1 anno fa|1 anni fa 07/03/2018 17:10

Al Fattori di L’Aquila una doppia sfida di Pro14 e Serie A

Dalledonne “Mi piacerebbe che divenisse una consuetudine, un evento ripetibile tutti gli anni.”

E’ ufficiale: il 14 Aprile a L’Aquila scenderanno in campo le Zebre Rugby nella 20° giornata di Guinness Pro14. Di fronte ai bianco neri per la prima volta nel capoluogo abruzzese i gallesi Dragons. Lo storico Stadio Fattori ospiterà due appuntamenti importanti, prima L’Aquila - Cus Genova di Serie A e di seguito il match internazionale di Pro14.

L’Aquila, città di 70.000 abitanti che dista 100 km da Roma, è il capoluogo della Regione Abruzzo e vanta una lunga e gloriosa tradizione nel panorama italiano del rugby: dagli anni ’30 la palla ovale è nel cuore degli aquilani che hanno conquistato cinque volte il titolo di campione d’Italia, l’ultimo nel 1994. All’Aquila si respira rugby e sono cresciuti tanti giocatori che hanno fatto la storia della palla ovale italiana: Tommaso Fattori, Antonio Di Zitti, Angelo Autore, Massimo Mascioletti, Serafino Ghizzoni, Giorgio Morelli, Carlo Caione, Luigi Troiani, Maurizio Zaffiri, Carlo Festuccia e Andrea Masi.

Con la maglia neroverde hanno giocato campioni del calibro dei fratelli Marcello e Massimo Cuttitta Andrea Lo Cicero e Salvatore Perugini. Anche il capitano dell’Italia Sergio Parisse ha origini aquilane, quelle dei genitori. Il padre Sergio senior ha giocato e vinto uno scudetto a L’Aquila.

 

Quella del Fattori, inoltre, sarà una gara speciale per i due abruzzesi della rosa delle Zebre: il mediano di mischia aquilano classe ’96 Riccardo Raffaele e l’ala classe ’90 Giovanbattista Venditti, nato e cresciuto rugbisticamente ad Avezzano (AQ), centro che dista 40 km da L’Aquila.

 

“Anche attraverso lo sport passa la nostra rinascita” – evidenzia il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi dal comunicato delle Zebre– “il rugby può essere una metafora della capacità della nostra comunità di reagire ai momenti difficili. Quando giochi al rugby sai che hai dietro il tuo compagno, pronto a raccogliere la palla. Ecco, questa città e questo territorio devono essere compatti come una squadra di rugby.”

Andrea Dalledonne amministratore unico delle Zebre: “La prima cosa che ci è venuta in mente è stata quella di pensare la nostra squadra come rappresentativa di tutta l’Italia, non solo del Nord Ovest. Abbiamo così pensato quale potesse essere una sede importante e ci è subito venuta in mente L’Aquila, per la sua storia, la tradizione rugbistica e per quello che è successo in città col terremoto. Mi piacerebbe che divenisse una consuetudine, un evento ripetibile tutti gli anni.”

Lo Stadio Tommaso Fattori ha ospitato 16 gare internazionali della nazionale italiana nonché l’edizione 2017 della sfida del Sei Nazioni femminile tra Italia e Irlanda. Lo stadio aquilano – intitolato all’Azzurro ex allenatore della nazionale – sarà il quinto impianto italiano ad ospitare una gare del Guinness PRO14, dopo Parma, Reggio Emilia, Treviso e Viadana (MN).

 

Foto Zebre Rugby

notizie correlate

Super Rugby, rimossi striscioni di sostegno a Christchurch

Super Rugby, rimossi striscioni di sostegno a Christchurch

A Sydney la sicurezza fa rimuovere dei banners durante Waratahs-Crusaders
Il rugby a scuola, educazione e divertimento

Il rugby a scuola, educazione e divertimento

Come portare il rugby nelle scuole, intervista a Cristina Pezzi
Il format della World Rugby Nations Championship

Il format della World Rugby Nations Championship

La proposta del torneo di World Rugby che sarà presentata a Dublino
Rugbymeet Camp 2019 con Carlo Festuccia e Andrea Marcato

Rugbymeet Camp 2019 con Carlo Festuccia e Andrea Marcato

Aperte le iscrizioni al Rugbymeet Summer Camp 2019, tutte le info
Marco Bortolami: "Adesso non possiamo più sbagliare"

Marco Bortolami: "Adesso non possiamo più sbagliare"

Le dichiarazioni del assistant coach di Benetton al termine della sconfitta con Connacht

Rugby Win

ultime notizie di Eventi

notizie più cliccate di Eventi