione cerebrale fornendo dati scientifici aggiornati, puntando a ridurre i rischi per i giovani e offrendo anche strumenti pratici per guidare la gestione ottimale di chi è colpito da concussione cerebrale, salvaguardando quindi la salute dei bambini e degli adolescenti, nel breve e lungo periodo. CON-TESTA si pone come punto di partenza e riferimento per il riconoscimento e la gestione di questa condizione, per i giovani giocatori di rugby veneti (categorie under 15-17-19) e i loro allenatori. FIR e CR Veneto stanno coinvolgendo le numerose squadre nella partecipazione alla prima fase della ricerca: comprendere il livello di conoscenza della concussione cerebrale nel mondo del rugby giovanile tramite un questionario dedicato ad atleti e allenatori. Disponibile qui: https://www.fondazionesaluspueri.it/index.php/portfolio-posts/giocare-con-testa/

 

Una sinergia, quella tra il mondo del rugby e la medicina pediatrica, che da sempre si impegnano a favore della salute e della crescita fisica e psicologica dei bambini e dei ragazzi, che è strategica oggi più che mai. Un primo passo verso un’alleanza che faccia arrivare “alla meta” la ricerca scientifica a favore dei giovani sportivi.

 

 

notizie correlate

La sagoma alta 5 metri di Richie McCaw

La sagoma alta 5 metri di Richie McCaw

A Kurow, cittadina che ha visto crescere 5 grandi All Blacks
Il meglio e il peggio del rugby nel 2022

Il meglio e il peggio del rugby nel 2022

Tra Ange Capuozzo e le vittorie delle Nazionali, un anno di successi per il rugby italiano
Premiership  inglese: Worcester Warriors sospesi dal campionato

Premiership inglese: Worcester Warriors sospesi dal campionato

Problemi economici per il club, la RFU estromette i Warriors
Minirugby: domenica il Trofeo dell’Ovo

Minirugby: domenica il Trofeo dell’Ovo

Al Nelson Mandela di Lainate il triangolare Under 7, 9, 11 e 13
Borse di Studio Filippo Cantoni: ecco i vincitori 2022

Borse di Studio Filippo Cantoni: ecco i vincitori 2022

La rugbista Ilenia Marchegiani e lo studente Luca Di Biase i vincitori di questa edizione
Festa del Sorriso 2022: il programma degli eventi

Festa del Sorriso 2022: il programma degli eventi

Domenica 18 settembre la consegna delle Borse di Studio Filippo Cantoni
Rugby: nasce l’Eccellenza Femminile

Rugby: nasce l’Eccellenza Femminile

Il calendario di Eccellenza e Serie A femminile 2022/23

ultime notizie di Eventi

notizie più cliccate di Eventi