x

x

Domenica allo stadio Olimpico di Roma la Nazionale Italiana Rugby ospiterà l’Inghilterra per la seconda giornata del Guinness Sei Nazioni 2022. Dopo la prima giornata gli Azzurri dovranno affrontare un altro test al limite dell’impossibile, gli inglesi saranno motivatissimi per riscattare la sconfitta di Murrayfield subita nello scorso weekend contro la Scozia. 

Per l’occasione il CT Crowley caricherà al massimo i suoi ragazzi per cercare di interrompere una striscia lunghissima di sconfitte, ad oggi 33. Domenica saranno 3 i cambi attuati dall’head coach Azzurro: Federico Mori, che prenderà il posto dell’ormai ex esordiente Tommaso Menoncello, Braham Steyn, per il sontuoso Sebastian Negri, e Pietro Ceccarelli per Tiziano Pasquali. 

Tre cambi dunque per un’Italia che ha retto la pressione francese per 48’. Vedremo se in questa circostanza riusciranno a raggiungere una stabilità maggiore sia con il breakdown che con la tenuta fisica in generale. Dunque la Nazionale si schiera con Padovani in posizione di estremo, Mori e Ioane a completare il triangolo allargato; in mezzo ai trequarti confermati Zanon e Brex, lo stesso vale per la mediana composta Varney e Garbisi. Il pack vede le conferme, meritate, di Fischetti e Lucchesi in prima linea dopo una partita sontuosa, in seconda Cannone e Ruzza a completare la mischia Steyn, capitan Michele Lamaro e Toa Halafihi. 

La nazionale di Eddie Jones, infuriata dopo la sconfitta in Calcutta Cup ha scelto di attuare 8 cambi rispetto al match di 6 giorni fa. Confermato Tom Curry capitano vista l’assenza forzata di Owen Farrell.

Il match sarà trasmesso in diretta sui canali di Sky Sport Uno, Sky Sport Arena e in chiaro su TV8.

 

Le formazioni del match dell’Olimpico:

Italia

15 Edoardo PADOVANI (Benetton Rugby, 31 presenze)

14 Federico MORI (Bordeaux, 11 cap)

13 Juan Ignacio BREX (Benetton Rugby, 9 presenze)

12 Marco ZANON (Benetton Rugby, 8 presenze)

11 Montanna IOANE (Benetton Rugby, 10 presenze)

10 Paolo GARBISI (Montpellier, 14 presenze)

9 Stephen VARNEY (Gloucester Rugby, 10 presenze)

8 Toa HALAFIHI (Benetton Rugby, 1 cap)

7 Michele LAMARO (Benetton Rugby, 11 presenze) – capitano

6 Braam STEYN (Benetton Rugby, 46 presenze)

5 Federico RUZZA (Benetton Rugby, 26 presenze)

4 Niccolò CANNONE (Benetton Rugby, 16 presenze)

3 Pietro CECCARELLI (Brive, 17 presenze)

2 Gianmarco LUCCHESI (Benetton Rugby, 9 presenze)

1 Danilo FISCHETTI (Zebre Parma, 16 presenze)

 

A disposizione

16 Epalahame FAIVA (Benetton Rugby, 2 presenze)

17 Cherif TRAORE' (Benetton Rugby, 12 presenze)

18 Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 22 presenze)

19 David SISI (Zebre Parma, 18 presenze)

20 Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 37 presenze)

21 Giovanni PETTINELLI (Benetton Rugby, 2 presenze)

22 Alessandro FUSCO (Fiamme Oro Rugby/Zebre Parma, 2 presenze)

23 Leonardo MARIN (Benetton Rugby, 1 presenze)

 

Inghilterra: 15 Freddie Steward, 14 Max Malins, 13 Joe Marchant, 12 Henry Slade, 11 Jack Nowell, 10 Marcus Smith, 9 Harry Randall, 8 Alex Dombrandt, 7 Tom Curry (c), 6 Maro Itoje, 5 Nick Isiekwe, 4 Charlie Ewels, 3 Will Stuart, 2 Jamie George, 1 Ellis Genge

A disposizione: 16 Luke Cowan-Dickie, 17 Joe Marler, 18 Kyle Sinckler, 19 Ollie Chessum, 20 Sam Simmonds, 21 Ben Youngs, 22 George Ford, 23 Elliot Daly

Arbitro: Damon Murphy (Australia)
Assistenti: Andrew Brace (Ireland), Pierre Brousset (France)
TMO: Brian MacNeice (Ireland)

 

 

 

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

 

Visita lo Shop online Rugbymeet 

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi