2 mesi fa 28/06/2018 14:29

La palla ovale per vincere la disabilità

Ultimi giorni per il crowdfunding di Fondazione I.R.P.E.A. e Roccia Rubano Rugby

ANCORA 10 GIORNI PER RACCOGLIERE FONDI PER IL PROGETTO IN-RUGBY

Annalisa, Antonella, Patrizia e Gloria hanno tra i 40 e i 50 anni, sono coinquiline negli appartamenti di Ca' Solare, la residenza per disabili di Fondazione I.R.P.E.A. in Via Raggio di Sole, e giocano a rugby.

In campo ci sono ancheJenny, che vive in Comunità Raggio di Sole, e Max, ospite del centro diurno Santa Rosa all'Arcella, gestiti sempre da Fondazione I.R.P.E.A.

Tutti i mercoledì pomeriggio si allenano negli impianti del Roccia Rubano Rugby, poi cenano in Ca' Solare.

Questo percorso di integrazione e autonomia avviene grazie al progetto di rugby INclusivo e INtegrato in-RUGBY, avviato da Fondazione I.R.P.E.A. in collaborazione con Roccia Rubano Rugby sezione Rovinassi OLD Rugby.

Ora, l'obiettivo è formare una squadra integrata di giocatori di rugby e atleti con diversi gradi di disabilità secondo il modello Mixed Ability e finanziare la stagione sportiva 2018-2019 per quanto riguarda allenamenti, divise da gioco, utilizzo strutture, "terzi tempi" di aggregazione e socializzazione.

La maratona solidale si gioca sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso, il budget da raggiungere entro il 30 giugno è di 21.580 €.  Sono previsti benefits e gadgetsper i sostenitori.

 

Si può fare una donazione al link:  http://sostieni.link/18457

Per info: Ufficio Comunicazione, Relazioni esterne e Raccolta Fondi Fondazione I.R.P.E.A.

Tel. +39 049 87 27 401 – E-mail: fundraising@irpea.it

 

Il progetto pilota di Fondazione I.R.P.E.A. e Roccia Rubano Rugby ha già coinvolto negli allenamenti un gruppo di 15 persone con disabilità di età compresa tra i 22 e i 50 anni, afferenti a Fondazione IRPEA e ai servizi di integrazione dell'Ulss 6 Euganea.

"Questo è un appello alla generosità dei padovani e delle aziende del territorio – commenta il direttore di Fondazione I.R.P.E.A. Stefano RizzoQuesto progetto può infatti consentire a delle persone con disabilità di praticare sport senza separazione in categorie differenti, mettendosi alla prova nel confronto con gli avversari, accettando regole, assumendo responsabilità e prendendo decisioni, accettando i propri limiti e prendendo consapevolezza dei propri risultati: insomma, una grande opportunità di percorso di autonomia e di qualità di vita".

Le norme applicate, proprie del rugby, vengono intese fine a se stesse nell'ottica di promozione del concetto di fair play, un modo di pensare lo sport come occasione di l'inclusione sociale attraverso l'interazione di giocatori con differenti gradi di disabilità e facilitatori che già praticano questo sport, con allenatori e volontari per formare e supportare gli atleti in campo.

L'obiettivo è proseguire l'esperienza con 1 allenamento settimanale di 2 ore ed il momento conviviale di aggregazione del "terzo tempo", ampliare il gruppo dei partecipanti, formare di 1 squadra integrata con 3 facilitatori, organizzare 4 eventi-partita con squadre di altri club locali di serie A e B, formare alcuni atleti per una futura partecipazione al campionato internazionale IMAS.

 

Per donare online: http://sostieni.link/18457

Info: Ufficio Comunicazione, Relazioni esterne e Raccolta Fondi Fondazione I.R.P.E.A.

Tel. +39 049 87 27 401 – E-mail: fundraising@irpea.it

notizie correlate

Un anno alla Rugby World Cup: i numeri dell’edizione 2019

Un anno alla Rugby World Cup: i numeri dell’edizione 2019

Bill Beaumont: “sarà una Coppa del Mondo speciale e rivoluzionaria”
Marzio Innocenti lascia "Pronti al Cambiamento"

Marzio Innocenti lascia "Pronti al Cambiamento"

Il presidente del Comitato Veneto ufficializza le sue dimissioni, concludendo l'esperienza con il movimento
La Lazio incrocia l'Italrugby all'Olimpico

La Lazio incrocia l'Italrugby all'Olimpico

La squadra di Inzaghi dovrà fare i conti con un campo post rugby
A Verona sorge il Payanini Rugby Center

A Verona sorge il Payanini Rugby Center

Ingaggiata la torre sudafricana Ian Croenewald
Giappone: nuovo stadio dopo lo tsunami

Giappone: nuovo stadio dopo lo tsunami

Kamaishi: la città del rugby giapponese
Il Best XV della stagione di Pro14 2017/18

Il Best XV della stagione di Pro14 2017/18

Nominati i migliori giocatori per ruolo della scorsa stagione celtica
Rugby Mixed Ability: sabato a Chivasso prima Coppa Progetti

Rugby Mixed Ability: sabato a Chivasso prima Coppa Progetti

Settimo Cron Rugby vs Arlequins Mixed Ability XV in sostegno del rugby inclusivo

ultime notizie di Eventi

notizie più cliccate di Eventi