x

x

"La vecchia terra dei miei padri". L'inno impossibile da cantare (almeno per noi) che ogni anno riecheggia dagli spalti del Principality Stadium di Cardiff, con il suo coro di 74,000 tifosi. Il rugby ha sicuramento contribuito alla fama di questo brano, ma quest'anno ci ha pensato la nazionale di calcio a far breccia nei cuori dei tifosi.

Ed ecco che a Baku, lo scorso 12 giugno, il Galles scendeva in campo per la prima partita di Euro 2020 con la Svizzera (che terminerà 1-1). Al momento di cantare l'inno, i ragazzi di Rob Page si voltano verso sinistra. Cosa stanno guardando, la bandiera? No! Guardano verso Ovest... in direzione della "Terra dei loro padri"? Nemmeno! Stanno dimostrando rispetto verso i propri tifosi. Perché in curva, la curva verso cui si sono voltati, ci sono poco più di cento tifosi gallesi giunti fino in Azerbaijan, a sostenerli.

 

 

 

 

Foto TalkSport

 

 

Consulta l'intero catalogo RM - materiale per il rugby ad ogni livello

 

 

Visita il nostro shop online!

Rugbymeet.com è una testata registrata presso il Tribunale di Milano Aut. Nr. 247 del 26/07/2017. ©Rugbymeet.com 2012-2023
Damida s.r.l. - P. IVA 07820820962

Powered by Slyvi